Sarcochilus

Generalità

genere che comprende alcune specie di orchidee epifite o litofite, diffuse in Australia e in Asia. Costituiscono ampi cespi di foglie lineari, erette o leggermente arcuate, carnose, di colore verde chiaro; in alcune specie le foglie sono allargate, nastriformi; dal centro del cespuglio si sviluppano lunghi fusti sottili, eretti, su cui sbocciano 10-15fiori di piccole dimensioni, con diaetro di 2-5 cm, di colore bianco, rosa, o lilla, con il centro del fiore in colori contrastanti. Hanno cinque petali allargati, al centro dei quali si nota un piccolo labello; molte specie sono delicatamente profumate, e possono produrre fino a 3-4 fusti floreali. Queste orchidee si possono ammirare dalla fine dell'inverno fino a primavera inoltrata. La gran parte delle specie appartenenti a questo genere sono abbastanza facili da coltivare, anche se non sempre sono reperibili sul mercato, che spesso preferisce piante con fiori di dimensioni più cospicue.
Sarcochilus


Esposizione

orchidea Le orchidee Sarcochilus si coltivano in contenitori di medie dimensioni, preferibilmente di coccio, oppure montate su pezzi di corteccia; preferiscono posizioni semiombreggiate, non direttamente colpite dalla luce del sole. Come per tutte le altre varietà di orchidea, l'esposizione diretta ai raggi del sole potrebbe essere dannosa per le nostre piantine in quanto il calore intenso potrebbe bruciare le foglie e i petali dell'orchidea. Necessitano di un buon ricambio d'aria; anche se possono sopportare brevi periodi di freddo intenso, si sviluppano al meglio se coltivate ad una temperatura minima di 8-10°C.

  • Alpinia zerumbet fiore L'alpinia zerumbet o purpurata è una pianta tropicale sempreverde, originaria dell'America centro meridionale e dell'Asia. Forma un cespo fitto e compatto di foglie allungate, appuntite, di colore ver...
  • musa ornata fiore La Musa ornata è una pianta erbacea perenne originaria dell'Asia; è l'unica specie di banano che fiorisce e fruttifica anche se coltivato in appartamento. Lo spesso fusto, eretto, è di colore giallo-v...
  • Dieffenbachia genere appartenente alla famiglia delle araceae, che comprende 30 specie di piante perenni sempreverdi con un fusto robusto e foglie molto grandi, e oblunghe.Anche se è originaria dell'America cent...
  • Anthurium andreanum Gli anthurium sono tra le piate più coltivate in appartamento, appartengono alla famiglia della aracee, come ad esempio le comuni calle bianche da giardino; le somiglianze tra i due generi sono molto ...


Annaffiature

orchidea sarcochilus Il substrato va mantenuto costantemente umido, ma non particolarmente bagnato; si consiglia di annaffiare regolarmente, evitando i ristagni idrici e gli eccessi di annaffiature, soprattutto durante i mesi freddi, periodi dell'anno in cui la pianta non necessita di irrigazioni abbondanti. Per aumentare l'umidità ambientale è bene vaporizzare la pianta periodicamente, utilizzando acqua demineralizzata. Ogni 15-20 giorni fornire una piccola dose di concime specifico per orchidee da diluire nell'acqua di irrigazione. Non possiedono pseudobulbi e quindi risentono molto della siccità e delle temperature particolarmente alte.


Terreno

orchidea fiori Molto importante per la coltivazione delle nostre orchidee è la tipologia di terreno da prediligere. Il terriccio è infatti una vera e propria risorsa per le nostre piante in quanto è proprio dal terreno che acquisiscono le sostanze nutritive di cui hanno bisogno per crescere e svilupparsi. Le Sarcochilus necessitano di un terreno sciolto e legero, molto ben aerato; in genere si utilizza un miscuglio costituito da una parte di argilla espansa, una parte di fibre vegetali ed una parte di corteccia sminuzzata. Si rinvasano ogni 2-3 anni, per permettere uno sviluppo adeguato della vegetazione e permettere all'apparato radicale di svilupparsi con facilità e senza costrizioni.


Sarcochilus: Parassiti e malattie

Per coltivare al meglio le nostre Sarcochilus, fare molta attenzione allo sviluppo di afidi. Si tratta di parassiti particolarmente dannosi per la nostra pianta che potrebbero indebolirla e rendere difficoltosa la crescita. Questi parassiti, nutrendosi della linfa contenuta nelle foglie dell'orchidea, la privano della sua principale fonte di sostentamento. E' possibile affidarsi a specifici prodotti antiparassitari per eliminare il problema alla radice.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Annaffiare con regolarità, ogni 6-7 giorni, bagnando il terreno a fondo, ma attendendo che il substrato asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra; evitare di lasciare acqua stagnante nel sottovaso.


Tenere Umido
concimazione
Con l'arrivo dei mesi freddi e l'accorciarsi delle giornate diradiamo le concimazioni: forniamo un fertilizzante specifico ogni 45-50 giorni.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO