Guaraną  - Paullinia cupana

Generalitą

Pianta rampicante di grandi dimensioni, originaria della foresta amazzonica; il fusto č robusto e densamente ramificato; in natura spesso la pianta puņ raggiungere i 10-12 metri di altezza, arrampicandosi lungo gli alberi della foresta amazzonica, con le dovute potature č facilmente ottenibile un arbusto compatto, alto sino a 2-3 metri. Nelle coltivazioni industriali di guaraną in genere si preferisce mantenere le piante contenute, in modo da poterne raccogliere i frutti con maggiore facilitą. Il fusto č legnoso, con corteccia lisca, di colore marrone; le foglie sono di colore verde scuro, lucide, di forma ovale, o lanceolata. In primavera produce piccoli fiori di colore bianco, riuniti in grandi grappoli, ai quali succedono i frutti: si tratta di drupe con bucci coriacea, di colore rosso aranciato, contenenti poca polpa bianca attorno ad un grosso seme marrone scuro. Questa pianta veniva utilizzata gią nell’antichitą dagli indios dell’amazzonia, come pianta medicinale e sacra. In erboristeria e nella medicina occidentale si utilizzano i semi di guaraną, opportunamente essiccati e macinati; la polvere di guaraną ha effetti stimolanti, contenendo caffeina e teobromina. Viene utilizzata come stimolante, ma anche come analgesico, afrodisiaco, disinfettante.... Alcuni dei principi attivi contenuti nella povere di guaraną possono divenire tossici se consumati in maniera continuativa e in dosi massicce.
chicchi di guaraną


Coltivazione

guaranąLe piante di guaraną vengono coltivate nelle zone tropicali, esistono vere e proprie piantagioni di guaraną, sfruttate industrialmente; si tratta di una pianta di facile coltivazione, che necessita di una temperatura media vicina ai 15-18°C, anche durante la stagione fredda, quindi non č possibile coltivarla all’aperto in Europa. Le piante da tempo a dimora si accontentano dell’acqua fornita dalle piogge, ma in genere le giovani piante vengono annaffiate in periodi i particolare siccitą o caldo; in genere sopportano senza problemi la siccitą, e non tollerano la coltivazione in luoghi umidi o in condizioni di terreno scarsamente drenante. Come detto prima le piante coltivate vengono potate, in modo da ottenere arbusti tondeggianti, di dimensioni contenute.

  • guaraną Il guaraną č una pianta originaria dell’Amazzonia, coltivata, trasformata e consumata dai popoli indigeni gią molto prima dell’arrivo dei conquistatori europei. Era ritenuto un arbusto sacro, inserito...
  • Pilea cadierei Questo genere comprende circa duecento specie di piante erbacee perenni, originarie di gran parte del globo; le specie generalmente coltivate come piante decorative sono circa dieci, provengono dall'A...
  • fiore Doritis Al genere doritis appartiene solo questa specie, che perņ si presenta in molte varietą. Presenta pseudobulbi appiattiti, che producono alcune larghe foglie carnose; a partire dalla primavera si svilup...
  • Calanthe triplicata Le calanthe sono bellissime orchidee terricole, ne esistono alcune centinaia di specie, diffuse prevalentemente in Asia, con alcune specie in Madagascar e nelle isole dell’Oceania; sono state divise i...


Moltiplicazione

Avviene per talea semilegnosa, in estate; le talee vengono fatte radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali. Le giovani piante vengono poste a dimora dopo aver raggiunto i 35-40 cm di altezza in contenitore. In primavera č possibile seminare i grossi semi, anche direttamente a dimora.


Guaraną  - Paullinia cupana: Parassiti e malattie

In genere non teme l’attacco degli insetti; un terreno pesante o piogge eccessivamente frequenti possono favorire lo svilupparsi di marciumi radicali.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Annaffiare con regolaritą, ogni 6-7 giorni, bagnando il terreno a fondo, ma attendendo che il substrato asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra; evitare di lasciare acqua stagnante nel sottovaso.


Tenere Umido
concimazione
In questo periodo dell'anno si concimano soltanto le orticole che stanno ancora fruttificando; gli appezzamenti precedentemente occupati da orticole annuali si lavoreranno a fondo, prima dell'inverno, aggiungendo al terreno del concime organico ben maturo.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO