Barkeria

Generalità

Il genere Barkeria comprende 10-15 specie di orchidee epifite decidue originarie dell'america centrale. Hanno dimensioni contenute e lunghi pseudobulbi cilindrici simili a canne, eretti; le foglie crescono alternate lungo gli pseudobulbi, sono sottili, lunghe 8-10 cm, di colore verde chiaro con margine rossastro, completamente rossastre sulla pagina inferiore. In tarda estate e in autunno producono bellissimi fiori di colore viola, lilla, bianco o crema, riuniti in infiorescenze di 2-7 fiori, solitari nelle piante giovani. Il labello è proteso verso il basso, mentre sepali e petali tendono verso l'alto, come a formare una corona. Al termine della fioritura le foglie appassiscono e la pianta entra in riposo vegetativo invernale. Queste piante sono molto apprezzate per il lungo periodo di fioritura e le piccole dimensioni, ma non vengono molto coltivate per la difficoltà di crescerle in condizioni troppo dissimili da quelle naturali.
Barkeria melanocaulon

Vivai Le Georgiche ORCHIDEA ONCIDIUM SWEET SUGAR (Vaso 12 cm diametro)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,2€


Esposizione

orchidea barkeria spectablis Le orchidee Barkeria necessitano di posizioni molto luminose, dove però i raggi del sole siano sempre filtrati in quanto l'esposizione diretta, specialmente nelle giornate più calde, può portare a pericolose ustioni dell'apparato fogliare; la temperatura ideale di coltivazione si aggira intorno ai 15-20°C, anche se in estate possono tollerare temperature maggiori, mentre in inverno, quando le foglie sono appassite, possono sopportare temperature vicine ai 10-15°C.

  • Fiori scarpetta Alcune specie di orchidee presentano fiori molto particolari, con il labello ricurvo, chiuso fino a formare una specie di scarpetta; le orchidee con labello a coppa appartengono a tre principali gener...
  • Orchidee Cattleya spicata Il genere orchidee cattleya conta circa cinquanta specie di epifite e litofite, originarie dell'America meridionale; sono munite di pseudobulbi carnosi, che possono avere dimensioni vicine ai 5-7 cm, ...
  • Masdevallia E' un genere che comprende numerosissime orchidee epifite, originarie delle zone umide e montuose dell'America del sud, dal Messico al Perù. Non presentano pseudubulbi e le foglie lunghe e strette, ab...
  • Laelia Il genere Laelia comprende circa 50-60 specie di orchidee, prevalentemente epifite, originarie dell'America centrale, molto affini alle cattleya. Queste varietà formano densi ciuffi di pseudobulbi pia...

TERRICCIO PER ORCHIDEE DA 12 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,5€


Annaffiature

barkeria fiori In primavera, quando i nuovi germogli cominciano a spuntare dal substrato, le annaffiature devono essere regolari e abbondanti, il terreno deve essere abbastanza umido e si consiglia di vaporizzare spesso le foglie e gli pseudobulbi, è importante che dopo le annaffiature l'acqua in eccesso defluisca liberamente dal vaso; con l'inizio della fioritura dimezzare le annaffiature, mantenendo comunque il terreno umido. Alla fine della fioritura sospendere completamente le annaffiature, vaporizzando sporadicamente la pianta, almeno una volta ogni 10-15 giorni; se viene tenute in luogo freddo è bene sospendere completamente annaffiature e vaporizzazioni fino a primavera. Nel periodo vegetativo fornire del concime specifico epr orchidee sciolto nell'acqua delle annaffiature ogni 10-12 giorni, utilizzando circa 1/4 della dose consigliata.


Terreno

barkeria lindleyana Le barkerie necessitano di terreno molto ben drenato, costituito da pezzi di corteccia, pezzi di carbone e fibra di osmunda; si consiglia di praticare numerosi fori nel vaso per simulare le condizioni naturali; infatti le barkerie sono piante epifite e nelle foreste equatoriali si sviluppano sulla corteccia di piccoli alberi, con le radici esposte completamente all'aria.


Moltiplicazione

La riproduzione delle orchidee Barkeria avviene in primavera per divisioni dei cespi di pseudobulbi, non appena questi emettono nuovi germogli. Le nuove piante così ottenute vanno subito rinvasate in contenitori singoli, utilizzando lo stesso substrato che si impiega per la coltivazione delle orchidee adulte.

Queste piante vanno rinvasate quando le radici hanno riempito il contenitore, sostituendo il substrato che nel corso del tempo si degrada, così da fornire un sostegno migliore.


Barkeria: Parassiti e malattie

barkeria skinneri Fare attenzione alla cocciniglia e al marciume radicale. Le cocciniglie si depositano sulle foglie e, quando la loro presenza è limitata, invece di ricorrere a prodotti insetticidi, è bene intervenire con un intervento manuale, utilizzando un batuffolo di cotone con alcool.

Per il marciume radicale occorre fare attenzione al substrato scelto e alla fornitura d'acqua, che deve essere costante ma non lasciare il terreno inzuppato.





Esposizione
Questa pianta predilige posizioni molto luminose, ma teme il contatto diretto con i raggi solari.

 
Posizione luminosa
Annaffiature
Si annaffia soltanto durante periodi di prolungata siccità o quando il terriccio è ben asciutto; in questo periodo dell'anno in genere può essere sufficiente intervenire una volta ogni 20-25 giorni.


Tenere Umido
concimazione
Con l'accorciarsi delle giornate è consigliabile evitare le concimazioni; possiamo anche intervenire in modo assai sporadico, ogni 50-60 giorni, utilizzando piccolissime quantità di prodotto fertilizzante.


Esigenze della piante a dicembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO