Bellevalia

Generalità

La Bellevalia è una bulbosa di medie dimensioni originaria dell'Asia che produce in primavera larghe foglie carnose, rigide ed erette, di colore verde brillante. Al centro delle foglie si erge un corto fusto, su cui sbocciano numerosi piccoli fiori campanulati; molte specie sono simili ai muscari, con piccoli fiori di colore blu intenso, ma esistono anche specie con fiori color rosa o bianchi. In ogni caso i fiori di bellevalia sono riuniti in spighe compatte, più o meno allungate a seconda della specie. In genere non crescono più di 25-30 cm, sono quindi consigliate come piante da bordura o nelle aiole di bulbose; vengono spesso utilizzate per accompagnare la fioritura delle rose.

Al genere Bellevalia appartengono circa 65 specie che provengono principalmente dal bacino del mediterraneo, e dall'Asia. Sono tutte delle perenni erbacee geofite che producono delle infiorescenze a grappolo molto caratteristiche. A maturazione le piante di Bellevalia producono dei semi sferici.

Bellevalia

Anemone Coronaria De Caen

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,55€


Esposizione

Bellevalia Le piante di Bellevalia prediligono le posizioni soleggiate, anche se é consigliabile che nel periodo estivo possano godere dell'ombra, nelle ore più calde della giornata. Non temono il freddo e quindi i bulbi possono rimanere nel terreno per l'inselvatichimento. Dopo la fioritura si attenda fino a che le foglie seccano completamente, per asportarle e permettere al bulbo di entrare in un periodo di riposo, fino all'anno successivo.

La fioritura della Bellevalia avviene da marzo sino a maggio a seconda della zona nella quale coltiviamo la pianta. Questa pianta si può trovare spontanea in tutte le regioni d'Italia ad eccezione del Trentino e della Val d'Aosta dove è assente.

Questa pianta solitamente crescei in ambienti aperti e areati come i prati, i pascoli ed i campi, ad una quota variabile dal piano basale sino ai 700 metri.

  • Eremoro  L'Eremurus o eremoro è una varietà di bulbosa originaria dell'Asia centrale appartenente alla famiglia delle Liliacee. Il suo bulbo si caratterizza per essere una radice tuberosa che presenta 2 o 3 ge...
  • Hedychium pianta perenne rizomatosa, originaria dell'Asia; forma ampi cespi di lunghe foglie lanceolate, di colore verde scuro o verde bluastro, a seconda della specie. I densi cespugli possono raggiungere con ...
  • Ranuncolo  Fiore che era molto presente nelle nostre zone anche allo stato selvatico, il ranuncolo è molto ricercato per l'epoca di fioritura, che è una delle prime. Fiorisce in tardo inverno o agli inizi della ...
  • Agapanto  L'Agapanthus o Agapanto è una pianta con radici rizomatose, originaria dell’Africa meridionale; in primavera produce lunghe foglie nastriformi, larghe 4-6 cm e lunghe fino 50-80 cm, che danno origine...

50 pz bulbo bulbi Gladioli Communis Byzantinus bulbi da fiore vaso e giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14€


Annaffiature

Per quanto riguarda le annaffiature le piante di Bellevalia in genere si accontentano delle piogge, ma in caso di siccità prolungata, durante la fine dell'inverno e la primavera, è consigliabile annaffiare il terreno quando é ben asciutto. Gli esemplari coltivati in vaso possono necessitare di annaffiature regolari fino alla fine della fioritura. Attenzione sempre a non esagerare con le quantità di acqua perchè un terreno troppo umido alla lunga potrebbe danneggiare i bulbi e la pianta favorendo lo sviluppo di muffe e marciumi radicali.


Terreno

Queste bulbose si sviluppano senza problemi nella comune terra da giardino, ma per ottenere una fioritura abbondante è bene interrare i bulbi in un substrato fertile e ricco, morbido e sciolto, ricco di materiale organico. Scegliete un terriccio di ottima qualità, specialmente per la coltivazione in vaso perchè il terreno è importantissimo per la crescita delle piante e solo con un ottimo substrato si potranno avere degli ottimi risultati.


Moltiplicazione

bellevalia Generalmente i bulbi di bellevalia tendono a produrre naturalmente piccoli bulbilli, che si possono asportare dal bulbo-madre; questa operazione si pratica in autunno, prima dei geli e va fatta in maniera precisa e rapida.


Bellevalia: Parassiti e malattie

Come detto anche nel paragrafo precedente si deve fare attenzione al marciume radicale, che può colpire i bulbi che restano troppo a lungo in un terreno umido e bagnato. Per il resto non ci sono altre malattie da segnalare.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta direttamente ai raggi del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Evitare di annaffiare eccessivamente; in genere è sufficiente fornire acqua ogni 15-20 giorni, o anche meno; più il clima è freddo e meno la pianta necessita di annaffiature; si consiglia di sospendere le annaffiature durante i periodi con temperature molto rigide.


Tenere asciutto
concimazione
In inverno è consigliabile sospendere, o ridurre drasticamente, le concimazioni; infatti un eccessivo sviluppo di vegetazione tenera e di nuovi germogli esporrebbe eccessivamente le piante al rischio di gelate.


Esigenze della piante a dicembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO