Leochilus

Generalità

Il Leochilus è un genere che comprende circa trenta specie di orchidee epifite, diffuse nell'America tropicale, dalla Florida all'America centrale. Hanno dimensioni abbastanza contenute; gli pseudobulbi sono ovali, carnosi, da ognuno di essi spuntano 1-2 foglie allungate, arcuate, lunghe 10-12 cm; verso la fine dell'inverno, o in primavera, dagli pseudobulbi cresce un lungo fusto, talvolta ramificato, che porta numerosi piccoli fiori profumati, in genere di colore giallo-verdastro, con puntini porpora sul labello; alcune specie hanno fiore rosato, bianco o crema. Queste orchidee non sono molto comuni in coltivazione, anche se la fioritura abbastanza prolungata e i piccoli fiori profumati le rendono molto decorative.
Leochilus labiatus


Esposizione

Leochilus carinatus fiori Per ottenere i migliori risultati nella coltivazione delle orchidee Leochilus è bene porre a dimora queste piante in luogo abbastanza luminoso, ma non esposto ai raggi diretti del sole; queste orchidee necessitano di temperature invernali vicine ai 15-18°C, quindi vanno coltivate in casa o in serra temperata, avendo cura, se poste in casa, di non sistemarle troppo vicino a fonti di calore, come i termosifoni e garantendo loro sempre una buona luminosità per evitare una crescita stentata e una fioritura limitata.

  • Fiori scarpetta Alcune specie di orchidee presentano fiori molto particolari, con il labello ricurvo, chiuso fino a formare una specie di scarpetta; le orchidee con labello a coppa appartengono a tre principali gener...
  • Orchidee Cattleya spicata Il genere orchidee cattleya conta circa cinquanta specie di epifite e litofite, originarie dell'America meridionale; sono munite di pseudobulbi carnosi, che possono avere dimensioni vicine ai 5-7 cm, ...
  • Masdevallia E' un genere che comprende numerosissime orchidee epifite, originarie delle zone umide e montuose dell'America del sud, dal Messico al Perù. Non presentano pseudubulbi e le foglie lunghe e strette, ab...
  • Laelia Il genere Laelia comprende circa 50-60 specie di orchidee, prevalentemente epifite, originarie dell'America centrale, molto affini alle cattleya. Queste varietà formano densi ciuffi di pseudobulbi pia...


Annaffiature

leochilus Per quel che riguarda la fornitura d'acqua alle orchidee Leochilus, annaffiare regolarmente, ponendo il vaso in immersione per alcuni minuti, fino a che il substrato è ben umido, lasciare quindi scolare e porre in un sottovaso, possibilmente riempito con argilla espansa abbastanza umida, ma non bagnata. Nei mesi più caldi e durante l'inverno è bene vaporizzare le foglie con acqua demineralizzata per mantenere il corretto grado di umidità ambientale, fattore determinante per la crescita vigorosa di queste piante; ogni 20-30 giorni aggiungere all'acqua delle annaffiature del concime bilanciato.


Terreno

leochilus pianta Queste orchidee in natura sono epifite, crescno cioè poggiando le proprie radici su altre piante, con le radici esposte; necessitano quindi di substrato costituito da corteccia sminuzzata, fibra di cocco e sfagno. Gli pseudobulbi tendono con gli anni a germogliare, per dare origine a nuove piante, per questo motivo è bene rinvasare la pianta ogni 2-3 anni, perchè abbia lo spazio necessario per crescere e per sostituire il substrato che nel corso del tempo tende a degradarsi, non fornendo più un valido appoggio per le radici. Prima di procedere con il rinvaso è bene bagnare il substrato e le radici, per renderle meno fragili e delicate, evitando così che possano rompersi.


Moltiplicazione

dopo la fioritura è possibile dividere i cespi di pseudobulbi, avendo cura di mantenere una o più radici ben sviluppate per ogni porzione di cespo praticata; le nuove piante così ottenute vanno subito rinvasate singolarmente.


Leochilus: Parassiti e malattie

leochilus carinatus Talvolta la cocciniglia si annida alla base delle foglie. Per evitare che possa causare danni alla pianta è bene intervenire con rapidità, utilizzando un batuffolo di cotone con alcool da passare sulle foglie per togliere i parassiti. Le orchidee possono anche presentare problemi di marciume radicale, derivanti da un eccesso di annaffiature o da un substrato non sufficientemente drenante.





Esposizione
Questa pianta predilige posizioni molto luminose, ma teme il contatto diretto con i raggi solari.

 
Posizione luminosa
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
Con l'arrivo dei mesi freddi e l'accorciarsi delle giornate diradiamo le concimazioni: forniamo un fertilizzante specifico ogni 45-50 giorni.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO