Restrepia

Generalità

Questo genere comprende circa cinquanta specie di orchidee epifite, generalmente prive di pseudobulbi, originarie dell'America centrale e delle zone andine dell'America meridionale. Le lunghe foglie sono lucide, cuoiose e spesse, di colore verde scuro; i fiori, che sbocciano in estate, sono di colore giallo, rosa, arancio o porpora; presentalo i sepali uniti a due a due, con caratteristiche striature o puntinature di colore porpora o marrone; sbocciano solitari su brevi fusti e solitamente poggiano sulle foglie; nel loro ambiente naturale queste orchidee producono fiori per tutto l'arco dell'anno. I fusti sono solitamente di colore chiaro, talvolta biancastro. Queste particolari orchidee, se cresciute nel loro habitat naturale, sono in grado di fiorire per tutto il corso dell'anno. Questo è possibile anche quando vengono coltivate in vaso ma solo quando si è in grado di ricreare l'ambiente ideale per il loro perfetto sviluppo. Di questa grande famiglia, le varietà più note sono l'orchidea guttulata dai fiori larghi 5 centimetri e molto punteggiati, l'orchidea striata con fiori particolarmente ampi e ultima, non per importanza, l'orchidea antennifera dai petali arancione e dalle dimensioni ridotte.
Restrepia

Vivai Le Georgiche ORCHIDEA MASDEVALLIA PURPLE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,5€


Esposizione

fiore restrepia Le orchidee restrepia necessitano di posizioni moderatamente luminose, mai esposte ai raggi diretti del sole, che rovinerebbero irreparabilmente le foglie per il troppo calore. Si tratta di specie che temono il freddo, anche se alcune specie possono sopportare per brevi periodi temperature al di sotto dei 4-5°C, essendo originarie di zone montuose. In estate possono essere poste all'esterno, in luogo riparato ma molto ventilato e fresco; in inverno vanno ritirate in casa o in serra temperata per agevolare loro una crescita ottimale.

  • Fiori scarpetta Alcune specie di orchidee presentano fiori molto particolari, con il labello ricurvo, chiuso fino a formare una specie di scarpetta; le orchidee con labello a coppa appartengono a tre principali gener...
  • Orchidee Cattleya spicata Il genere orchidee cattleya conta circa cinquanta specie di epifite e litofite, originarie dell'America meridionale; sono munite di pseudobulbi carnosi, che possono avere dimensioni vicine ai 5-7 cm, ...
  • Masdevallia E' un genere che comprende numerosissime orchidee epifite, originarie delle zone umide e montuose dell'America del sud, dal Messico al Perù. Non presentano pseudubulbi e le foglie lunghe e strette, ab...
  • Laelia Il genere Laelia comprende circa 50-60 specie di orchidee, prevalentemente epifite, originarie dell'America centrale, molto affini alle cattleya. Queste varietà formano densi ciuffi di pseudobulbi pia...

Cinema gotico fodera per cuscino - il Dracula

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,83€


Innaffiature

fiore restrepia Hanno bisogno di terreno costantemente umido, per tutto l'arco dell'anno; nel periodo invernale è comunque bene attendere che il terreno asciughi un poco tra un'annaffiatura e l'altra; vaporizzare frequentemente le foglie con acqua distillata per aumentare l'umidità ambientale. Da marzo a ottobre fornire del concime specifico per orchidee ogni 7-10 giorni, mescolato all'acqua delle annaffiature.


Terreno

fiore restrepia Come abbiamo visto per le altre varietà di orchidea, anche la nostra restrepia necessita di un particolare tipo di terriccio per crescere al meglio ed essere vigorosa. Coltivare quindi le restrepia in un miscuglio di cortecce sminuzzate, di perlite e di sfagno. Per quanto riguarda le concimazioni, è bene somministrare del fertilizzante liquido specifico per orchidee ogni dieci giorni circa nell'acqua di irrigazione. Il periodo migliore per concimare le nostre orchidee va dal mese di marzo alla fine di ottobre.


Moltiplicazione

Queste orchidee si riproducono facilmente per talea di foglia; è possibile anche moltiplicare queste piante praticando delle porzioni dei cespi di foglie, cercando di mantenere una radice ben sviluppata per ogni porzione praticata.


Restrepia: Parassiti e malattie

Le orchidee restrepia non soffrono particolarmente l'attacco di malattie e parassiti ma è importante fare attenzione alle cocciniglie quando vengono coltivate in luoghi poco ventilati. La cocciniglia è un minuscolo insetto o parassita che, nutrendosi della linfa contenuta nelle foglie della nostra orchidea, indebolisce la pianta danneggiando la sua crescita e sviluppo. Rimuovere la cocciniglia manualmente con un batuffolo di cotone imbevuto in alcool oppure utilizzare specifici prodotti antiparassitari reperibili presso vivai e centri giardino.





Esposizione
Questa pianta predilige posizioni molto luminose, in questo periodo dell'anno è consigliabile evitare i raggi diretti del sole.

 
Posizione luminosa
Annaffiature
Ogni 10-12 giorni annaffiare la pianta, attendendo che il terreno asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra.


Tenere Umido
concimazione
Con l'accorciarsi delle giornate è consigliabile evitare le concimazioni; possiamo anche intervenire in modo assai sporadico, ogni 50-60 giorni, utilizzando piccolissime quantità di prodotto fertilizzante.


Esigenze della piante a dicembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO