Iris unguicularis

Generalità

L'iris unguicularis, detta anche iris d'Algeria, è una bulbosa sempreverde originaria del Mediterraneo orientale e dell'Africa settentrionale; i piccoli bulbi si pongono a dimora a distanza di alcuni centimetri. Producono numerose foglie erette, nastriformi, di colore verde chiaro o verde-bluastro, spesso leggermente carnose, riunite in ciuffi simili a fitti cuscini d'erba, lunghe 20-25 cm. Per tutto l'inverno, da novembre fino a febbraio-marzo, producono numerosi fiori con diametro di 8-10 cm, portati su un cortissimo stelo; hanno sei petali, che, con lo sbocciare del fiore, tendono a piegarsi verso il basso; sono larghi, di colore viola acceso, bianco, rosa, blu, lilla, striati di bianco e con una vistosa riga di colore giallo oro che li taglia a metà. Questi fiori sono intensamente profumati, molto particolari nelle aiole o nei giardini rocciosi.
Iris


Esposizione

Per coltivare al meglio la nostra iris unguicularis, è opportuno porre a dimora la pianta in luogo soleggiato, o al massimo semiombreggiato, che goda di almeno 4-5 ore di sole diretto al giorno. Questo perchè si tratta di una specie particolarmente abituata a vivere in zone dal clima afoso e quindi predilige climi caldi o miti. In genere non temono il freddo anche se gelate intense possono far appassire i fiori precocemente; in ogni caso la fioritura continuerà non appena la temperatura si alzerà, anche di pochi gradi. Per una fioritura migliore si consiglia di porli a dimora in luogo protetto da un muro o da una parete della casa. La varietà unguicularis è una tra le poche a fiorire durante l'intero corso dell'anno con i suoi splendenti fiori dalla peculiare forma e dal colore azzurro-lavanda particolarmente profumati.

  • Iris E' un bulbo che può essere coltivato con facilità. E' un ibrido di tre specie di Iris provenienti dal Marocco e dalla Spagna. In pochi anni può formare ampie distese, anche nelle scarpate e nelle bord...
  • iris reticulata L'iris reticulata è una bulbosa a foglia decidua, originaria dell'Europa e dell'Asia, particolarmente diffusa nella zona del Caucaso; i bulbi, di media dimensione, producono lunghe foglie di colore ve...
  • Iris  Questo genere di piante è diffuso in tutto l'emisfero nord, dall'Europa all'Asia, dal nord Africa all'America settentrionale, e tantissime sono le specie che racchiude, più di duecento. Esistono varie...
  • iris La mitologia greca ha chiamato Iride, la messaggera degli Dei, e cioè la divinità che, servendosi dell'arcobaleno come passaggio, consentiva il "dialogo" tra Olimpoe Terra. Il fiore dell'iris fu co...


Annaffiature

come annaffiare l'iris In genere si accontentano delle piogge, anche se può essere necessario procedere a sporadiche annaffiature estive, in caso di siccità molto prolungata. In autunno è consigliabile arricchire il terreno con del concime organico ben maturo, o con del concime granulare a lenta cessione, specifico per piante da fiore.

Queste piante sono comunque molto semplici da coltivare e possono regalare grandi soddisfazioni grazie alle loro fioriture accese dai colori viola-bluastri. Sono adatte ad abbellire i giardini delle nostre case e possono creare bellissime aiuole di grande impatto visivo.


Terreno

Per quanto riguarda il terreno più adatto alla loro coltivazione, le specie di iris unguicularis preferiscono terreni sciolti e leggeri, molto ben drenati, leggermente alcalini. Le dimensioni contenute rendono questi iris adatti ad essere coltivati in vaso.


Moltiplicazione

iris d'algeria La moltiplicazione dell'iris avviene per seme, utilizzando in primavera i semi che si trovano in grossi baccelli situati tra le foglie; è possibile propagare queste piante asportando i bulbilli, in primavera inoltrata o a fine estate.


Iris unguicularis: Parassiti e malattie

Parliamo ora di malattie e parassiti che potrebbero colpire le nostre piante di iris. In genere, possiamo affermare che non vengono colpite da particolari malattie, anche se talvolta le tenere foglie vengono consumate dalle lumache. Esistono a questo problema, specifici prodotti in grado di eliminare le lumache in maniera definitiva presso i principali centri giardino e vivai.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO