Alsobia

Generalità

Pianta erbacea perenne sempreverde originaria dell'America centro-meridionale. Da spessi stoloni si dipartono sottili fusti, talvolta ricoperti da una leggera peluria, che portano numerose foglie di color verde scuro, spesse e lisce, con margine ondulato; per gran parte dell'anno sbocciano numerosi fiori di grandi dimensioni, a forma tubolare, con margine sfrangiato, di colore bianco candido; in A. punctata si possono notare numerosi puntini di colore marrone-porpora nella parte più interna del fiore. Queste piante hanno coltivazione abbastanza semplici, e in generale crescono senza problemi anche quando vengono trascurate, la vegetazione tende ad essere ricadente o rampicante, poichè gli stoloni tendono continuamente ad allargarsi, per questo motivo le alsobie sono molto adatte ad essere coltivate in contenitori appesi.
Alsobia


Esposizione

fiori AlsobiaPorre l'alsobia in luogo luminoso, evitando la luce diretta del sole che potrebbe danneggiare la pianta; possono sopportare temperature vicine ai 4-5°C, ma soltanto se si permette alla pianta di andare in riposo vegetativo durante i mesi freddi, diradando le annaffiature a partire da ottobre. In estate porre all'ombra, in luogo ben ventilato. Trattandosi di piante da appartamento, prediligono comunque temperature miti e possono soffrire se esposte a correnti d'aria.

  • Alpinia zerumbet fiore L'alpinia zerumbet o purpurata è una pianta tropicale sempreverde, originaria dell'America centro meridionale e dell'Asia. Forma un cespo fitto e compatto di foglie allungate, appuntite, di colore ver...
  • Eschinanthus Al genere aeschynanthus appartengono alcune specie di piante perenni rampicanti o prostrate, epifite, originarie dell'Indonesia e del Borneo; il genere comprende moltissime specie, spesso molto dissim...
  • Calathea makoyana La calathea (comunemente detta calatea) è una pianta tropicale, originaria dell’America meridionale, diffusa in natura anche in alcune zone dell’Asia; in natura queste piante si sviluppano come sottob...
  • Exacum affine E' una erbacea perenne sempreverde originaria dell’Isola di Socotra; al genere exacum appartengono circa 40 specie di piante erbacee, annuali e perenni, ma solo E. affine viene coltivata come pianta o...


Annaffiature

Alsobia Annaffiare regolarmente l'alsobia, ma senza eccedere, lasciando asciugare leggermente il terreno tra un'annaffiatura e l'altra. Da marzo ad ottobre aggiungere all'acqua delle annaffiature del concime per piante fiorite, almeno ogni 15-20 giorni. Attenzione ai ristagni idrici che la pianta non tollera.


Terreno

alsobia Le alsobia preferiscono terreni leggeri e sciolti, ricchi di materia organica e molto ben drenati. In genere tendono ad occupare tutto lo spazio che hanno a disposizione, quindi optare per vasi piuttosto larghi che permettano alla pianta di sviluppare l'apparato radicale con facilità. E' importante fornire all'alsobia del concime a partire dalla stagione primaverile e per tutto il corso dell'estate. Il concime andrà sciolto nell'acqua di irrigazione e somministrato.


Moltiplicazione

Durante tutto l'anno è possibile asportare delle parti di stoloni con le rispettive radichette, che vanno subito rinvasate in contenitore singolo. In primavera è anche possibile praticare talee di foglia o di fusto. In questo caso, si tratta di un'operazione semplice basata sul taglio di frammenti o ramoscelli della pianta madre aventi almeno 2-3 foglie. Questa tecnica è un metodo di riproduzione a costo zero, in quanto basta avere a portata di mano strumenti da lavoro puliti per eseguire un taglio netto del ramo prescelto e si potrà procedere tranquillamente alla messa a dimora.


Alsobia: Parassiti e malattie

alsobia La coltivazione in luoghi eccessivamente umidi o scarsamente aerati può favorire l'attacco della cocciniglia. Si tratta di un minuscolo insetto che si nutre della linfa contenuta nella pianta e che può essere eliminato con specifici prodotti antiparassitari. Altri problemi potrebbero essere legati al fatto che la pianta non riceve abbastanza luce. In questo caso si avranno internodi piuttosto lunghi. basterà quindi collocare la pianta in un ambiente più luminoso. Un'altra conseguenza della poca luce è la mancata fioritura della pianta.





Esposizione
Questa pianta predilige posizioni molto luminose, ma teme il contatto diretto con i raggi solari.

 
Posizione luminosa
Annaffiature
Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO