Bonsai ficus retusa

Bonsai ficus retusa

Per chi ama i bonsai sarà certamente utile avere qualche informazione in più sulla splendida pianta di ficus retusa. Il ficus retusa appartiene alla famiglia delle moraceae e al genere, ovviamente, di ficus.

Il genere conta numerosissime varietà, circa novecento, molto diverse fra loro. Ne troviamo perfino di sempreverdi o rampicanti. Ma tutte le piante di questo genere sono accomunate da una singolare caratteristica: al taglio del fusto o del ramo, viene stillato un lattice chiaro e dall’odore particolare.

Bonsai ficus retusa


ALCUNI CENNI

Nell’arte dei bonsai, le specie di ficus retusa utilizzate sono moltissime. Gli appassionati saranno certamente contenti di questa notizia. Sì, perché potranno scegliere quella a loro più congeniale, che meglio si adatta ai propri gusti, alle proprie esigenze, e perché no al proprio arredamento!

Elencheremo di seguito le specie di ficus maggiormente impiegate nell’arte bonsaistica per darne una panoramica succinta.

Il ficus wrightiana, particolarmente robusto, ha la peculiarità di mostrare bellissime foglie color rosso intenso nello stadio più giovane della crescita, mentre di color verde squillante nel periodo di piena maturazione

Il ficus philippinensis presenta foglie strette e lunghe è un buon apparato radicale che ne facilita la coltura.

Il ficus caprificus, ha radici molto forti che ne permettono la sopravvivenza in ambienti ostili. Alcuni esemplari sopravvivono da oltre cinquecento anni.


  • carmona Salve ho ricevuto un bonsai in regalo e vorrei sapere notizie piu particolari rispetto a quello che ho letto sul vostro sito, che ritengo molto molto utile: Posso rivolgermi a voi o all'esperto di com...
  • bonsai Salve!Volevo chiedere una cosa: mi sto appassionando molto ai bonsai, ma è una cosa appena nata e vorrei sapere come si fa a farli, basta prendere delle piante normali o c'è bisogno di piante partic...
  • ficus bonsai SECONDO VOI E' POSSIBILE CREARE DELLE TALEE DA UN'ALTRO BONSAI?...
  • Biancospino bonsai genere che comprende 100-150 specie di arbusti o piccoli alberi a foglia caduca, originari dell'Europa, dell'Africa settentrionale, dell'Asia e del nord America; generalmente si coltivano come bonsai ...


COLTIVIAMO IL FICUS RETUSA

Bonsai ficus retusaSe avete intenzione di cimentarvi nella coltivazione e nella cura di questa splendida pianta bonsai, allora è necessario avere qualche nozione sulle principali tecniche con cui operare. Se vi impegnerete con cura e costanza, certamente i risultati saranno meravigliosi. Vi sentirete appagati e gratificati dalla vostra bravura!

Sappiate anzitutto che la pianta di ficus retusa di propaga per propaggine, talea e seme.

La propagazione per propaggine è decisamente consigliata per questa pianta, dal momento che è facile reperire il materiale da propagazione dalle piante del genere di ficus tropicale. Il periodo migliore per effettuare la propagazione per propaggine è durante la stagione primaverile.

La propagazione da seme è particolarmente difficile per via delle dimensioni del seme stesso. Ha bisogno di cure speciali e complesse che richiedono tempo e fatica. Insomma è sconsigliata!

Propagare da talea è, diciamo, complesso ma non impossibile. È meglio effettuare questa operazione del periodo di luglio in condizioni normali, altrimenti ad agosto. Le talee devono essere molto legnose e soprattutto è molto importante lavarle con accuratezza per garantire che attecchiscano bene e radichino.

Una volta scelto come far propagare la vostra pianta di ficus retusa, dovete tenere in considerazione altri fattori di fondamentale importanza, come per esempio l’esposizione: luce, ventilazione e temperatura andranno valutati con cura:

Luce: ombreggiate le vostre piante con dei teli, soprattutto nel periodo estivo. Hanno bisogno di molta luce ma non devono essere esposte a diretto contatto con la luce solare.

Temperatura: fate molta attenzione al fattore temperatura. Le piante di ficus sono notoriamente provenienti da climi caldi e secchi. Una buona esposizione a temperature miti ne favorirà la crescita. Mantenetele quindi sempre comprese fra i 15 e i 20 gradi centigradi, evitando accuratamente di farle scendere al di sotto dello zero!

Ventilazione: molte specie tropicali di ficus non resistono molto alle zone ventilate, anzi è bene evitare una eccessiva esposizione ai fenomeni ventosi. Proteggetela con barriere frangivento o semplicemente con recinti di siepi se coltivate all’aperto!


ANNAFFIATURE

Bonsai ficus retusaQuesto tipo di pianta cresce notoriamente in climi caldi e secchi, per cui va da sé che non necessiti di abbondanti annaffiature, in special modo durante il periodo invernale. La soluzione migliore in questo senso è quella di operare un’annaffiatura costante ma mai eccessiva durante tutto il periodo di crescita.

Non dimenticate di nebulizzare il vostro bonsai di ficus. Mantenere le sue foglie umide e al caldo sarà un toccasana perché la sua provenienza è proprio quella: climi umidi e caldi… la farete sentire un po’ più a casa!


PATOLOGIE COMUNI

Tra i parassiti che più frequentemente prendono letteralmente d’assalto la pianta di ficus retusa troviamo i Nematodi, i Tripidi e le Cocciniglie. Veri e propri nemici della vostra pianta.

Se notate sulle foglie del bonsai di ficus delle macchie grigiastre che tendono a disseccarsi, e constatate successivamente che le foglie tendono a cadere, allora siamo incappati nei Tripidi. La caduta delle foglie naturalmente debilita la pianta, quindi è bene correre immediatamente ai ripari.

Se sollevate le foglie attaccate dalla malattie potreste notare degli antipatici insetti di colore nero, di lunghezza variabile che però si attesta generalmente intorno al millimetro e mezzo. Ebbene, quegli ospiti indesiderati sono le tanto temute Cocciniglie. È bene provvedere subito alla bonifica del bonsai prima che sia troppo tardi.

Antracosi, riscaldo e muffa grigia sono le malattie crittogamiche che più comunemente vengono contratte dal bonsai di ficus.

L'antracosi si riconosce per la presenza di macchie gialle con piccoli puntini neri sul fogliame. In questo caso curate la pianta mantenendola umida e acquistate dei funghicidi sintetici che sicuramente vi saranno d'aiuto.

Antracosi, riscaldo e muffa grigia sono malattie che causano la perdita del fogliame con conseguente indebolimento della pianta.

Abbiate cura del vostro bonsai e terrete lontani tutti i suoi peggiori nemici!



Guarda il Video
  • bonsai ficus Il ficus bonsai è tra le piante da interno più belle, originario delle regioni tropicali e sub-tropicali, appartiene all
    visita : bonsai ficus
  • bonsai ficus ginseng Il ficus ginseng è una varietà di ficus microcarpa, dalle dimensioni abbastanza contenute. La specie f. microcarpa è un
    visita : bonsai ficus ginseng
  • ficus retusa All'interno di questa famiglia c'è la possibilità di trovare diverse specie di piante che appartengono alla categoria se
    visita : ficus retusa
  • ficus bonsai Buongiorno, sono dovuto partire per un paio di settimane ed ho lasciato il mio bonsai (un ficus benjamina) in mano ad u
    visita : ficus bonsai

COMMENTI SULL' ARTICOLO