Hemigraphis repanda

Generalità

Questo genere comprende 6-7 specie di piccole piante perenni a portamento prostrato, originarie della Malesia e dell'Asia meridionale. La Hemigraphis repanda raggiunge i 15-20 cm di altezza, e tende a svilupparsi molto in larghezza; ha sottili fusti semilegnosi, molto ramificati, che portano sottili foglie lanceolate, talvolta dentellate e lobate, di colore verde-porpora, argentate sulla pagina inferiore e con sfumature tendenti al viola e al rosa; da primavera all'autunno produce piccoli fiori di colore bianco crema. Per uno sviluppo compatto e denso è consigliabile accorciare i fusti in autunno; queste piccole piante si potrebbero coltivare anche come annuali in giardino, in luogo semiombreggiato, ma solo in luoghi in cui le temperature sono miti in quanto sono piante che necessitano di caldo e temperature che non scendano al di sotto dei 10 °C.
Hemigraphis


Esposizione

Hemigraphis repanda Queste piccole perenni, data la loro origine, temono il freddo e necessitano di temperature minime superiori ai 12-15°C; per la loro coltivazione è quindi necessario tenere in luogo abbastanza luminoso, lontano da fonti dirette di calore, quali caminetti o termosifoni. Le piante di Hemigraphis repanda necessitano di essere posizionate in luoghi luminosi ma non alla luce solare diretta, soprattutto nelle giornate più calde e afose in quanto le foglie potrebbero mostrare segni di scottature.

La specie E. colorata si può coltivare anche in acquario.

  • Cordyline australis Al genere Cordyline australis o Cordilinea appartengono circa venti specie di arbusti o piccoli alberi sempreverdi, diffusi in Asia, in Australia ed in Sud America, oltre a numerose cultivar. Queste p...
  • piante Areca L'Areca è una palma originaria delle Filippine e della Malesia, coltivata in gran parte delle zone caldo-umide dell'Asia e dell'Africa, che in vaso raggiunge raramente i due metri. Ha tronco rigato e ...
  • Datura fiore E' un genere che comprende circa una decina di specie di piante erbacee, perenni, originarie dell'America centro settentrionale e probabilmente dell'Asia; un tempo il genere contava molte più specie, ...
  • Dizygotheca elegantissima La Dizygotheca elegantissima, spesso chiamata anche schefflera elegantissima o aralia elegantissima, è in natura un grosso arbusto, o piccolo albero, sempreverde, originario dell'Australia e delle iso...


Annaffiature

foglie hemigraphis Da marzo a ottobre annaffiare la Hemigraphis repanda regolarmente, mantenendo il terreno leggermente umido, ma controllando che non si formino ristagni d'acqua che sono piuttosto dannosi per questo tipo di pianta; ogni 20-25 giorni fornire del concime per piante verdi, mescolato all'acqua delle annaffiature.

Durante i mesi invernali annaffiare sporadicamente, quando il terreno si mostra asciutto, sempre fornendo moderate quantità di acqua.


Terreno

hemigraphis alternata Per una buona crescita degli esemplari appartenenti a questa varietà, è necessario coltivare in un terreno ricco e soffice, ben drenato; si utilizza del terriccio universale bilanciato, mescolato ad una parte di sabbia ed una parte di corteccia sminuzzata finemente, così da disporre di un substrato con un corretto grado di drenaggio, in grado di impedire i ristagni idrici, fattore pericoloso per la salute di questa pianta che potrebbe presentare marciumi in caso di eccesso di umidità.


Moltiplicazione

La riproduzione di queste piante avviene per talea apicale, in autunno o in primavera; talvolta i fusti che si avvicinano molto al terreno tendono a radicare autonomamente, anche quando sono attaccati alla pianta madre, in primavera si possono staccare e rinvasare in contenitori singoli.

Le talee vanno sistemate in appositi contenitori con un substrato formato da torba e sabbia in parti uguali, da sistemare in un luogo riparato e protetto con temperatura costante, fino alla radicazione.


Hemigraphis repanda: Parassiti e malattie

piante hemigraphis Queste piante sono molto soggette all'attacco degli acari e degli afidi, che possono causare la totale perdita delle foglie. Per contrastare efficacemente il problema è bene intervenire con rapidità quando si notano i primi segni dei parassiti, o utilizzando appositi prodotti insetticidi, oppure con l'impiego di macerati a base di aglio o ortica, che vanno vaporizzati sulle piante colpite.





Esposizione
Questa pianta predilige posizioni molto luminose, ma teme il contatto diretto con i raggi solari.

 
Posizione luminosa
Annaffiature
Consigliamo di annaffiare la pianta solo se il terreno è completamente asciutto, evitando gli eccessi.


Tenere Umido
concimazione
In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO