Costus speciosus

Generalità

Il Costus speciosus è un arbusto rizomatoso di medie dimensioni, originario dell’Asia meridionale; sviluppa fusti eretti, leggermente carnosi, legnosi alla base, che portano lunghe foglie spesse e cuoiose, ovali, sessili, di colore verde scuro, lucide, disposte a spirale lungo il fusto; ogni singolo rizoma può produrre 4-5 fusti. In estate inoltrata all’apice dei fusti viene prodotta una pannocchia tozza, costituita da brattee semilegnose, di colore rosso scuro, tra le brattee sbocciano fiori di colore bianco crema, dall’aspetto stropicciato, a forma di imbuto. Ai fiori seguono piccole bacche rosee, che contengono un unico seme scuro. Generalmente la pannocchia di brattee rimane sulla pianta per lungo tempo anche dopo la fioritura. La specie tipo può raggiungere dimensioni cospicue, fino a 100-150 m di altezza, allargandosi altrettanto; esistono numerose cultivar, meno resistenti al freddo e di misure più contenute, che non superano i 40-50 cm di altezza. I costus possono essere utilizzati come piante da giardino, ma più comunemente in Italia vengono venduti come piante da appartamento.
infiorescenza Costus speciosus


Esposizione

costus Per crescere al meglio le nostre piante è opportuno conoscere quali sono le esigenze colturali specifiche di ciascuna. Una posizione inappropriata per la nostra pianta potrebbe infatti causare difficoltà di crescita, secchezza delle foglie o ingiallimento e molto altro ancora. Vediamo quindi insieme qual'è l'esposizione ideale per il nostro costus.
Le piante di Costus speciosus prediligono posizioni ombreggiate, o semiombreggiate, anche se possono ricevere alcune ore al giorno il sole diretto senza danni. I costus speciosus non temono il freddo, e possono essere coltivati in giardino, sopportando anche gelate molto intense; in effetti le basse temperature causano il disseccamento della pianta, che rigermoglierà la primavera successiva; come piante da appartamento invece si comportano da sempreverdi; alcune cultivar temono il freddo,vengono quindi coltivate soltanto in contenitore.

  • fiori secchi La vita dei fiori può essere, per così dire, "allungata", grazie all'utilizzo di tecniche di essiccazione, che consentono la conservazione di piante e fiori per un lungo periodo di tempo. La bellezza ...
  • Conoscere il significato ed il linguaggio dei fiori è di fondamentale importanza per non fare brutte figure e per non sbagliare mai tipo di fiori in ogni occasione. Scopri quale fiore regalare a secon...
  • Decorano terrazze, balconi e angoli del giardino. Stiamo parlando delle fioriere, contenitori per piante e fiori che trovano sempre più spazio nel mondo del giardinaggio. Molto più ampie dei vasi, le...
  • Dieffenbachia genere appartenente alla famiglia delle araceae, che comprende 30 specie di piante perenni sempreverdi con un fusto robusto e foglie molto grandi, e oblunghe.Anche se è originaria dell'America cent...


Annaffiature

costus speciosus Le piante coltivate in appartamento necessitano di annaffiature regolari ed abbondanti. E' importante evitare sempre di lasciare acqua stagnante nel sottovaso; le piante coltivate in giardino si annaffiano da marzo a ottobre, mantenendo il terreno leggermente umido, più sono in posizione soleggiata e maggiore sarà la frequenza delle annaffiature. Durante i mesi invernali non è necessario annaffiare le piante, visto che se lasciate all’aperto tendono a perdere la parte aerea.


Terreno

I Costus speciosus si coltivano in terreno soffice e profondo, ricco di materia organica; è molto importante che il terreno possa mantenere leggermente l’umidità ma contemporaneamente possa lasciar scorre l’acqua liberamente. In genere si utilizza un buon terriccio universale, mescolato con del terriccio di foglie e con una buona quantità di sabbia.


Moltiplicazione

costus La riproduzione della pianta può avvenire per seme, in primavera; è preferibile praticar, dopo la fioritura, la divisione dei rizomi, cercando di mantenere alcune radici ben sviluppate per ogni porzione praticata.


Costus speciosus: Parassiti e malattie

Queste piante tendono a non venire attaccate da parassiti o da malattie; eccessive annaffiature possono causare lo sviluppo di marciumi radicali.





Esposizione
Pianta che predilige le posizioni ombreggiate, evitare l'esposizione ai raggi diretti del sole.

 
Posizione ombreggiata
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO