Palma delle Hawaii - Brighamia

Generalità

Al genere brighamia appartengono 6-7 specie di piante a fusto succulento, originarie delle isole Hawaii, dove sono in via di estinzione; in natura possono raggiungere i 3-4 metri di altezza, in contenitore si mantengono al di sotto del metro. Hanno un fusto carnoso, eretto, abbastanza tozzo, di colore marrone-grigiastro, scarsamente ramificato, con forma a bottiglia. All'apice del fusto si sviluppa un folto ciuffo di foglie spatolate, lunghe 25-30 centimetri, di colore verde brillante, lucide e leggermente coriacee; dall'autunno fino alla fine dell'inverno gli esemplari di almeno 4-5 anni producono piccoli racemi su fusti allungati, costituiti da 3-7 fiori di forma tubolare, di colore bianco-crema, intensamente profumati. Queste piante sono molto decorative, la loro coltivazione come piante da appartamento deriva dal programma istituito per salvare questo genere dall'estinzione nei luoghi d'origine, ancora oggi parte dei proventi derivati dalla vendita delle brighamia confluiscono al programma di reinserimento nei luoghi d'origine.
Brighamia


Esposizione

Brighamia Le palme delle Hawaiiqueste necessitano di molta luce per svilupparsi al meglio, se possibile si pongano in pieno sole, o in luogo in cui ricevano almeno 5-6 ore al giorno di luce solare diretta. Temono le temperature inferiori ai 18-20°C, quindi durante i mesi freddi vanno coltivate in casa o in un luogo riparato dalle correnti fredde della stagione.


    Annaffiature

    palma delle hawaii Annaffiare con regolarità per tutto l'arco dell'anno la palma delle hawaii, attendendo sempre che il terreno asciughi tra un'annaffiatura e l'altra; nel periodo della fioritura possiamo fornire alla pianta del concime, utilizzandone uno specifico fertilizzante liquido per piante succulente, a basso contenuto di azoto da aggiungere all'acqua delle irrigazioni. Somministrare una o massimo due volte al mese.


    Terreno

    palma delle hawaii Il terreno è particolarmente importante nella coltivazione di una pianta. Questo perchè rappresenta la principale fonte di sostentamento delle specie vegetali. In natura le brighamie crescono lungo i pendii dei vulcani hawaiani, coltiviamole in un terreno simile a quello che trovano in questi luoghi: utilizziamo una buona quantità di lapillo vulcanico, mescolato a poco terriccio di foglie o terriccio da compost, in modo da ottenere un substrato soffice, ricco e molto ben drenato. Hanno uno sviluppo abbastanza lento, quindi non necessitano di essere rinvasate troppo spesso.


    Moltiplicazione

    brighamia La moltiplicazione della palma delle Hawaii avviene per seme, ogni singolo seme può impiegare anche mesi per germinare. La decimazione degli esemplari presenti in natura sta avvenendo dalla difficoltà di queste piante ad essere impollinate, vista la lunghezza dei calici floreali; è quindi abbastanza difficile trovare in commercio semi di brighamia.


    Palma delle Hawaii - Brighamia: Parassiti e malattie

    Per quanto riguarda parassiti e malattie che potrebbero creare problemi alla nostra palma delle hawaai, troviamo gli acari ed la cocciniglia; eccessi di annaffiature o il contatto con acqua stagnante possono favorire l'insorgenza di marciume radicale. Talvolta le foglie nella parte inferiore del cespo divengono giallastre, è bene asportarle e controllare l'eventuale presenza di acari; dopo l'asportazione delle foglie rovinate in genere la pianta ne produce di nuove in breve tempo.





    Esposizione
    Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

     
    Posizione mezz'ombra
    Annaffiature
    Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


    Tenere asciutto
    concimazione
    In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


    Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO