Spinaci - Spinacia

Generalità

Originarie dell'Asia, queste verdure da foglia vengono coltivate in tutte Europa da secoli; sono di facile coltivazione, e la produzione dura per tutto l'inverno e per tutta la primavera. Sopportano benissimo la surgelazione, infatti sono tra le verdure surgelate più diffuse.

Si tratta di piante erbacee annuali, che producono piccole rosette di foglie rugose, non troppo compatte, che vengono coltivate previa cottura, al vapore o lessate. Il nome botanico è spinacia oleracea.

Questi ortaggi vengono anche coltivati in serra, per una produzione che copra tutti i mesi dell'anno.

Le foglie sono carnose, con un picciolo che può raggiungere i 10 cm e un lembo che può raggiungere i 20 cm. Le foglie sono riunite in gruppi. Presentano fiori maschili e femminili.

spinaci


Coltivazione spinacia

spinaci Per la coltivazione di questo genere di ortaggio, è opportuno scegliere un terreno leggero, ben drenato. Per una crescita piuttosto veloce è opportuno che questi ortaggi dispongano di una buona umidità ambientale, senza però che ci sia la formazione di ristagni d'acqua, che possono portare rapidamente all'insorgenza di marciumi. E' una varietà che ben resiste alle temperature invernali. Ha un ciclo vitale piuttosto corto e quindi viene impiegata come varietà da coltivare tra altre nel periodo invernale. Si semina attorno al mese di settembre. E' bene preparare il terreno aerandolo per una profondità di circa 30 cm. Vanno seminati a una distanza di circa 20 30 cm, interrandoli a circa 2 cm di profondità. La raccolta della spinacia oleracea avviene dopo circa un mese e mezzo o due.

Sono una varietà piuttosto rustica che non viene spesso attaccata da parassiti e malattie, tendendo conto anche del fatto che le temperature invernali permettono una scarsa diffusione dei parassiti.

  • spinaci Gli spinaci sono piante biennali, coltivate come annuali, appartenenti alla famiglia delle amaranthacee; esiste una sola specie di spinacio, il cui nome botanico è spinacia oleracea, ed è originaria d...
  • spinacio Nome: Spinacia oleracea L.Raccolta: In diversi periodi dell'anno a seconda della semina, ma in ogni caso prima della fioritura. Proprietà: Vitaminico, antirimeralizzante e antianemico.Famiglia...
  • spinaci Gli spinaci sono tra gli ortaggi da foglia più coltivati al mondo; si tratta di una pianta erbacea annuale, o raramente biennale, appartenente alla famiglia della amaranthacee. Produce piccoli cespi d...
  • coltivazione spinaci Gli spinaci sono una verdura da foglia di facile coltivazione; il consumo del prodotto cotto porta però a necessitare di un appezzamento abbastanza ampio, per evitare di ottenere raccolti poco consist...


Spinacia oleracea

spinacia oleracea Gli spinaci sono ricchi di sali minerali e di fibre; sono anche abbastanza ricchi in ferro, anche se, come avviene per altri vegetali, tale ferro non viene facilmente assorbito dall'organismo, quindi si tratta di una leggenda quando si dice che gli spinaci conterrebbero ferro in quantità simili alla carne, o che siano una valida cura per l'anemia.

Le foglie più giovani e tenere vengono consumate anche fresche, crude, in insalata.

Le ricette a base di spinaci sono moltissime, diffuse in tutta Europa; queste verdure vengono spessissimo consumate semplicemente cotte in poca acqua e quindi condite, o ripassate in padella, con olio, o burro, e con noce moscata o aglio.


Spinaci - Spinacia: Varie ricette

spinaci Ingredienti

500 g di spinaci lessati e strizzati

1 patata lessata

1 uovo

50 g parmigiano

50 g pan trito

50 g ricotta

sale, pepe, noce moscata

Poca farina

Tritare gli spinaci al coltello, schiacciare la patata con la forchetta. In una terrina mescoliamo la ricotta con il parmigiano ed amalgamiamo con l'uomo; aggiungiamo gli spinaci e la patata schiacciata; aggiungiamo sale, pepe e noce moscata a piacere. Mescoliamo bene gli ingredienti, se il composto fosse molto morbido aggiungiamo del pan trito per asciugarlo leggermente.

Confezioniamo delle piccole polpette, che passeremo nella farina e quindi friggeremo in olo bollente fino a che non producano una sottile crosticina croccante.

Da servire calde.


Guarda il Video



Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Annaffiare con regolarità, ogni 6-7 giorni, bagnando il terreno a fondo, ma attendendo che il substrato asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra; evitare di lasciare acqua stagnante nel sottovaso.


Tenere Umido
concimazione
In questo periodo dell'anno si concimano soltanto le orticole che stanno ancora fruttificando; gli appezzamenti precedentemente occupati da orticole annuali si lavoreranno a fondo, prima dell'inverno, aggiungendo al terreno del concime organico ben maturo.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO