Stili Bonsai Eretto formale

vedi anche: bonsai

Stili Bonsai Eretto formale: Eretto formale

(Choccan)

stile eretto formale

Lo stile eretto formale presenta un tronco diritto e rami che crescono orizzontali o verso il basso. Il tronco non presenta quindi curvature ed è molto simile alla forma delle grandi conifere delle nostre alpi (abeti, larici). Tende a rappresentare alberi che crescono distanti tra loro con rami su tutti i lati del tronco e con tronco eretto o alberi cresciuti molto stretti, l'uno vicino all'altro, in continua competizione alla ricerca della luce.

La forma dell'albero è triangolare e i rami sono disposti in modo regolare in tutte le direzioni, anche se preferibilmente, per finalità estetiche, non ci dovranno essere rami rivolti verso l'osservatore o, se presenti, dovranno comunque essere molto corti.

Il primo ramo dovrebbe partire preferibilmente da una altezza di circa un terzo di quella dell'albero. Si tratta di uno stile particolarmente adatto per le conifere, ma può essere impiegato con successo anche su latifoglie come pyracantha, ginko, e faggio (fagus sylvatica), zelkova e olmi. I materiali più adatti per iniziare un albero in questo stile sono le talee, i semi o le margotte, con i quali è più facile arrivare ad una crescita eretta del tronco.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare è uno degli stili più difficili da realizzare, in quanto richiede grande abilità ed esperienza nella scelta dei rami principali e costanza nella creazione dei palchi. Si tenga inoltre presente che, come detto, è stile particolarmente adatto per le conifere che, generalmente, sono più difficili da lavorare delle latifoglie.

stile eretto formale



COMMENTI SULL' ARTICOLO