Muraiola, Erba vetriola - Parietaria officinalis

Generalità

Nome: Parietaria officinalis L.

Raccolta: Nei mesi più caldi.

Proprietà: Anticalcoloso, pettorale, diuretico.

Famiglia: Urticacee.

Nomi comuni: Erba di vento, murziola, gambo rosa, variol, vetriola, palatoria.

Habitat: Fra i ruderi, i sassi e le macerie fino ai 700 metri.

muraiola


Muraiola, Erba vetriola - Parietaria officinalis: Proprietà

Parti usate: Le parti aeree e le foglie.

Conservazione: Le foglie vanno essiccate velocemente all’ombra e conservate in vasi di vetro.

Uso: Uso interno: succo delle foglie, infusi, decotti e tinture delle parti aeree; uso esterno: applicazione delle foglie fresche contro scottature e infiammazioni della pelle, infusi e decotti delle foglie.

Note: La parietaria è utile per la pulizia di incrostazioni dai vasi e dalle bottiglie: è sufficiente introdurre una manciata di foglie, un po’ di acqua e scuotere velocemente.

  • muraiola Quella che comunemente viene detta “muraiola” è una pianta dai molteplici nomi: c’è chi la chiama erba vento, gamba rossa oppure erba vetriola (nome che deriva dall’usanza di utilizzare le foglie di q...
  • Pilea cadierei Questo genere comprende circa duecento specie di piante erbacee perenni, originarie di gran parte del globo; le specie generalmente coltivate come piante decorative sono circa dieci, provengono dall'A...
  • fiore Doritis Al genere doritis appartiene solo questa specie, che però si presenta in molte varietà. Presenta pseudobulbi appiattiti, che producono alcune larghe foglie carnose; a partire dalla primavera si svilup...
  • Caladenia Genere che riunisce circa cento specie di orchidee terricole originarie dell'Australia e della Nuova Zelanda. Hanno grosse radici a stolone, da cui spunta una lunga foglia carnosa, spesso leggermente ...


Guarda il Video



Esposizione
Pianta che necessita di almeno alcune ore al giorno di irradiamento solare.

 
Sole pieno
Annaffiature
Le annaffiature si praticano solo quando il terreno è ben asciutto da alcuni giorni, ogni 10 giorni può essere sufficiente; se il clima fosse particolarmente caldo è possibile intensificare leggermente le annaffiature.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia, per il periodo primaverile, una concimazione ricca in azoto, da ripetersi frequentemente, ogni 8-10 giorni, utilizzando un concime specifico per piante verdi, in dose dimezzata; in alternativa si può utilizzare del concime a lenta cessione, da applicare una sola volta ogni 4 mesi.


Esigenze della piante a maggio in un clima alpino.

commenti

Nome:

E-mail:

Commento: