Cephalanthera

Generalità

Il genere Cephalanthera comprende circa una dozzina di specie di orchidee, per lo più terricole, originarie prevalentemente dell'Europa, esistono alcune specie asiatiche ed un'unica specie americana, C. austiniae. Hanno lunghi rizomi striscianti, da cui si ergono spessi fusti, alti 20-50 cm, che portano una rosetta di foglie alla base e quindi foglie alterne che diminuiscono di dimensione salendo lungo il fusto; sono di colore verde brillante e, a seconda della specie, sono nastriformi, lanceolate o ovali, come in C. damasonium. Tra la fine della primavera e l'inizio dell'estate all'apice dei fusti sbocciano numerosi fiori di dimensioni abbastanza grandi, 7-10 cm di diametro, di colore bianco candido o crema, talvolta rosato; C. rubra ha fiori di color viola porpora. Queste orchidee sono presenti anche in Italia, alcune specie sono di facile reperimento nei boschi di faggi o nei castagneti.

Cephalanthera

Bouquet 3 steli orchidea Cymbidium naturale nota personalizzata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 80,93€


Esposizione

pianta Cephalanthera Le cephalanthera crescono di preferenza nel sottobosco, in collina o montagna, fino a 1400-1600 metri di altitudine; preferiscono quindi luoghi ombreggiati, con estati fresche; non temono i freddi invernali. Vanno sistemate in luoghi freschi e riparati dai raggi solari diretti, soprattutto nel periodo caldo, per evitare che i raggi solari possano provocare ustioni sulle foglie. Possono essere coltivate in casa anche se preferiscono i luoghi aperti, scegliendo un posto riparato e non troppo esposto alla luce solare. Crescono meglio in ambienti con una buona ventilazione e in inverno non vanno sistemate vicino ai termosifoni.

  • cephalanthera ensifolia ORCHIDACEAECEPHALANTHERA ENSIFOLIA Rich.Pianta alta 30 - 60 cm. Rizoma allungato con radici fibrose. Fusti solcati, fogliosi. Foglie lanceolate, le superiori sottili. Spiga rada con fiori bian...
  • Fiori scarpetta Alcune specie di orchidee presentano fiori molto particolari, con il labello ricurvo, chiuso fino a formare una specie di scarpetta; le orchidee con labello a coppa appartengono a tre principali gener...
  • Orchidee Cattleya spicata Il genere orchidee cattleya conta circa cinquanta specie di epifite e litofite, originarie dell'America meridionale; sono munite di pseudobulbi carnosi, che possono avere dimensioni vicine ai 5-7 cm, ...
  • Masdevallia E' un genere che comprende numerosissime orchidee epifite, originarie delle zone umide e montuose dell'America del sud, dal Messico al Perù. Non presentano pseudubulbi e le foglie lunghe e strette, ab...

Vivai Le Georgiche ORCHIDEA BURRAGEARA ANAWAY (CAMBRIA)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,9€


Annaffiature

cephalanthera austiniae Per quanto riguarda la fornitura d'acqua, la Cephalanthera ha bisogno di annaffiature regolari, ma con l'accortezza di controllare che il terreno non rimanga inzuppato. E' fondamentale controllare che il substrato si mantenga umido senza la possibilità di presentare ristagni idrici pericolosi.

Nei periodi caldi è bene intervenire vaporizzando dell'acqua sull'apparato fogliare per aumentare il grado di umidità ambientale.


Terreno

fiori cephalanthera Queste orchidee si trovano generalmente in terreni calcarei, con presenza di foglie decomposte.

In genere le orchidee Cephalanthera preferiscono i terreni ben drenati ma umidi, come avviene in genere nei nostri boschi. Un buon substrato dovrebbe essere composto da sfagno e cortecce sminuzzate, per fornire un adeguato sostegno alle radici e per ricreare le condizioni in cui le orchidee crescono in natura.

Fondamentale è controllare che il terreno non consenta la formazione di ristagni idrici, fattore che può provocare rapidamente l'insorgenza di marciumi radicali pericolosi.


Moltiplicazione

Per ottenere nuove orchidee Cephalanthera è possibile procedere con la divisione dei rizomi nella stagione primaverile; questi vanno messi a dimora in un composto adatto alle orchidee, mantenendo le nuove piantine in un luogo fresco e riparato per favorire il processo di germinazione.


Cephalanthera: Parassiti e malattie

cephalanthera rubra Le orchidee di questo tipo possono presentare problematiche legate a condizioni ambientali sfavorevoli o all'attacco di parassiti che possono comprometterne la bellezza, come le cocciniglie che si depositano sulle foglie; in questo caso, per eliminare il problema, può essere sufficiente intervenire con l'impiego di un batuffolo di cotone con alcool da passare sulle foglie per eliminare manualmente i parassiti. Altro problema è quello dei marciumi radicali, dovuto ad un eccesso di acqua nel terreno.





Esposizione
Pianta che predilige le posizioni ombreggiate, evitare l'esposizione ai raggi diretti del sole.

 
Posizione ombreggiata
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
Con l'arrivo dei mesi freddi e l'accorciarsi delle giornate diradiamo le concimazioni: forniamo un fertilizzante specifico ogni 45-50 giorni.


Esigenze della piante a novembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO