Justicia - Beloperone guttata

Generalità

La Beloperone guttata o Justicia è un piccolo arbusto sempreverde originario dell'America centrale e del Brasile; le piante adulte raggiungono i 70-10 cm di altezza, ma possono crescere anche oltre i 120-150 cm, anche se generalmente vengono mantenute entro dimensioni più contenute. Si presenta come un arbusto tondeggiante, molto ramificato, con fusti sottili e legnosi; le foglie sono ovali, di colore verde brillante, lucide; dall'inizio della primavera fino ad autunno inoltrato produce lunghe pannocchie pendule, ricoperte da infiorescenze costituite da piccoli fiori gialli attorniati da brattee giallo-arancioni, che fanno somigliare il fiore ad una coda di gambero. Per mantenere una pianta con vegetazione compatta e per favorire un'abbondante fioritura è bene potare regolarmente la pianta all'inizio dell'inverno. Questa pianta viene anche chiamata Justicia brandeana.
fiori beloperone guttata


Esposizione

pianta justicia Per la crescita rigogliosa e vigorosa di questa varietà tenere le piante di beloperone guttata in luogo molto luminoso, ma lontano dai raggi diretti del sole soprattutto durante le ore più calde della giornata; la pianta non sopporta temperature inferiori ai 5-6°C, quindi in inverno va ricoverata in casa, lontano da fonti dirette di calore, come caminetti, stufe o caloriferi.

Nei luoghi con inverni particolarmente miti si può coltivare la beloperone guttata come pianta da giardino.


    Annaffiature

    fiori justicia Le piante di Justicia non amano gli eccessi d'acqua, ma temono anche la siccità, è quindi bene annaffiarle regolarmente per tutto l'arco dell'anno, evitando di lasciare il terreno inzuppato d'acqua ma controllando che mantenga il giusto grado di umidità per evitare che asciughi troppo tra un intervento e l'altro; per una buona fioritura è bene fornire, da marzo a ottobre, del concime per piante da fiore, mescolato all'acqua delle annaffiature, ogni 10-15 giorni.


    Terreno

    beloperone guttata Per la messa a dimora delle piante di Justicia utilizzare un terreno sciolto, ben drenato, ricco di materia organica: si può preparare una buona composta utilizzando del terriccio universale mescolato a sabbia e a poca pietra pomice a granulometria abbastanza fine.

    La pianta cresce abbastanza vigorosamente, è quindi bene rinvasarla ogni 2-3 anni, preferibilmente all'inizio di marzo, utilizzando un contenitore leggermente più grande per dare modo alle radici di svilupparsi senza problemi.


    Moltiplicazione

    In primavera è possibile praticare numerose talee prelevando gli apici semilegnosi dei rami giovani; le talee vanno fatte radicare in un composto costituito da sabbia e torba in parti uguali, che va tenuto in luogo fresco e umido, lontano dai raggi diretti del sole, controllando che le temperature rimangano costanti per evitare che degli improvvisi sbalzi impediscano l'attecchimento. Non appena le talee avranno radicato si possono porre in contenitore singolo.


    Justicia - Beloperone guttata: Parassiti e malattie

    fiore justicia Difficilmente queste piante vengono colpite da parassiti o da malattie. E' però possibile che i ragnetti rossi o i pidocchi riescano a colpire gli esemplari di questa varietà. Per questo motivo, non appena si nota la loro presenza è bene intervenire con tempestività; per allontanare il ragnetto rosso può essere sufficiente aumentare l'umidità ambientale, magari vaporizzando dell'acqua sulle foglie, visto che questo parassita non sopporta gli ambienti umidi. Altrimenti in commercio sono disponibili numerosi prodotti insetticidi che possono debellare facilmente il problema.





    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


    Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO