Gelso, Albero delle more - Marus nigra

vedi anche: Alberi

Generalità

albero che in natura raggiunge i 10-15 metri, diffuso in Europa e in Asia; il tronco presenta una corteccia rugosa, marrone, e rami lisci e contorti, che donano ai bonsai un aspetto vetusto. Le foglie sono ovali, seghettate, verde brillante, con la pagina inferiore ricoperta da una patina biancastra, sono il cibo preferito dai bachi da seta. I fiori sono piccoli e insignificanti, in estate produce piccoli frutti bianchi, traslucidi, commestibili.
gelso bonsai


Potature ed esposizione

Potature: le potature più consistenti si praticano in primavera, eventualmente anche durante l'autunno. Per tutto il periodo vegetativo, da marzo a ottobre, cimare i nuovi germogli lasciando una o due foglie. Il filo metallico si può applicare durante tutto l'anno, preferendo comunque la fine dell'inverno.

Esposizione: i gelsi gradiscono particolarmente le posizioni soleggiate, anche se si adattano bene anche in luoghi ombreggiati; evitare di esporre la pianta al sole dei mesi più caldi. Non temono il freddo, anche se è consigliabile proteggerli dal gelo intenso dei mesi invernali, soprattutto se le gelate si protraggono per troppi giorni, coprendo il vaso e le radici con del tessuto-non-tessuto.

  • foglie di rovo Il rubus è un arbusto perenne, sarmentoso, semisempreverde, originario dell'Europa centro-meridionale. Costituisce una grossa ceppaia, da cui si dipartono numerosissimi fusti sottili, costoluti e arcu...
  • ciliegie Van Albero di vigoria medio-elevata, alta produttività. Il frutto è di pezzatura media, con buccia di colore rosso scuro. La polpa è di colore rosso aranciato, di elevata consistenza e di buone qualita gu...
  • rose quali fiori dovrei regalare ad una persona importante per dirle che le voglio tanto bene?...
  • fiori mirtillo caro esperto, sono sempre biagio da LECCE e vorrei sapere oltre alle fragole se posso piantare ribes o mirtilli o tutti quei frutti simili insomma perche mi piacciono tanto e fanno bene mi hanno detto...


Gelso, Albero delle more - Marus nigra: Annaffiature

Annaffiature: da marzo a ottobre è bene fornire acqua in quantità moderata, ma frequentemente, poiché i gelsi gradiscono una elevata umidità del terreno, avendo cura di nebulizzare le foglie con acqua distillata. In inverno si consiglia di diradare le annaffiature, fornendo acqua ogni 15-20 giorni, e comunque mai prima che il terreno si sia asciugato. Fornire un concime specifico per bonsai ogni 15-20 giorni; ogni mese in inverno.

Terreno: preparare una composta mescolando sabbia, torba, terreno di compostaggio e argilla in parti uguali; favorire un buon drenaggio aggiungendo materiale grossolano, come argilla a grana grossa o pietra pomice, sul fondo del vaso. Il rinvaso si effettua in autunno, quando i frutti sono già maturati, ogni due anni.

Moltiplicazione: si può effettuare per seme, utilizzando in autunno i semi freschi. Oppure si possono praticare in primavera talee o margotte, più consigliate della semina, in quanto il gelso è una pianta molto longeva, a crescita lenta.

Parassiti e malattie: non teme parassiti e malattie; gli esemplari in natura vengono sovente attaccate da bruchi che ne divorano l'intera chioma, questo solitamente non avviene agli esemplari bonsai, ma è bene prestare attenzione.


Guarda il Video



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


Tenere asciutto
concimazione
Prepariamo le nostre piante all'arrivo dell'inverno; possiamo praticare una concimazione a base di concime organico, da interrare nei pressi della pianta, in questa maniera miglioreremo l'impasto del terreno stesso e forniremo alla pianta una fonte a lunga durata di azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO