Serapias lingua

Generalità

La Serapias lingua è un genere di orchidee diffuse in Italia ed in gran parte dell'Europa e dell'area mediterranea; S. lingua è una specie autoctona italiana, si tratta di un'orchidea terricola, che sviluppa bulbi carnosi, da cui si dipartono fusti eretti, abbastanza spessi, di colore verde chiaro, spesso nella parte apicale assumono colorazione rosata; le foglie sono nastriformi, con la base avvolta attorno al fusto, di colore verde chiaro, rugose. In primavera all'apice dei fusti sbocciano alcuni fiori di colore rosato, che presentano un lungo labello rosso o porpora, bilobato, pubescente, sovrastato da un elmetto striato, costituito da due sepali ed un tepalo riuniti a costituire una piccola cavità, che talvolta serve da riparo per gli insetti impollinatori. Le altre specie di Serapias hanno fiori di questa forma particolare, cambiano le colorazioni: S. meglecta ha colorazione rosata-aranciata; S. vomeracea è più chiara, con cappuccio verde-biancastro.
Serapias lingua


Esposizione

serapias Queste orchidee non sono molto diffuse in commercio, e si tratta di specie rare in natura, che è bene non prelevare dai luoghi in cui crescono spontaneamente; si possono trovare in ogni caso esemplari prodotti dai vivai, che vengono coltivati all'aperto, in luogo semiombreggiato, o comunque ombreggiato nelle giornate più calde dell'anno. L'esposizione diretta ai raggi del sole potrebbe bruciare le foglie e i fiori della pianta, danneggiando la crescita della nostra Serapias lingua. Sono piante che non temono il freddo, in inverno in genere vanno in riposo vegetativo, e la parte aerea dissecca.

  • fiori secchi La vita dei fiori può essere, per così dire, "allungata", grazie all'utilizzo di tecniche di essiccazione, che consentono la conservazione di piante e fiori per un lungo periodo di tempo. La bellezza ...
  • Conoscere il significato ed il linguaggio dei fiori è di fondamentale importanza per non fare brutte figure e per non sbagliare mai tipo di fiori in ogni occasione. Scopri quale fiore regalare a secon...
  • Decorano terrazze, balconi e angoli del giardino. Stiamo parlando delle fioriere, contenitori per piante e fiori che trovano sempre più spazio nel mondo del giardinaggio. Molto più ampie dei vasi, le...
  • Dieffenbachia genere appartenente alla famiglia delle araceae, che comprende 30 specie di piante perenni sempreverdi con un fusto robusto e foglie molto grandi, e oblunghe.Anche se è originaria dell'America cent...


Innaffiature

serapias Per quanto riguarda le annaffiature, le Serapias lingua possono sopportare senza problemi brevi periodi di siccità; da marzo a settembre si interviene annaffiando il substrato solo quando è abbastanza asciutto, evitando di inzupparlo eccessivamente. In caso contrario si potrebbero verificare ristagni idrici e la comparsa di marciumi radicali. Durante i mesi freddi evitiamo le annaffiature in quanto le temperature più basse permettono alla pianta di crescere senza particolari irrigazioni.


Terreno

La scelta del terreno di coltivazione è fondamentale per la buona crescita della serapias. Il terriccio rappresenta infatti la principale fonte di sostentamento delle specie vegetali, per questo motivo è opportuno scegliere una tipologia di terreno ideale in base alle specifiche esigenze colturali della nostra pianta. Le serapias lingua prediligono terreni sciolti, soffici, ricchi in materia organica; possiamo utilizzare un miscuglio costituito da terriccio di foglie, torba di sfagno e alcuni pezzetti di corteccia sminuzzata. E' possibile somministrare alla pianta del concime liquido disciolto nell'acqua di irrigazione in modo tale da aiutare la pianta nel suo processo di crescita.


Moltiplicazione

serapias Riprodurre queste piante potrebbe essere una vera e propria soddisfazione. La moltiplicazione non è particolarmente difficile ma è bene conoscere i migliori metodi per ottenere risultati ottimi. La moltiplicazione avviene principalmente per divisione dei cespi di bulbi ma anche per seme è possibile riprodurre queste piante.


Serapias lingua: Parassiti e malattie

In genere, queste piante non temono l'attacco di parassiti o di malattie, se le condizioni di coltivazione sono adeguate. Assicurarsi di fornire irrigazioni adeguate e di evitare però i ristagni idrici.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Consigliamo di annaffiare la pianta solo se il terreno è completamente asciutto, evitando gli eccessi.


Tenere Umido
concimazione
Con l'arrivo dei mesi freddi e l'accorciarsi delle giornate diradiamo le concimazioni: forniamo un fertilizzante specifico ogni 45-50 giorni.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO