Zampe di canguro - Anigozanthos

Generalità

L'Anigozanthos, conosciuta anche con il nome di zampe di canguro, è una pianta perenne rizomatosa, di origine australiana. Produce ampi cespi di foglie di colore verde brillate o verde-grigio, sottili, nastriformi, arcuate. Durante la primavera e l’estate tra le foglie si ergono sottili fusti scuri, ramificati, in genere di colore rosso, ricoperti da una sottile peluria, alti in alcune specie fino a 100-150 cm; all’apice dei fusti sono presenti numerosi boccioli, riuniti in racemi. I boccioli di anigozanthos sono molto vistosi, hanno forma tubolare, allungata e portano una fitta peluria rossa, arancio, gialla, verde o porpora. All’apice dei boccioli si aprono piccole corolle a sei petali, in genere di colore chiaro. La conformazione dei fiori ricorda le zampe di un animale, da questa particolarità deriva il nome comune della pianta; gli anigozanthos vengono utilizzati come sfondo nelle aiole, o anche come bordura, in particolar modo le cultivar compatte, che non superano i 40-60 cm di altezza; questi fiori vengono utilizzati anche come fiori recisi.

Anigozanthos


Esposizione

Anigozanthos Le zampe di canguro si pongono a dimora in luogo soleggiato, o semiombreggiato; gli anigozanthos non temono il freddo e possono sopportare alcuni periodi di gelo anche intenso, in taluni casi durante l’inverno perdono la parte aerea e si sviluppano con l’arrivo della primavera. Alcune specie possono venire rovinate da gelate intense e prolungate, in questi casi si coltivano in vaso e vengono poste in serra fredda durante i mesi invernali. Gli anigozanthos vengono spesso coltivati anche come piante da appartamento, soprattutto le cultivar a bassa vegetazione.

  • Eremoro  L'Eremurus o eremoro è una varietà di bulbosa originaria dell'Asia centrale appartenente alla famiglia delle Liliacee. Il suo bulbo si caratterizza per essere una radice tuberosa che presenta 2 o 3 ge...
  • Hedychium pianta perenne rizomatosa, originaria dell'Asia; forma ampi cespi di lunghe foglie lanceolate, di colore verde scuro o verde bluastro, a seconda della specie. I densi cespugli possono raggiungere con ...
  • Ranuncolo  Fiore che era molto presente nelle nostre zone anche allo stato selvatico, il ranuncolo è molto ricercato per l'epoca di fioritura, che è una delle prime. Fiorisce in tardo inverno o agli inizi della ...
  • Agapanto  L'Agapanthus o Agapanto è una pianta con radici rizomatose, originaria dell’Africa meridionale; in primavera produce lunghe foglie nastriformi, larghe 4-6 cm e lunghe fino 50-80 cm, che danno origine...


Annaffiature

zampe di canguro Queste piante rizomatose hanno la capacità di immagazzinare nelle radici linfa acquosa, da utilizzare in caso di mancanza di annaffiature; per questo motivo sopportano senza problemi periodi anche lunghi di siccità. Lo sviluppo della pianta e la fioritura si arresta durante i periodi siccitosi, è quindi consigliabile annaffiare regolarmente la pianta, da marzo a settembre, arrestando le annaffiature durante i mesi freddi. Evitare gli eccessi di irrigazioni ed il ristagno idrico.


Terreno

Le zampe di canguro prediligono terreni soffici e sabbiosi, molto ben drenati, non particolarmente fertili. Le piante coltivate in vaso andrebbero rinvasate ogni 2-3 anni circa. Durante la stagione primaverile è opportuno intervenire sulle piante con del fertilizzante mescolato ad acqua almeno una volta al mese; al momento della messa a dimora delle nuove piantine è invece necessario utilizzare del concime maturo o del fertilizzante a lenta cessione per agevolare la crescita delle piante.


Moltiplicazione

zampe di canguro La moltiplicazione avviene per seme, in primavera, dopo le ultime gelate; in autunno è possibile dividere i cespi di foglie, mantenendo alcune radici ben sviluppate per ogni porzione praticata.


Zampe di canguro - Anigozanthos: Parassiti e malattie

Per quanto riguarda le malattie e i parassiti che potrebbero colpire la pianta, ricordiamo che l'eccessiva umidità provoca la formazione di malattie fungine, mentre i boccioli della pianta zampe di canguro vengono spesso colpiti dagli afidi. Quando cio avviene, è importante intervenire immediatamente con specifici prodotti antiparassitari.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO