Zafferanastro - Sternbergia

Generalità

Al genere sternbergia appartengono circa dieci specie di bulbose di piccole dimensioni simili ai crocus, originarie della zona mediterranea; la S. lutea ha fioritura autunnale e riposo estivo: verso la fine di settembre produce sottili steli eretti, su cui sbocciano fiori singoli, molto simili a crocus, di colore giallo dorato. I fiori durano alcune settimane e la fioritura si protrae fino all’inizio di novembre; assieme ai fiori vengono prodotte le foglie, nastriformi, leggermente carnose, di colore verde scuro brillante. Il fogliame della sternbergia rimane in vegetazione fino all’inizio della primavera, quando dissecca per preparare la pianta al riposo vegetativo estivo. I bulbi sono di piccole dimensioni e le piante in genere non superano i 15-20 cm di altezza. La coltivazione è molto facile, ed i bulbi tendono a propagarsi abbastanza rapidamente; bulbosa molto adatta all’inselvatichimento.
sternbergia lutea

Bosch MCP3000 Spremi Agrumi Elettrico, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€
(Risparmi 8,91€)


Esposizioni

Non temono il freddo e possono sopportare anche gelate prolungate, eventualmente con leggeri danni al fogliame; prediligono posizioni ben luminose, possibilmente soleggiate.

  • colchicum Si tratta di un genere che conta numerose bulbose (cormi) originarie dell'Asia e dell'Europa, in genere a fioritura autunnale; esistono anche specie di colchico a fioritura primaverile. I cormi sono d...
  • Croco  Piccoli fiori diffusi in natura in Europa ed Asia, e in tutta l'area mediterranea, i crocus vengono coltivati da secoli; il genere conta circa ottanta specie, e innumerevoli cultivar, diffusissime com...
  • fiore zafferano Lo zafferano: una coltivazione che sta prendendo sempre più piede in Italia, e nella quale sempre più persone si stanno cimentando. Vediamo come è possibile prendersi cura di queste piante.Le pian...
  • Stimmi dello zafferano La pianta appartiene al genere Crocus che ha 80 specie circa. Quando è adulta è formata da un bulbo-tubero che ha un diametro di 5 cm circa che contiene 20 gemme indifferenziate da cui hanno origine g...

Blinky 7971707 Cassapanca Legno Ibisco con Coperchio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,6€
(Risparmi 2,6€)


Annaffiature

Se da tempo a dimora tendono ad accontentarsi delle annaffiature fornite dalle precipitazioni; i bulbi da poco messi a dimora possono necessitare di leggere annaffiature durante il periodo vegetativo; in effetti il clima autunnale ci aiuta, essendo generalmente piovoso. Quando il fogliame dissecca le piante non necessitano di ulteriori annaffiature.


Terreno

La coltivazione delle sternbergie è molto semplice, anche perchè si sviluppano senza alcun problema anche in terreni secchi, asciutti e poveri di sostanze nutritive, si tratta di bulbose abbastanza spartane che non amano substrati eccessivamente ricchi e soffici. Si possono coltivare in vaso; in questo caso è consigliabile asportare i bulbilli ogni primavera, per evitare il sovraffollamento dei contenitori.


Moltiplicazione

Gran parte delle specie sono fertili, o comunque dai pochi semi prodotti difficilmente si ottengono piante identiche alla pianta madre; la propagazione avviene di solito per divisione dei bulbi, asportando i bulbilli che vengono prodotti liberamente ogni anno. I giovani bulbi vengono posti direttamente a dimora.


Zafferanastro - Sternbergia: Parassiti e malattie

Di solito non vengono colpiti da parassiti o da malattie.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Il terreno si mantiene asciutto, inumidendolo leggermente una volta al mese, o anche meno. In genere se il clima è rigido non è necessaio annaffiare durante i mesi invernali.


Tenere asciutto
concimazione
In inverno è consigliabile sospendere, o ridurre drasticamente, le concimazioni; infatti un eccessivo sviluppo di vegetazione tenera e di nuovi germogli esporrebbe eccessivamente le piante al rischio di gelate.


Esigenze della piante a dicembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO