Corinocarpo - Corynocarpus laevigata

Generalità

Il Corynocarpus laevigata o corinocarpo è una pianta sempreverde originaria della Nuova Zelanda; in natura è un piccolo albero, che raggiunge i 7-8 metri di altezza, in contenitore si mantiene al di sotto dei 180-200 cm. Ha fusto grigio-verde, liscio, molto ramificato, e chioma piramidale; le foglie sono abbastanza grandi, lunghe 15-20 cm, di colore verde scuro, lisce, spesse e cuoiose; la varietà "variegata" ha foglie lucide di colore verde variegato di bianco crema. In natura il Corinocarpo produce piccole pannocchie di fiori giallastri, seguite da frutti arancioni, che difficilmente si vedono sugli esemplari coltivati in appartamento.
Cornycarpus laevigata

BENJAMIN FICUS Artificiale H. 150 cm - Variegato - con Vaso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,99€


Esposizione

pianta Cornycarpus Per la coltivazione del Corynocarpus laevigata è consigliabile porre la pianta in luogo molto luminoso, ma non direttamente esposto ai raggi solari, soprattutto quando le giornate sono calde ed essi sono più forti in quanto, con la loro intensità potrebbero provocare problemi alla pianta; in primavera il corinocarpo si può porre all'esterno, in luogo semiombreggiato e ben ventilato, in inverno la pianta va conservata in un luogo protetto, soprattutto se le temperature esterne sono piuttosto rigide. In caso non si abbia spazio per la collocazione al chiuso, è bene prevedere degli appositi teli protettivi per evitare che il corinocarpo risenta del freddo intenso. La temperatura ideale non dovrebbe scendere sotto i 10 °C.

  • schefflera Le schefflere sono grandi arbusti o piccoli alberi di origine tropicale, appartenenti alla famiglia delle araliacee, molto utilizzati in Italia come piante da appartamento, a causa del loro fogliame m...
  • ficus Il ficus ginseng è una varietà di ficus microcarpa, dalle dimensioni abbastanza contenute. La specie f. microcarpa è un albero, che raggiunge i 20-25 m di altezza, originario dell'Asia e dell'Australi...
  • orchidee Le orchidee sono piante affascinanti per la loro provenienza e per le bellissime infiorescenze. Fino a qualche decennio fa la loro coltivazione era riservata ad una élite: era infatti quasi sempre ne...
  • zamia La Zamioculacas è una bellissima pianta succulenta, molto diffusa come pianta da appartamento, il nome botanico è Zamioculcas zamiifolia; in realtà la zamioculcas ha rubato il suo nome comune ad un al...

magFlags Bandiera XL Potosi | Department of Potosí in Bolivia | Départament de Potosí, Bolivie | Departamento de Potosí, Bolivia | Wiphala Putusi jach a suyu, Wuliwya | P u

Prezzo: in offerta su Amazon a: 79,79€


Annaffiature

corinocarpo Per ottenere dei buoni risultati dal Corynocarpus laevigata, da marzo a settembre, è bene annaffiare regolarmente, evitando gli eccessi e lasciando ben asciugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra; nei mesi invernali diminuire leggermente le annaffiature, fornendo acqua sporadicamente ogni 20-30 giorni, vaporizzando però spesso le foglie, con acqua demineralizzata se gli esemplari si trovano all'interno; all'esterno è bene non intervenire in questo modo, soprattutto quando il clima è piuttosto freddo. Nel periodo vegetativo fornire del concime per piante verdi, ogni 15-20 giorni, mescolato all'acqua delle annaffiature.


Terreno

corinocarpo pianta Per la messa a dimora di questo tipo di pianta utilizzare terriccio universale bilanciato, ricco e soffice, possibilmente mescolato con pietra pomice o perlite, per aumentare il drenaggio; un altro elemento utile per il drenaggio è la sabbia che può essere miscelata a torba e terriccio per avere un composto dalle buone proprietà. Per un corretto sviluppo del corynocarpus è consigliabile rinvasarlo ogni 2-3 anni, aumentando leggermente il diametro del contenitore, così che le radici abbiano spazio a sufficienza per un migliore sviluppo.


Moltiplicazione

Nei luoghi d'origine la moltiplicazione di queste piante avviene generalmente per seme, utilizzando i semi non appena i frutti sono maturi; di solito i semi di corynocarpus sono di difficile reperimento in Europa, dove questa pianta viene propagata per talea, in autunno, mantenendo le talee in luogo riparato e coperto durante la stagione fredda.


Corinocarpo - Corynocarpus laevigata: Parassiti e malattie

pianta corinocarpo Condizioni di scarsa aerazione e di scarsa umidità possono favorire l'attacco della cocciniglia e degli acari. Un'eccessiva umidità, invece, può portare all'insorgenza di marciumi radicali che possono provocare la morte della pianta stessa; per questo motivo, è bene controllare con attenzione che il terreno sia sufficientemente drenato per evitare la formazione di ristagni idrici.





Esposizione
Questa pianta predilige posizioni molto luminose, ma teme il contatto diretto con i raggi solari.

 
Posizione luminosa
Annaffiature
Durante i mesi freddi annaffiare saltuariamente, inumidendo il terreno ogni 25-30 giorni, evitando di bagnare eccessivamente il substrato.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia di sospendere le concimazioni durante il periodo invernale; un eccessivo apporto di nutrienti infatti favorirebbe lo sviluppo di nuova vegetazione, troppo sensibile alle basse temperature.


Esigenze della piante a dicembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO