Fiori di Bach

Generalità

Secondo le teorie espresse da Edward Bach le malattie non sono da considerare come semplici sintomi fisici, ma secondo lui lo stato di malattia è un sintomo di un disagio interiore, causato da sentimenti negativi o da un conflitto tra la nostra anima e la nostra mente; i suoi rimedi non contengono principi attivi chimici che vanno a mitigare i sintomi dei nostri disagi, bensì i rimedi di Bach consistono in una visione della malattia e del disagio. I fiori di Bach vanno a stimolare il nostro io, la nostra anima o la nostra mente, in modo da superare gli stati d'animo negativi che ci portano al disagio, fisico o psicologico.
fiori di bach

Il grande libro dei fiori di Bach. Guida completa teorica e pratica alla floriterapia di Bach

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35,7€
(Risparmi 6,3€)


I rimedi preparati con i fiori di bach

fiori di bach rossiI fiori di bach sono disponibili in commercio sotto forma di essenze, che non vanno utilizzate concentrate; si procede scegliendo 3-5 rimedi che pensiamo possano essere utili nel nostro caso, se non abbiamo una certa dimestichezza con i fiori di Bach è consigliabile rivolgerci ad un fitoterapeuta, che ci potrà consigliare al meglio. In seguito diluiamo 3-4 gocce per ogni rimedio in una boccetta da 30 ml contenente 20 ml di acqua di sorgente (o di acqua minerale naturale) e 10 ml di brandy. Il rimedio così preparato va conservato al riparo dalla luce e dalle onde elettromagnetiche, quali quelle prodotte da televisori, telefoni o radio.

  • farnia Edward Bach (1886-1936) era un medico, laureatosi nel regno unito, lavorò per lungo tempo in Inghilterra; i suoi studi nascono dai principi dell’omeopatia, partendo dal presupposto che per curare una ...
  • Un In erboristeria si trovano rimedi naturali di ogni genere e natura che aiutano a risolvere i disturbi che spesso ci attaccano. Parliamo di disturbi legati alle forme influenzali come tosse, raffreddor...
  • Impatiens glandulifera I fiori di Bach sono rimedi studiati da Edward Bach, un medico britannico. Alla base della sua teoria ci sono le emozioni. Quest'ultime, mosse da negatività, sono in grado di influenzare anche il corp...
  • Fiori di Bach Edward Bach, originario di Birmingham, inventò questo nuovo rimedio omeopatico partendo da un'intuizione: nel curare una certa patologia, il ruolo della personalità è da considerarsi più importante de...

Le opere complete e la biografia dell'inventore dei fiori di Bach

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,33€
(Risparmi 2,17€)


Come prendere i rimedi

Il rimedio va preso nella misura di 4 gocce , 4 volte al giorno; Bach consiglia di prendere tali rimedi appena alzati, mezz'ora prima di pranzo, a metà pomeriggio e prima di andare a dormire. All'evenienza è possibile prendere il rimedio più volte nell'arco della giornata, o in momenti diversi, poiché deve essere il nostro organismo a decidere quando è il momento di utilizzare il rimedio; anche se sarebbe meglio attenersi quanto più possibile ai 4 momenti della giornata consigliati da Bach.

In alcuni casi è anche possibile diluire qualche goccia di essenza direttamente in un bicchiere d'acqua, da consumare a piccoli sorsi nell'arco della giornata.

I rimedi contenenti i fiori di Bach vanno semplicemente deglutiti, o anche tenuti per qualche minuto sotto la lingua.


Solitudine

Water violet: aiuta ad avere rapporti più caldi con gli altri;

Impatiens: è utile per chi pensa velocemente e non ha pazienza per quelle che gli sembra lentezza negli altri. Per chi in genere preferisce lavorare da solo. Insegna l'empatia e la comprensione.

Heather: aiuta chi non riesce a stare da solo nemmeno per pochi attimi.


I sette gruppi

Nella sua terapia con i fiori da lui preparati Bach ha formalizzato l'azione terapeutica di trentotto diversi fiori, con cui si preparano altrettanti rimedi floreali; i 38 fiori sono stati da lui in seguito suddivisi in sette gruppi, a seconda del tipo di disturbo che possono mitigare; i sette gruppi sono i seguenti:

- Paura

Rock rose, Mimulus, Cherry plum, Aspen, Red chestnut.

- Incertezza

Cerato, Scleranthus, Gentian, Gorse, Hornbeam, Wild oat

- Insufficiente interesse negli avvenimenti presenti

Clematis, Honeysuckle, Wild rose, Olive, White chestnut, Mustard, Chestnut bud

- Solitudine

Water violet, Impatiens, Heather

- Ipersensibilità alle idee altrui

Agrimony, Centaury, Walnut, Holly

- Scoraggiamento o disperazione

Larch, Pine, Elm, Sweet chestnut, Star of bethlehem, Willow, Oak, Crab apple

- Eccessiva preoccupazione per il benessere altrui

Chicory, Vervain, Vine, Beech, Rock water.

L'utilizzo di questi rimedi può avvenire scegliendo un singolo rimedio da un gruppo, oppure combinandone alcuni, presi da più gruppi o dallo stesso gruppo; infatti ognuno di questi fiori è utile a mitigare il problema che ne denomina il gruppo a cui appartengono, però da ogni fiore otteniamo un rimedio che ci aiuta a mitigare una particolare tipologia di problema. Se vogliamo preparare un rimedio che unisca alcuni fiori assieme cerchiamo di usare il buon senso e un poco di elasticità mentale.


Scoraggiamento o disperazione

Larch: aiuta a riacquistare rispetto e stima di se stessi.

Pine: aiuta quando ci si sente in colpa facilmente, spesso per errori commessi dagli altri. Quando non si è mai contenti per i propri sforzi o per quello che si è riusciti ad ottenere.

Elm: è utile quando le nostre responsabilità ci sovrastano; quando si teme di perdere stima in se stessi, si è depressi ed esausti.

Sweet chestnut: è utile quando l'angoscia è immensa e sembra insopportabile.

Star of bethlehem: è utile negli avvenimenti scoraggianti e deprimenti, come la morte di una persona cara.

Willow: è utile nei periodi di sfortuna ed avversità difficili da accettare.

Oak: è utile quando i propri sforzi sono vani. Spesso perchè si è iperattivi e si tende a lavorare eccessivamente dimenticando la stanchezza.

Crab apple: è utile quando si sente che c'è qualcosa in se stessi non del tutto pulito; quando si lavano le mani molto spesso, quando si pensa che le cose siano sporche senza motivo, quando ci si sente brutti anche se gli altri ci ritengono attraenti.


Eccessiva preoccupazione per

il benessere altrui

Chicory: aiuta a discutere meno, ad essere meno critici con gli altri; nei casi in cui si trova sempre negli altri qualcosa da cambiare.

Vervain: per persone molto motivate, con punti di vista molto forti e decisi. Coloro che spendono sforzi eccessivi in ogni cosa che fanno, che pensano costantemente a quello che fanno tanto da perderci il sonno.

Vine: aiuta a rispettare le idee ed i punti di vista altrui.

Beech: aiuta ad essere meno critici nei confronti degli altri, e ad accettarli per quello che sono.

Rock water: è utile quando ci si aspetta troppo da se stessi.


Paura

Rock rose: è utile quando si prova paura improvvisa e paralizzante, che non ci permette di muoverci, parlare o pensare in maniera chiara.

Mimulus: è utile nelle paure immotivate, ataviche e incomprensibili, come la paura degli insetti o dei cani.

Cherry plum: è utile per coloro che temono di perdere il controllo quando fanno cose controvoglia o che ritengono sbagliate.

Aspen: è utile quando si ha una paura improvvisa e immotivata.

Red chestnut: è utile quando si teme in maniera eccessiva che accada qualcosa di male alle persone a cui vogliamo bene.


Insufficiente interesse negli avvenimenti presenti

Clematis: è utile per coloro che sentono le loro vite così infelici da crogiolarsi nella fantasia; si usa anche per migliorare la chiarezza con cui si affronta il presente e per stimolare la creatività.

Honeysuckle: è utile quando i pensieri si soffermano sul passato piuttosto che sul presente; si usa per lasciar andare questi pensieri di avvenimenti passati.

Wild rose: è utile per riprendere interesse nella vita quotidiana, nel lavoro, nello studio, negli impegni di ogni giorno; ed anche per prendersi le proprie responsabilità.

Olive: aiuta ad aumentare energia, vitalità ed interesse nella vita.

White chestnut: è utile quando la nostra mente è affollata di pensieri che vogliamo scacciare.

Mustard: è utile quando la depressione ci coglie all'improvviso, annebbiandoci i pensieri.

Chestnut bud: è utile quando si ripetono sempre gli stessi errori, rendendo difficile imparare dall'esperienza.


Incertezza

Cerato: aiuta a credere nel proprio giudizio quando si devono prendere decisioni importanti.

Scleranthus: è utile quando si deve decidere tra due cose tra cui scegliere, ma non si riesce a decidere quale sia meglio per noi.

Gentian: è utile quando si è completamente scoraggiati, e ogni ritardo o ostacolo ci deprime.

Gorse: è utile quando si è completamente disperati e si crede che non ci sia più nulla da fare.

Hornbeam: è utile quando si sente il peso della vita tanto pesantemente da pensare di non riuscire più a continuare con le sfide che la vita ci propone.

Wild oat : è utile quanto nella vita si è ad un bivio, e non si è sicuri di quale direzione prendere.


Fiori di Bach: Ipersensibilità alle influenze

ed alle idee altrui

Agrimony: aiuta a comunicare i propri sentimenti e le proprie paure; in particolare è utile per coloro che difficilmente esprimono quello che sentono ma lo nascondono con l'humorismo o spesso assumono droghe o alcool.

Centaury: è utile per coloro che difficilmente riescono a dire no e ad imporre le proprie idee; in genere per le persone che tendono a ubbidire agli altri ed a servirli.

Walnut: è utile nei periodi in cui ci si sente liberi dalle costrizioni e si cerca di andare avanti verso il cambiamento. Aiuta nei cambiamenti che ci possono portare alla felicità e ci protegge dalle influenze esterne.

Holly: è utile quando si soffre per pensieri negativi, come la gelosia, l'invidia, sospetto o desiderio di vendetta.



COMMENTI SULL' ARTICOLO