Anemone - Anemone japonica

Gli anemoni giapponesi

Vengono detti anemoni giapponesi quegli anemoni perenni, rizomatosi, che fioriscono a fine estate-inizio autunno; si tratta in genere di varietà ibride, o appartenenti alle speci japonica e hupehensis. Queste piante producono un piccolo cespo di foglie divise, da cui si dipartono sottili fusti abbastanza ramificati, che portano grandi fiori a cinque petali, solitari, molto grandi, in genere di colore tenue, rosato o lilla, raramente fucsia. Sono piante molto apprezzate nelle bordure o anche in vaso, poichè ogni anno producono una lunga fioritura rigogliosa, in un periodo in cui il giardino comincia ad addormentarsi per l'inverno, e quindi difficilmente troviamo molti fiori.

Le principali varietà di anemone japonica coltivate sono la Anemone hupehensis, la Anemone hupehensis varietà japonica e la Anemone x hybrida. La hupehensis è una pianta erbacea perenne che cresce sino a diventare alta 60 cm ed è riconoscibile per i suoi fusti molto ramificati e per i fiori rotondi, color bianco ma soffusi di tinte rosa e malva.

Anemone japonica


Come si coltiva

Anemone japonica La coltivazione di questi anemoni è abbastanza semplice, seguendo alcuni accorgimenti; si pongono a dimora in luogo semiombreggiato o completamente ombreggiato, il sole estivo e la siccità possono compromettere completamente lo sviluppo autunnale dei fiori; prediligono un terreno fresco e sciolto, possibilmente leggermente acido; svitiamo l'argilla, i terreni sassosi o le zone con substrato molto compatto. Generalmente la pianta rimane in riposo vegetativo per gran parte dell'anno, verso l'estate comincia a germogliare, è importante che in questo momento si tenda a mantenere il terreno leggermente umido, evitando di lasciarlo asciugare completamente per lunghi periodi di tempo. Quando le piante cominciano a sviluppare i boccioli floreale in genere le nostre cure sono finite, in quanto l'autunno si avvicina e in genere fornisce sufficienti piogge per bagnare i nostri anemoni; se invece il clima fosse eccessivamente asciutto continuiamo ad annaffiare fino ai primi freddi.

Con l'arrivo del freddo la pianta dissecca la parte aerea, ma i rizomi sotterranei sopravvivranno fino alla bella stagione successiva.

All'inizio della primavera possiamo dissotterrare i rizomi e dividerli, per ottenere nuove piante identiche a quella a dimora; le porzioni praticate si pongono direttamente a dimora, in piena terra o in vaso. Se coltiviamo gli anemoni in vaso è importante praticare la divisione dei rizomi anche ogni anno, in modo da evitare che il vaso si sovraffolli di rizomi, rendendone impossibile lo sviluppo.

  • Anemone a cespuglio L'Anemone a cespuglio o Carpenteria californica è un arbusto sempreverde originario della California, come suggerisce il nome botanico. Ha una struttura con fusti eretti, non molto ramificati, di co...
  • anemone japonica Una tra le bulbose da fiore più elegante e di facile coltivazione, l'anemone giapponese ci offre anche il vantaggio di fiorire tra settembre e ottobre, quando gran parte delle altre piante in giardino...
  • anemone giapponese L'Anemone hupehensis o giapponese è una pianta erbacea perenne vivace, originaria dell'Asia. Presenta foglie abbastanza grandi, di colore verde chiaro, spesse e lucide, che costituiscono bassi cespugl...
  • Anemone L'Anemone nemorosa è una erbacea perenne rizomatosa, originaria dell'Europa centro-meridionale; le radici sono rizomi tozzi, striscianti, che tendono ad allargarsi, strisciando poco profondamente, fin...


Anemone - Anemone japonica: I fiori degli anemoni

anemone hupenensis honorine jobert I fiori degli anemoni giapponesi sono molto grandi, con i petali appiattiti ed il centro dorato; esistono moltissimi altri anemoni, e la fioritura di questo genere va dalla fine dell'inverno fino all'autunno inoltrato. Si utilizzano molto come fiori recisi, però sono decisamente molto decorativi anche in giardino; la maggior parte delle specie predilige una posizione riparata dal gran caldo del sole estivo o tardo primaverile, e un terreno abbastanza fresco. Nelle zone con estati molto calde ed asciutte viene più semplice coltivare gli anemoni in vaso, in modo da poter meglio controllare l'umidità del substrato di coltivazione.


Guarda il Video



Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO