Bonsai azalea

vedi anche: Azalea

BONSAI AZALEA

Il Bonsai azalea è un arbusto dalle origini Giapponesi, ma è molto diffuso in Europa e in Nord America, la sua caratteristica principale è la bellezza dei suoi fiori; semplici, riuniti a mazzetti, dalle tonalità bianche, rosa, rosse o viola. Il tronco è rugoso dall'aria vissuta e le foglie sono piccole, pelose, dalla forma ovale e di colore verde scuro. I suoi palchi hanno la tendenza a sfoltirsi e ingrandirsi, ma se si seguono degli accorgimenti non è difficile da coltivare. Il bonsai azalea è consigliabile posizionarlo in una zona luminosa, ma non direttamente al sole per non bruciargli i fiori e le foglie, in luogo arieggiato ma non ventilato, perché teme le correnti d'aria. In inverno è opportuno riparare la pianta da eventuali gelate perché potrebbero far gelare l'apparato radicale. La temperatura consigliata deve essere mite, dal clima temperato, evitare gli sbalzi di temperatura. L'innaffiatura può essere eseguita con molta frequenza, senza eccedere, per mantenere il terreno sempre umido, utilizzare acqua non calcarea, meglio se piovana. Evitare la formazione di ristagni d'acqua per non danneggiare la parte radicale con la creazione di marciume. In estate, nei periodi più caldi dell'anno, vaporizzare la pianta sulle foglie con dell'acqua distillata ed innaffiarla tutti i giorni non nelle ore più calde, ma preferibilmente la sera o la mattina presto, invece nella stagione intermedia due volte la settimana e per finire in inverno due volte al mese. Si consiglia prima di innaffiare il Bonsai di verificare che il terreno non presenti segni della precedente innaffiatura per non danneggiare l'apparto radicale.

La riproduzione di questa pianta avviene per talea o per seme eseguita nel periodo estivo, tra luglio e settembre, si prelevano dei germogli erbacei o semi legnosi, si mettono a radicare in una cassetta con torba e perlite. Dopo circa un mese avranno creato un loro apparato radicale molto fragile ed esile, quindi andranno invasate in vasi piccolissimi contenente substrato di torba, aghi di pino e terreno di brughiera e si possono considerare piccoli Bonsai azalea.

bonsai azalea

fujimitsu Azalea Satsuki, Bonsai Forbici 180 mm, Made in Giappone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,59€


CONCIMAZIONE

La concimazione nel Bonsai azalea deve essere eseguita mensilmente nel periodo vegetativo che va da marzo ad ottobre, evitando il periodo estivo tra metà luglio e metà agosto, nel Bonsai il nutrimento tende a diminuire velocemente perché la quantità di terriccio è limitata in base alla capienza del vaso. Le prime concimazioni devono essere ricche di azoto, le successive invece ricche di potassio. E' consigliabile utilizzare un concime liquido da diluire nell'acqua d' innaffiatura, anche se quello solido viene assorbito più lentamente. Prima della concimazione è preferibile bagnare il terreno.

  • carmona Salve ho ricevuto un bonsai in regalo e vorrei sapere notizie piu particolari rispetto a quello che ho letto sul vostro sito, che ritengo molto molto utile: Posso rivolgermi a voi o all'esperto di com...
  • bonsai Salve!Volevo chiedere una cosa: mi sto appassionando molto ai bonsai, ma è una cosa appena nata e vorrei sapere come si fa a farli, basta prendere delle piante normali o c'è bisogno di piante partic...
  • ficus bonsai SECONDO VOI E' POSSIBILE CREARE DELLE TALEE DA UN'ALTRO BONSAI?...
  • Biancospino bonsai genere che comprende 100-150 specie di arbusti o piccoli alberi a foglia caduca, originari dell'Europa, dell'Africa settentrionale, dell'Asia e del nord America; generalmente si coltivano come bonsai ...

astage BONSAI TOOL Azalea scissors Made in japan

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,98€


POTATURA

bonsai azaleaLa potatura per il Bonsai azalea deve essere eseguita dopo la fioritura tra fine primavera, inizio estate, si consiglia di eseguire la potatura di formazione esclusivamente in autunno per evitare di danneggiare le gemme a fiore o le gemme miste che producono entrambi, invece eseguire una leggera potatura in primavera, prima della fioritura per eliminare qualche gemma fogliare ed avere una splendida fioritura. La potatura deve essere eseguita, con degli attrezzi per bonsai tra cui forbici e cesoie per rami preferibilmente ben affilati per non strappare ma tagliare di netto, le ferite potranno essere medicate con del mastice o pasta cicatrizzante, creando anche una barriera contro i parassiti animali.


RINVASO

bonsai azaleaIl rinvaso del Bonsai Azalea si consiglia di eseguirlo dopo la fioritura nel periodo che va da fine primavera o inizio estate, con una frequenza annuale nei primi anni di vita e invece di 4-5 anni quando è già adulto. Nell'eseguire la tecnica di rinvaso bisogna togliere tutta la terra dalla parte inferiore e superiore del ceppo, successivamente potare un terzo delle radici grosse e legnose, con apposite forbici, lasciando spazio a quelle capillari che incentivano la crescita della pianta, infine se necessario in base alla grandezza del Bonsai deve essere sostituito il vaso e prima dell'inserimento del nuovo substrato composto dal 40% di terriccio universale, 30% di torba e il restante 30% di argilla, si consiglia di porre sopra i fori di drenaggio una griglia o del pietrisco per evitare che in fase di irrigazione l'acqua porti via parte del terriccio, questa tecnica è valida anche per ostacolare l'ingresso ai parassiti animali.


Bonsai azalea: PARASSITI E MALATTIE

bonsai azalea Il Bonsai azalea può essere colpito dai parassiti animali come afidi, cocciniglie, acari, ragnetto rosso. Per eliminarli si deve intervenire manualmente con l'aiuto di un olio di pino da utilizzare sul fogliame e successivamente spazzolare con uno spazzolino le incrostazioni lasciate dai parassiti. Infine può soffrire di alcune patologie come la clorosi ferrica dovuta all'utilizzo di acqua molto calcarea e da marciume radicale creato dal ristagno.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO