progettazione di giardini

vedi anche: giardino

progettazione di giardini

Per progettare un giardino piccolo e semplice o esteso e complesso non c’e’ bisogno di grandi conoscenze e grandi doti botaniche ma solo di ragione, sentimento per la natura e una conoscenza base della botanica.
giardino

Progettazione Toscano EU1785 La statua di Gesù Buon Pastore grande per il giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 92,54€


PRIMI PASSI

Per progettare il nostro giardino rendendolo accogliente e al tempo stesso bello e funzionale occorre la valutazioni di svariati fattori in modo che tutti gli elementi, messi insieme, formino un unico insieme armonico, gradevole alla vista e facile da mantenere. Molte son le caratteristiche che incidono sul risultato finale a prescindere che sia un piccolo giardino di città o un grande giardino in campagna. Gli Elementi essenziali da considerare sono svariati e condizionano il carattere del nostro giardino.

Altra operazione fondamentale è suddividere gli spazi in base alle proprie idee ed esigenze, oltre a consentire di sfruttare al meglio l’intera superficie disponibile. Se il giardino ha una forma regolare si può creare un elemento centrale, come ad esempio una fontana o una statua intorno a cui realizzare le aiuole e le siepi. Se la forma è irregolare bisogna cercare di ottimizzare lo spazio sfruttando anche quelli che sono luoghi poco idonei. Un angolo troppo stretto vicino al muro sicuramente non sarà adatto a piante di alto fusto che hanno bisogno dell’esposizione diretta al sole ma può essere perfetto per creare un piccolo roseto o un giardino roccioso. Quando si progetta un giardino bisognerebbe avere già in mente uno schizzo di quello che sarà realizzato, perché solo in questo modo si riuscirà ad ottimizzare gli spazi rendendoli uniformi. Si può prendere ispirazione anche dai giornali, infatti, in commercio esistono svariate tipologie di giornali dedicati al giardinaggio.

La scelta delle piante occupa sicuramente un ruolo importante, la piantumazione deve essere eseguita correttamente in modo che la pianta possa adattarsi da subito al tipo di terreno ed evitare di seccare; questa operazione può essere effettuata personalmente o ci si può rivolgere ad una ditta specializzata che saprà anche individuare l’area di esposizione solare più idonea alla tipologia di pianta e vegetazione.

  • In progettazione giardino trovi tre metodi, tre scuole di progettazione giardino. La rubrica infatti presenta progettazione giardino all'inglese, progettazione giardino all'italiana e progettazione gi...
  • giardino all Il giardino all’italiana è un giardino che ha un forte impatto per chi lo visita, ciò che colpisce principalmente è il rigore con il quale è progettato. Non si tratta assolutamente di uno spazio verde...
  • giardino ingelse Il giardino all’inglese nasce nel 700 e non usa più elementi geometrici per definire lo spazio del giardino, bensì accosta elementi naturali ad artificiali, per creare uno spazio che abbia davvero qua...
  • giardino Probabilmente il giardino è l'espressione più diretta della fantasia di chi lo possiede e della propria personalità. Tuttavia tirar su un giardino in modo totalmente spontaneo e impulsivo, non è la mi...

Siena Giardino 561088 - gallo plastica progettazione banderuola, multicolore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,71€


ACCORTEZZE

progettazione giardino Clima ed esposizione: il clima è essenziale poiché determina le specie di piante che potranno crescere all'interno del giardino, è consigliabile onde evitare di inserire piante non adatte, osservare i giardini limitrofi per capire cosa è più opportuno coltivare, tenendo presente il rigore del freddo nei periodi invernali e l’intensità del sole nei periodi estivi, l’umidità la forza e la direzione dei venti.

Qualità del terreno: il terreno è essenziale ma può non essere uniforme, per questo motivo prima di piantare qualunque cosa bisogna pulirlo, e poi, smuovere le zolle sottostanti ed eliminare eventuali pietre. In alcuni tipi di terreno è opportuno utilizzare anche un concime. In commercio esistono diversi concimi ma volendo fare qualcosa di naturale si potrebbe usare letame animale. In molte fattorie offrono in forma gratuita piccole quantità di letame che possono essere usate per concimare la terra.

Irrigazione: in base alle dimensioni del giardino, dovrebbe essere costruito anche un impianto di irrigazione idoneo. Fanno eccezionale i giardini rocciosi con piante grasse, in questo caso infatti è superfluo creare una fonte d’acqua, perché le piante devono essere irrigate molto raramente. Negli altri casi si può creare o delle strutture sotto il terreno, oppure, dei manicotti esterni che simulano l’effetto pioggia.

Budget: il budget è molto variabile, perché bisogna sempre prendere in considerazione quello che già si ha a disposizione. Se bisogna creare ex novo un prato all'inglese e costruire un impianto di irrigazione i costi aumentano considerevolmente soprattutto se ci si affida a ditte specializzate viceversa si possono ottimizzare i costi con il fai da te, ma allungando i tempi di realizzazione. In media tuttavia bisogna disporre di almeno quattrocento euro per preventivare l’acquisto di arbusti di piccola e media grandezza, piante da fiore e qualche attrezzo indispensabile per la coltivazione.


PROGETTAZIONE FAI DA TE

progettazione giardinoProgettare da soli un giardino non è un impresa ardua, è importante innanzitutto avere una passione verso le piante e la natura conoscendo le loro esigenze, avere un infarinatura dei lavori che dovranno essere eseguiti come ad esempio la piantumazione, lo scavo per la messa a dimora delle piante, le modalità di irrigazione ecc.

Progettare un giardino resta comunque una scelta molto ambiziosa, e bisogna tener conto del tempo da dedicarci, ecco perché al giorno d’oggi molte persone decidono di rivolgersi a ditte specializzate nel settore.

Avere le idee chiare nella progettazione di un giardino aiuta, è preferibile prima di iniziare creare una lista con tutti gli elementi che si desidera inserire nel proprio giardino tenendo in considerazione lo spazio a disposizione, infatti la grandezza degli elementi decorativi è subordinata alla grandezza del giardino stesso.

Bisogna tener conto che deve predominare sempre lo spazio verde perché si tratta di un giardino e tutti gli elementi non devono sovrastarsi l’un con l'altro. Una volta che la struttura fondamentale è stata creata ossia il tappeto erboso, la pavimentazione, le siepi, la piantumazioni di piante da fiore e arbusti si può successivamente passare all'acquisto o alla creazione dei complementi d’arredo come tavoli e sedie per esterni, gazebo ecc.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO