Filosofia giardino zen

vedi anche: giardino

Generalità

Il giardino zen è intimamente legato alla cultura zen giapponese, un luogo in cui si ritrova il proprio benessere circondati da elementi naturali essenziali e di significato. L’aspetto del giardino segue il susseguirsi delle stagioni, è una continua evoluzione, proprio com’è in continuo mutamento l’universo. Nonostante sia progettato per seguire un ritmo ciclico ben stabilito, è un luogo di estrema calma e di pace. Non esiste un unico stile di giardino giapponese per definirlo, sono assai tutti diversi tra loro, e ciascuno ha un suo specifico significato, ma quello legato all’arte del giardinaggio tradizionale è il Karesansui. Definito anche come giardino secco si compone essenzialmente di due elementi: Pietre e sabbia bianca. Si tratta di un giardino molto minimalista ed essenziale ma ne esistono di differenti, che si sono evoluti a partire dal buddismo zen. Il giardino nella filosofia zen crea un vero e proprio paesaggio, dove ogni elemento è espressione di un concetto. Non occorre uno spazio troppo grande ma l’importante è conoscere i principi fondamentali della cultura zen affinché il giardino risulti davvero unico. La sabbia qui non è quella classica che noi conosciamo bensì del granito bianco capace di illuminare anche le aree vicine. Il rastrello è uno strumento piuttosto importante che si usa per creare le linee, la linea deve essere tracciata senza mai fermare il rastrello stesso, creando degli armoniosi percorsi. Queste linee tracciate non sono certe prive di significato ma rappresentano dei percorsi che spesso ruotano attorno ai massi che simboleggiano il passaggio dal mare per raggiungere un altro punto di vista. La contemplazione è aiutata proprio da questi elementi che come si è avuto modo di notare sono densi di significato.
zen

Stone-Lite - Testa di Buddha - Statuetta per giardino - 42 cm - nero - resiste a pioggia e a gelo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 117,99€


Il significato degli elementi

giardino zenIn un giardino zen, l’acqua è un elemento naturale, rappresentato sotto forma di cascate o di fontanelle. Nel caso delle cascate, si presta particolare attenzione anche al modo in cui scorre l’acqua, esistono tantissimi diversi modi affinché il suono prodotto dall’acqua che poi s’infrange contro i sassi sia sempre diverso. Non si tratta di un rumore ma di un suono che aiuta certamente a rilassarsi. Le fontanelle o gli stagni rappresentano degli elementi in grado di portare fortuna economica ma attenzione perché troppe fonti d’acqua potrebbero far versare troppe lacrime. L’energia negativa deve essere allontanata dall’abitazione con alberi o staccionate di legno. Anche il terreno attorno alla casa esprime qualcosa, ad esempio se è piatto non c’è un drago se è ondulato ci sono i draghi portafortuna. Gli alberi anche se indicano sviluppo devono essere sempre perfettamente potati, evitare inoltre di usare piante spinose perché portano energia negativa.

  • Giardini zen Questo particolare giardino ha origini lontane, nasce, infatti, con l'avvento del buddismo zen che risale alla fine del sesto secolo, ma viene ridefinito e perfezionato nei monasteri Zen e nei relativ...
  • giardino zen Molte persone si avvicinano al giardinaggio di stile orientale per trovare un angolo di pace nel caos della vita quotidiana e nel caos cittadino creando cosi un microcosmo che racchiude significati, s...
  • giardino zen giapponese Il giardino zen è tipico della cultura Giapponese, a cui si ispira utilizzando i tre elementi caratteristici che sono: acqua, pietre e piante.Il suo allestimento ha la finalità di ricostruire una ra...
  • giardino pensile I giardini pensili hanno una lunga storia, e si sono tramandati sino a oggi diventando parte integrante del nostro giardinaggio poiché offrono la possibilità di avere un giardino in terrazzo, senza do...

Stone-Lite Statuetta - Buddha il giusto - resistente alla pioggia e al gelo - nero - 30 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 79€


Filosofia giardino zen: Cosa rappresenta un giardino zen

L’aspetto così minimalista e rigoroso del giardino zen porta all’essenzialità e alla ricerca di quanto più semplice alberga in noi. Curare un giardino zen è piuttosto semplice, fare le righe con il rastrello è l’unica cosa possibile dinanzi ad un giardino secco. Religione e giardino trovano un’intensa associazione, e nonostante il loro aspetto possa farli apparire come dei giardini moderni in realtà le loro origini sono antichissime. Negli ultimi anni ci si sta accostando in maniera più interessata alla cultura e alla filosofia zen, non ha senso realizzare un giardino simile se effettivamente non si conosce il suo significato e il suo valore. Prima di decidere di realizzare un giardino zen è importante documentarsi su quella che è la filosofia e il profondo significato che si cela dietro ogni elemento e dietro la precisa disposizione di esso. La storia del giardino zen insegna come può diventare un tutt’uno con la cultura e com’è possibile mantener inalterata questa tradizione che oramai si tramanda da secoli. Per accostarsi alla filosofia zen bisogna condividere i suoi principi e iniziare un percorso che sia in grado di accostarsi in maniera profonda a tutta la realtà di questo mondo in maniera convinta. Il giardino qui diventa luogo di riflessione e di meditazione ecco perché deve essere in perfetta sintonia con le stagioni che cambiano e deve essere in grado di trasmettere serenità. La cultura orientale insegna che solo vivendo così come si è si può avere la gioia per assaporare l’esperienza della vita quotidiana. Concetti che per essere interiorizzati occorre essere predisposti a voler accostarsi alla filosofia zen per conoscere una realtà diversa da quella più razionale alla quale è abituato maggiormente il pensiero occidentale.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO