gazebo in alluminio

Storia del primo gazebo

Sintetizzando la nascita del gazebo, quindi la sua storia ed evoluzione, le prime forme di gazebo vennero realizzate nei punti centrali di ogni città (dominando le piazze più importanti) oppure furono sistemati nei parchi pubblici. Usato principalmente come punto di ritrovo, il gazebo venne realizzato nei luoghi dove poter osservare il transito dei passanti stando comodamente seduti su panchine o semplici sedie.

I materiali maggiormente usati fin dalla sua nascita, furono il legno ed il ferro. Vennero realizzati anche modelli in muratura.

Con l'evoluzione, il gazebo è divenuto un pezzo di arredamento privato, qualcosa da esporre con piacere all'esterno delle proprie case. Ed è stato così inserito su terrazze o giardini delle abitazioni private. Però, nonostante l'evoluzione, ancora si preferisce conservare l'utilizzo del gazebo nei luoghi pubblici. Infatti, vi sono alcuni modelli proprio all'esterno di ristoranti, pizzerie, bar, chiostri di ogni tipo, spiagge, piscine, stazioni, etc. Decorato con svariati tipi di materiali, partendo dalla plastica che domina il tetto spiovente fino da arrivare alla finta paglia che caratterizza il gazebo da spiaggia.

gazebo in aluminio

Gazebo pieghevole impermeabile in alluminio 3x3m Bianco per Fiere/Mercatini/Giardino (3816)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 64,91€


Consigli degli architetti da esterni

gazebo in aluminioLa moderna architettura da giardino e le riviste più lette di architettura da esterni, ci mostrano come lo stesso alluminio possa diventare facile da modellare per realizzare svariati modelli di gazebo. Alcuni adatti per la semplice protezione dai raggi solari ed altri fissi ed impermeabili perfetti per ogni tipo di stagione e di clima.

Alcuni modelli estivi di gazebo, sono caratterizzati appunto da un tetto in tessuto microforato, utile per poter filtrare l'acqua piovana. Consigliabile è smontare la copertura in stoffa microforata durante la stagione invernale. L'ossatura del gazebo è dominata dal colore della verniciatura capace di generare un piacevole contrasto con il tendaggio chiaro. I colori della struttura possono essere: nero, marrone, verde, bianco. Mentre i colori più richiesti per le coperture ed i tendaggi sono: bianco, avorio, champagne, beige, giallo, arancione, rosso, verde, azzurro, blu, grigio..oppure, se questi non dovessero piacere, alcuni produttori di gazebo, offrono la possibilità di scegliere sia il colore della struttura preferito che il colore delle tende e della copertura del vostro gazebo. Insomma, ci si può davvero divertire dando libero sfogo alla propria fantasia ed al proprio buon gusto.

Altri modelli estivi di gazebo, offrono una particolare decorazione del modello realizzata con tendaggi ai quattro lati. Si parla di tende scorrevoli che possono essere lasciate aperte o chiuse se si desidera particolare privacy. Il tessuto utilizzato per le tende può essere di qualsiasi tipo. Si passa da tende fatte di tessuto acrilico un po' più spesse e pesanti a tende trasparenti e colorate, perfette per garantire un'ottima copertura dai raggi troppo caldi del sole e per permettere solo il passaggio della fresca arietta dei mesi caldi.

    Gazebo in ferro e metallo Pieghevole a fisarmonica telescopico rapido con telo bianco metri 3x3 per campeggio fiera

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 56,01€


    Gazebo fisso: perché si preferisce agli altri modelli

    Gazebo fissoI modelli di gazebo fisso, offrono una maggiore scelta sia per quanto riguarda i materiali da usare per realizzarli e decorarli sia per la qualità propria del tessuto che andrà a coprire lo scheletro del vostro gazebo. Proprio perché si tratta di strutture fisse che devono resistere ad ogni tipo di clima quindi vento forte, neve, pioggia e molto altro, si consiglia l'utilizzo di grossi bulloni in ferro, in grado di fissare i pali di alluminio del gazebo sia nella morbida terra del giardino che sull'asfalto del proprio cortile. Anche qui i colori della verniciatura dello scheletro possono essere di ogni tipo, si tratta spesso di vernice impermeabile, per evitare che lo stesso alluminio venga aggredito dagli agenti atmosferici. Mentre, le coperture consigliate sono quelle in materiale plastico, pvc, teli cerati, policarbonato (ovvero una resina sintetica trasparente). Il tetto spiovente o a "punta", realizzato con il materiale sopra elencato, permette all'acqua piovana di scivolare giù senza rimanere bloccata sulla copertura e rischiare di appesantirla o di romperla. Inoltre, la rigidità del materiale e delle morbide curve permette alla stessa copertura di rimanere bella salda allo scheletro in alluminio, soprattutto se attaccata da venti forti.

    Per quanto riguarda i pali o pilastri di alluminio ne sono di solito quattro, legati in alto a possenti travi di alluminio che uniti tra loro generano una "base" quadrata dove viene sormontato il tetto. Ma la forma del vostro gazebo può essere anche esagonale, rettangolare, allungata con angoli arrotondati, circolare e molto altro ancora. La forma, ovviamente, aumenta il numero di pali da inserire nel terreno per alimentare la stabilità del gazebo.

    Anche in questo campo, l'arte si è fusa con la tecnologia e da questa fusione sono nate straordinarie forme per dar vita a quelli che un tempo erano semplicissimi modelli di gazebo. Alcuni sembrano vere e proprie cupole rinascimentali, circondate da vetri o con il solo tetto di vetro temperato resistente ad ogni tipo di urto. I vetri possono essere sia scuri sia trasparenti. Invece le forme più elaborate di gazebo offrono coperture circolari circondate da archi lavorai in alluminio e piccole decorazioni aggiunte negli angoli arrotondati.

    Alcuni modelli di gazebo sono delle vere e proprie casette all'aperto realizzate in ferro battuto o alluminio. Decorati all'estremo con dettagliate lavorazione sempre dello stesso materiale del gazebo e coperti eventualmente con tendaggi di vario tipo. Particolarmente eleganti e piacevoli da osservare, spesso dominano i giardini di grosse ville in aperta campagna.


    Perché si preferisce l'alluminio o il ferro

    Anche se si tratta di legno di un certo tipo, si preferisce l'utilizzo di ferro o alluminio principalmente perché il legno, essendo fragile, non può resistere per sempre. Infatti, il materiale organico, restando per molto tempo in luoghi all'aperto, rischia comunque di rovinarsi o indebolisti. Ecco perché il legno è stato sostituito da materiali solidi e non organici e questi ultimi sono protetti da vernici particolari per garantire la lunga durata dell'amato gazebo.

    Inoltre, sempre più usato è il gazebo che, unite al suo scheletro, possiede ampie panchine in materiale solido o anche qualche tavolino al centro, tutto l'arredamento unito alla struttura stessa. Non più una sola copertura da arredare come si vuole, ma un vero e proprio salotto all'aperto già arredato, dove prendere una piacevole tazza di caffè in solitudine, leggere libri e persino fare conversazione con amici.

    Insomma anche per un semplicissimo gazebo gli architetti si sforzano per offrire il meglio e permettere di arredare le case di tutto il globo con pezzi davvero originali.


    gazebo in alluminio: gazebo : Gazebo in alluminio

    Gazebo in alluminioOrientati al meglio in un settore molto più complesso di quanto si è soliti pensare, come quello relativo al mondo dei gazebo. Fondamentali nell’arredamento e nel dare un nuovo volto al tuo angolo verde, tali prodotti vanno infatti scelti con grande attenzione e assoluta consapevolezza delle caratteristiche di ciascuna tipologia di prodotto.

    Ecco perché stiamo facendo questa carrellata su molti prodotti, soffermandoci, questa volta, sui cosiddetti gazebo in alluminio. Nello specifico, riteniamo quella che ti stiamo presentando la soluzione ideale per tutti coloro che non vogliono svenarsi e che, allo stesso tempo, cercando un’alternativa che sappia adattarsi al meglio alle varie tipologie di giardino.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO