Castano - Castanospermum australe

Generalità castano

Il castano è un albero sempreverde, o semisempreverde, originario dell'Australia; in natura si sviluppa oltre i dieci metri di altezza, producendo una folta chioma allargata, e grandi fiori gialli o rossi in estate. Questo albero si coltiva con successo anche in vaso, come pianta da appartamento, dove si mantiene al di sotto dei 100-150 cm di altezza. Produce un fusto sottile, eretto, che porta una chioma tondeggiante, costituita da lunghe foglie ovali, di colore verde scuro, lucide, leggermente cuoiose. In natura gli alberi di castanospermum australe producono grossi baccelli tozzi, lunghi 20-25 cm, che contengono 3-5 grossi semi; questi grandi semi caratterizzano anche le piante in vaso, infatti il fusto della piccola pianta si sviluppa direttamente dal seme, che viene lasciato in vista nel vaso. E' una pianta ideale per rendere il giardino uno spazio esclusivo e di grande impatto visivo.
Castano

Uk-Gardens Orchidea Bianca e Rosa Artificiale Pianta in un vaso alto di ceramica bianco - Casa di Office o uso interno - Pianta da interni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,68€


Esposizione e annaffiature

castano Le specie di castanospermum australe sopportano qualsiasi esposizione, dall'ombra completa al sole pieno; in appartamento si possono tenere sia in luogo luminoso o anche abbastanza buio. Temono il freddo intenso, ma in primavera ed in estate si possono posizionare all'aperto, al sole o all'ombra. Si consiglia di evitare di esporre subito al sole piante che abbiano passato l'inverno in casa, le si esponga al sole gradualmente. Per quanto riguarda le annaffiature, dobbiamo tenere in considerazione che queste piante sono originarie delle foreste pluviali dell'Australia, dove l'umidità è molto elevata; si consiglia di annaffiare con regolarità, evitando che il terreno asciughi eccessivamente. Ogni 15-20 giorni aggiungere del concime per piante verdi all'acqua delle annaffiature, oppure mescolare al terriccio del concime a lenta cessione.

    Verdemax 2268 185 x 122 x 209 cm Mini Serra Doritis

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 506€


    Terreno

    castano pianta Le piante acquisiscono le principali sostanze nutritive dal terreno in cui risiedono e per questo motivo, la scelta del terriccio è di fondamentale importanza per la coltivazione delle nostre piantine. Coltivare quindi il castano in un terriccio ricco di materia organica, soffice e abbastanza drenato; queste piante sviluppano un apparato radicale vigoroso, è quindi consigliabile porle a dimora in un contenitore abbastanza capiente in modo tale che la pianta riesca a svilupparsi al meglio e le radici non trovino ostacoli. Quando la pianta si trova nel suo periodo vegetativo, è importante aggiungere all'acqua delle irrigazioni una dose di fertilizzante liquido specifico per piante verdi per agevolare la crescita. In questo modo verrà facilitato il processo di sviluppo della pianta e questa potrà mostrarsi vigorosa e forte.


    Moltiplicazione

    Riprodurre questa pianta non è sempre facile ma con le giuste indicazioni sarò possibile ottenere buoni risultati. La moltiplicazione del castano avviene per seme, utilizzando i semi freschi, appena colti, anche se sono di difficile reperimento in Italia.


    Castano - Castanospermum australe: Parassiti e malattie

    Il Castanospermum australe può venire attaccato dagli afidi e dagli acari. Si tratta di minuscoli parassiti lunghi non più di 3mm che, nutrendosi della linfa presente nelle foglie, la indeboliscono causando la perdita delle foglie, la loro decolorazione oppure la loro arricciatura. Per questo motivo, è consigliabile, quando la stagione invernale giunge al termine, utilizzare uno specifico antiparassitario ad ampio spettro per evitare lo sviluppo dei parassiti.





    Esposizione
    Questa pianta predilige posizioni molto luminose, ma teme il contatto diretto con i raggi solari.

     
    Posizione luminosa
    Annaffiature
    Si annaffia soltanto durante periodi di prolungata siccità o quando il terriccio è ben asciutto; in questo periodo dell'anno in genere può essere sufficiente intervenire una volta ogni 20-25 giorni.


    Tenere Umido
    concimazione
    Si consiglia di sospendere le concimazioni durante il periodo invernale; un eccessivo apporto di nutrienti infatti favorirebbe lo sviluppo di nuova vegetazione, troppo sensibile alle basse temperature.


    Esigenze della piante a dicembre in un clima continentale.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO