Califfa - Acalypha reptans

Generalità

Le piante di Acalypha reptans appartengono alla famiglia delle Euforbiacee, che comprende numerose varietà di piante perenni originarie per lo più di zone tropicali del sud est asiatico. Queste piante hanno una crescita piuttosto rapida e si distinguono per il fogliame di grande dimensione e di un colore verde scuro. Sviluppano delle particolari infiorescenze della lunghezza di circa 15 cm che presentano numerosi fiori privi di petali di piccole dimensioni.
califfa


Esposizione

Acalypha reptans L'Acalypha reptans preferisce posizioni molto luminose, ma teme il diretto contatto con i raggi solari; la minima invernale non deve essere inferiore ai 12-15 °C, quindi va coltivata in luogo caldo, mentre in estate può essere posta all'esterno, in una zona semiombreggiata. Evitare di esporre la pianta a correnti d'aria che potrebbero provocare la caduta dei fiori e delle foglie.

Se le piante sono poste in luoghi con poca luminosità tendono ad allungarsi e non fioriscono.

L'ambiente, poi, deve avere il giusto grado di umidità perchè altrimenti la pianta perderà le foglie.

  • fiori secchi La vita dei fiori può essere, per così dire, "allungata", grazie all'utilizzo di tecniche di essiccazione, che consentono la conservazione di piante e fiori per un lungo periodo di tempo. La bellezza ...
  • Alpinia zerumbet fiore L'alpinia zerumbet o purpurata è una pianta tropicale sempreverde, originaria dell'America centro meridionale e dell'Asia. Forma un cespo fitto e compatto di foglie allungate, appuntite, di colore ver...
  • musa ornata fiore La Musa ornata è una pianta erbacea perenne originaria dell'Asia; è l'unica specie di banano che fiorisce e fruttifica anche se coltivato in appartamento. Lo spesso fusto, eretto, è di colore giallo-v...
  • Aphelandra squarrosa L'Aphelandra squarrosa o Afelandra è un arbusto sempreverde originario dell'America centro-meridionale, che in natura raggiunge i 2-3 m di altezza, ed in contenitore si mantiene di dimensioni vicine a...


Annaffiature

pianta califfa Per quel che riguarda le annaffiature della Acalypha reptans, è bene mantenere il terreno costantemente umido, ma non zuppo; si consiglia quindi di annaffiare regolarmente, evitando dannosi ristagni idrici nel sottovaso. Da marzo a ottobre fornire del concime per piante da fiore mescolato all'acqua delle annaffiature ogni 15-20 giorni. Soprattutto nei periodi più caldi dell'anno e nei mesi in cui è in funzione il riscaldamento domestico è bene vaporizzare frequentemente le foglie con acqua distillata.


Terreno

fiori caliiffa Questo genere di pianta preferisce terreni sciolti, ben drenati, ricchi di materia organica, leggermente acidi. Le Califfa, altro nome con cui vengono conosciute queste piante, si coltivano solitamente in contenitori appesi, per meglio far risaltare le infiorescenze pendule.

Il terreno ideale per la Califfa è formato da torba e foglie di faggio, così che presenti una componente acida che risulta salutare per la pianta.

Le piante si rinvasano alla fine dell'inverno o all'inizio della stagione primaverile.


Moltiplicazione

In primavera e in estate è possibile propagare la pianta praticando delle talee semi legnose. La facilità di radicazione e la crescita rapida della pianta ne permette la coltivazione in giardino come annuale: a fine estate si prelevano delle talee dalla pianta che viene lasciata gelare all'esterno; l'anno successivo si mettono a dimora in giardino le talee che sono state coltivate in casa durante l'inverno. Le talee vanno sistemate in un contenitore con un composto di sabbia e torba, da mantenere in luogo riparato e a temperatura costante, attorno ai 25 °C.


Califfa - Acalypha reptans: Parassiti e malattie

califfa fiori Questa pianta può venire attaccata dalla mosca bianca, dai ragnetti rossi e dalla cocciniglia.In commercio esistono appositi prodotti che aiutano a contrastare in modo rapido e duraturo il problema, ma, in alcuni casi è anche possibile intervenire senza il loro impiego. Per eliminare la cocciniglia dalla Califfa, è possibile impiegare un panno con alcool da passare sulle foglie; mentre per i ragnetti rossi può bastare un aumento dell'umidità ambientale in quanto questi parassiti non sopportano un'elevata umidità.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Consigliamo di annaffiare la pianta solo se il terreno è completamente asciutto, evitando gli eccessi.


Tenere Umido
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO