Catasetum

Generalità

E' un genere che comprende circa 90-100 specie di orchidee originarie dell'America centrale e meridionale, nella maggior parte dei casi epifite e a foglie caduche. I catasetum hanno la particolarità di avere fiori dimorfici, ovvero i fiori maschili e i fiori femminili hanno forme diverse e crescono su piante separate. Gli pseudobulbi sono spessi e carnosi, producono 8-10 foglie allungate, profondamente segnate da venature sottili, che cadono in inverno; in primavera o in autunno, a seconda della specie, dalla base degli pseudobulbi spuntano dei lunghi fusti dove sbocciano numerosi fiori: i fiori maschili sono molto grandi e sbocciano su fusti eretti; possono lanciare il polline a circa un metro di distanza e sono molto profumati; i fiori femminili sono a forma di casco e meno appariscenti di quelli maschili, sbocciano su fusti penduli. Le piante possono raggiungere dimensioni superiori ai 40-50 cm in un anno di crescita; i fiori femminili sono generalmente verdi, i fiori maschili sono di colore bianco, rosa o violetto, ma esistono numerosi ibridi di vario colore.
Catasetum gnomus

Per CF-Felce artificiale di orchidee Cattleya Dendrobium Catasetum

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,68€


Esposizione

catasetum macrocarpum Queste orchidee amano i luoghi molto luminosi, anche esposti per alcune ore ai raggi diretti del sole, particolarmente nelle ore pomeridiane o del primo mattino per evitare che le temperature troppo elevate possano provocare delle bruciature sulle foglie; necessitano di un ambiente ben ventilato e caldo, non sopportando temperature inferiori ai 10-15°C. In inverno, dopo la fioritura, perdono le foglie, e gli pseudobulbi vanno conservati in luogo temperato, asciutto e poco luminoso.

  • Fiori scarpetta Alcune specie di orchidee presentano fiori molto particolari, con il labello ricurvo, chiuso fino a formare una specie di scarpetta; le orchidee con labello a coppa appartengono a tre principali gener...
  • Orchidee Cattleya spicata Il genere orchidee cattleya conta circa cinquanta specie di epifite e litofite, originarie dell'America meridionale; sono munite di pseudobulbi carnosi, che possono avere dimensioni vicine ai 5-7 cm, ...
  • Masdevallia E' un genere che comprende numerosissime orchidee epifite, originarie delle zone umide e montuose dell'America del sud, dal Messico al Perù. Non presentano pseudubulbi e le foglie lunghe e strette, ab...
  • Laelia Il genere Laelia comprende circa 50-60 specie di orchidee, prevalentemente epifite, originarie dell'America centrale, molto affini alle cattleya. Queste varietà formano densi ciuffi di pseudobulbi pia...


Annaffiature

catasetum pileatum All'inizio della primavera e fino alla fioritura annaffiare abbondantemente e con regolarità, evitando comunque di lasciare il terreno troppo inzuppato e di annaffiare nelle ore serali; dopo la fioritura diminuire le annaffiature, fino a sospenderle completamente quando gli pseudobubli perdono le foglie.

Le annaffiature si riprenderanno non appena si nota la presenza di nuovi germogli; talvolta può essere necessario vaporizzare gli pseudobulbi in inverno, per evitare che si asciughino eccessivamente. Nel periodo vegetativo fornire del concime specifico per orchidee ogni 8-10 giorni, sciolto nell'acqua delle annaffiature.

Durante la stagione calda, procedere con la nebulizzazione di acqua non calcarea sulle foglie per mantenere un buon grado di umidità.


Terreno

catasetum fiori Utilizzare un composto per piante epifite, costituito da sfagno, pezzi di corteccia e altri materiali incorenti, con un ottimo drenaggio; per ottenere fioriture abbondanti è bene rinvasare la pianta ogni 2-3 anni, lasciando in ogni contenitore un solo pseudobulbo. I catasetum sono molto adatti per composizioni su grosse "zattere" di corteccia.


Moltiplicazione

Avviene per divisione dei cespi di pseudobulbi, in primavera, prima della ripresa vegetativa. Nel rinvasare i catasetum è bene avere l'accortezza di tenere gli pseudobulbi con la parte superiore al di fuori della composta di coltivazione, quest'ultima poi va pressata poco, per evitare di rovinare le radici.


Catasetum: Parassiti e malattie

orchidee catasetum Può capitare che queste piante vengano attaccate dalle cocciniglie, che si annidano sia sotto le foglie che sulle radici; eccessi di acqua possono favorire l'insorgenza di marciume radicale, soprattutto durante il periodo di riposo.

Per eliminare le cocciniglie è possibile intervenire manualmente utilizzando un panno con alcool.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Consigliamo di annaffiare la pianta solo se il terreno è completamente asciutto, evitando gli eccessi.


Tenere Umido
concimazione
Con l'arrivo dei mesi freddi e l'accorciarsi delle giornate diradiamo le concimazioni: forniamo un fertilizzante specifico ogni 45-50 giorni.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO