Maranta - Maranta leuconeura

Generalità

Genere originario del Brasile e delle zone tropicali dell’Africa, che comprende circa una ventina di specie.

La Maranta viene coltivata per il fogliame variegato assai ornamentale. Sono piante sempreverdi che si sviluppano nel sottobosco dei luoghi tropicali; la loro caratteristica predominante è data dal fogliame particolarmente screziato e variegato che le rende molto decorative. Ne esistono numerose varietà che presentano differenze nella colorazione del fogliame.

Produce fiori non molto vistosi, formati da tre petali, che presentano al loro interno dei grandi stami.

Maranta leuconeura


Tecniche colturali

Maranta foglie Si possono coltivare sia in casa che in serra. Una particolarità curiosa di queste piante è che chiude le foglie quando la luminosità dell'ambiente è elevata. Si tratta difatti di piante che resistono bene anche in zone non molto luminose.

La temperatura non deve mai scendere al disotto degli 8-10 gradi.

La temperatura ideale per la coltivazione di queste piante è attorno ai 25 °C, con un grado umidità molto elevato. Nella stagione calda è bene che la pianta rimanga in un luogo ombreggiato, altrimenti potrebbe presentare problemi anche gravi.


  • Cordyline australis Al genere Cordyline australis o Cordilinea appartengono circa venti specie di arbusti o piccoli alberi sempreverdi, diffusi in Asia, in Australia ed in Sud America, oltre a numerose cultivar. Queste p...
  • piante Areca L'Areca è una palma originaria delle Filippine e della Malesia, coltivata in gran parte delle zone caldo-umide dell'Asia e dell'Africa, che in vaso raggiunge raramente i due metri. Ha tronco rigato e ...
  • Datura fiore E' un genere che comprende circa una decina di specie di piante erbacee, perenni, originarie dell'America centro settentrionale e probabilmente dell'Asia; un tempo il genere contava molte più specie, ...
  • Dizygotheca elegantissima La Dizygotheca elegantissima, spesso chiamata anche schefflera elegantissima o aralia elegantissima, è in natura un grosso arbusto, o piccolo albero, sempreverde, originario dell'Australia e delle iso...


Annaffiatura e terreno

pianta maranta Questo tipo di piante vanno annaffiate con regolarità nel periodo caldo, avendo cura di mantenere il terreno umido, ma non inzuppato. Nella stagione invernale le annaffiature vanno diradate. La M.Leuconeura ama i luoghi umidi, quindi è bene eseguire delle nebulizzazioni di acqua sulle foglie, in modo da garantire il corretto grado di umidità.

Il terreno ideale per la sua coltivazione è ricco e fertile, con un buon grado di drenaggio, costituito da terriccio, torba e sabbia.

Questa pianta ha una crescita rapida, quindi è bene prevedere di rinvasarla almeno ogni due anni quando si hanno esemplari giovani. Nel caso di piante adulte la pianta può non richiedere più il rinvaso, ma è bene intervenire ad eliminare uno strato di vecchio terriccio, da sostituire con altro terreno ricco e fertile.


Moltiplicazione

La moltiplicazione avviene per divisione delle piante o per talea nel periodo estivo, lasciando 3-4 foglie per ramo. Le talee vanno sistemate in un composto di torba e sabbia e in un ambiente a temperatura costante, attorno ai 25 °C.

Alcune varietà di Maranta vengono utilizzate per fini alimentari: in particolare dalle radici si ottiene un tipo di fecola commestibile.

Il nome Maranta deriva dallo studioso Bartolomeo Maranti, che per primo la studiò nel XVI secolo.


Maranta arundinacea

Maranta arundinacea Originaria dall’America tropicale presenta degli steli sottili alti circa 2 metri e delle foglie molto grandi che possono arrivare anche a 30 cm. Quando la pianta raggiunge una certa dimensione produce dei piccoli fiori bianchi.


Maranta bicolor

Originaria delle zone del Guyana in Brasile, ha un portamento raccolto. Le foglie, di colore verde scuro, ellittiche, superano raramente i 14 cm di lunghezza. Il fiore, poco vistoso, è di colore bianco con una nervatura porpora all'interno.


Maranta Leuconeura

Maranta Leuconeura pianta Originaria dal Brasile, la M. Leuconeura presenta degli steli abbastanza corti con un portamento decombente. Non raggiunge grandi dimensioni, massimo 50 cm, ed è composta da foglie ellittiche con la punta arrotondata che raggiungono i 15 cm. Questa pianta è anche conosciuta come "Pianta della preghiera".


Maranta - Maranta leuconeura: Parassiti e malattie

Queste piante possono presentare problemi dati da parassiti che se non vengono contrastati in tempo possono provocare problemi anche seri. I parassiti più comuni sono gli afidi, ragnetti rossi e pidocchi e cocciniglie.

Nel caso dei ragnetti rossi è possibile contrastarli con efficacia, solo innalzando il grado di umidità, procedendo con frequenti vaporizzazioni d'acqua sulle foglie. Per le cocciniglie, invece, se la loro presenza è limitata, è possibile intervenire manualmente per la loro eliminazione, utilizzando un panno o un batuffolo di cotone con alcool.

Per i pidocchi esistono appositi prodotti specifici, oppure, è possibile preparare dei macerati a base di ortica o aglio da vaporizzare sulle piante colpite.


  • amaranta pianta La pianta di Maranta appartiene alla famiglia delle Marantaceae. Essa è originaria della fascia equatoriale, e cresce ne
    visita : amaranta pianta



Esposizione
Pianta che predilige le posizioni ombreggiate, evitare l'esposizione ai raggi diretti del sole.

 
Posizione ombreggiata
Annaffiature
Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


Tenere asciutto
concimazione
In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO