come piantare semi di bonsai

vedi anche: Trova piante

Domanda : come piantare semi di bonsai

salve,

ho comprato dei semi di bonsai (anche se so che non esistono) ma non so come piantarli. li ho comprati da un sito web e nelle istruzioni dicono di metterli nel vaso che mi hanno dato con i dischetti di terriccio e poi di chiuderlo in un sacchetto di plastica alla luce non diretta del sole e di conseguenza in frigo per alcune settimane, ma mi sembra un procedimento un po' macchinoso... avete consigli più utili?

Acero


Risposta : come piantare semi di bonsai

Gentile Alessandro,

direi che “semi di bonsai” sia una descrizione un po’ vaga; da quello che ti consigliano sul sito in cui li hai acquistati, si tratta di semi di alberi (di che specie o varietà non ne posso avere alcuna idea); in genere i semi di alcuni alberi ed arbusti, in natura, sono contenuti in frutti di vario tipo, che vengono mangiati e digeriti dagli animali, oppure che cadono sul terreno in estate, e devono attendere la primavera per poter germogliare. Questi semi quindi sono ricoperti da una sorta di guscio, una cuticola totalmente idrorepellente e rigida, di difficile penetrazione, che impedisce ai semi di germogliare non appena cadono a terra. Questo avviene perché, se una pianta dovesse germogliare in agosto troverebbe un clima inospitale, e inoltre, prima di poter essere abbastanza grande da sopportare il freddo, si troverebbe in pieno inverno. In sostanza si tratta di accorgimenti attuati dalla natura per permettere alle piante di germinare nel momento più propizio al loro sviluppo.

Se quindi tu prendi alcuni semi di questo genere, e semplicemente li metti in terra, ti può capitare che non germoglino affatto, oppure potresti dover attendere anni prima che l’umidità e il clima rendano possibile la germinazione.

Se sei una persona paziente, puoi fare come la natura: ovvero puoi mettere i semi nel terreno, in u bel vaso, annaffiare, e porre il vaso all’aperto, esposto alle intemperie; e attendere fino a primavera che i tuoi semi germogli.

Se invece sei un poco più impaziente puoi porre i semi in un sacchetto con un poco di sabbia umida; chiudere il sacchetto ermeticamente, e mettere i semi in frigo per almeno 3-4 settimane, per simulare l’inverno; poi li estrarrai e li seminerai nel terreno; oppure (ma dipende dalla dimensione dei semi) puoi sottoporli ad un processo che si chiama scarificazione: consiste nel rimuovere in qualche modo la cuticola che ricopre i semi, per permettere all’acqua di penetrare e d far germogliare il seme. Il metodo di scarificazione più rapido e semplice consiste nel passare i semi leggermente con carta vetrata a grana sottilissima. Se hai tanti semi, e tanta buona volontà, puoi provare tutti i metodi: qualche seme lo semini all’aperto, alcuni li metti in frigo, e alcuni li puoi scartavetrare.


  • verdure Le tecniche di impianto attualmente più diffuse per la maggior parte delle orticole sono sostanzialmente due: la semina diretta oppure il trapianto di piantine allevate in vivaio.La scelta della tec...
  • caratteristiche giardino Scopo di questa pagina è quello di dare la gioia e la soddisfazione a chiunque possieda un pezzo di terra, anche piccolo, di progettarsi il proprio giardino.Un bel giardino non nasce per caso, è l'i...
  • semi La semina è il metodo più diffuso di moltiplicazione delle piante. Tale tecnica di riproduzione prende il nome di moltiplicazione gamica, cioè per mezzo di semi, e si differenzia dalla moltiplicazione...
  • balcone Esistono molte tipologie e molti modelli di vasche; per il terrazzo è preferibile utilizzare vasche rettangolari, che abbiano la base uguale se non più larga dell'apice, al fine di garantirne una magg...



Guarda il Video
  • semi bonsai Se desideriamo un bonsai di una pianta particolare o rara che non troviamo in commercio possiamo decidere di seminarla;
    visita : semi bonsai

COMMENTI SULL' ARTICOLO