olio di iperico

olio di iperico

L'iperico è un' erba anche conosciuta con il nome di erba di San Giovanni a causa della fioritura nel periodo in cui appunto si celebra San Giovanni ovvero il 24 giugno, o ancora scacciadiavoli, infatti si riteneva che appeso in casa un ramoscello fiorito nella notte di San Giovanni avesse il potere di allontanare gli spiriti maligni.

Il nome scientifico è invece Hypericum perforatum. Questa pianta è originaria dell'Europa ma è ormai molto diffusa anche altrove, raggiunge massimo l'altezza di 100 centimetri. Cresce nelle aree del Mediterraneo in modo spontaneo e preferisce zone ben esposte al sole ma temperate come India, Turchia alcune zone della Russia e dell'America del Nord. I luoghi dove meglio riesce a crescere sono boschi e campi all'aperto, nei campi dedicati al pascolo non è però molto gradito perché può procurare al bestiame aborti, danneggiare il sistema nervoso e portare addirittura la morte degli animali.

Si tratta di un'erba sempreverde senza peluria sulle foglie, i fiori sono un un giallo intenso costituiti da cinque petali disposti a stella con dei puntini neri, le foglie invece sono di un verde intenso e con i bordi caratterizzati da bollicine che sembrano buchi. Come tutte le erbe, o quasi, anche l'iperico ha delle applicazioni mediche rilevanti e di seguito vedremo quali.

Il principale ricavato dall'iperico è un olio che si caratterizza per il colore rosso intenso causato dalla concentrazione di iperacina. Per il colore viene anche chiamato sangue di San Giovanni infatti in passato si riteneva fosse il sangue perso dal Santo in occasione della decapitazione su ordine del Re Salomè.

L'olio di iperico è considerato un antidepressivo naturale anche se blando, cura inoltre anche l'insonnia e la ricerca sta portando novità sorprendenti anche nel trattamento del morbo di Parkinson.

L'olio di iperico è ricco di flavonoidi, tannini, iperacina, acido clorogenico e caffeico e sono proprio questi principi attivi a renderlo insostituibile rimedio naturale verso alcuni problemi.

olio di iperico

UNGUENTO ARNICA FORTE con iperico e wintergreen - 50 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,5€


COME SI ESTRAE OLIO DI IPERICO

olio di iperico L'olio di iperico può essere comprato in erboristeria già pronto, ma per chi volesse cimentarsi nell'estrazione ecco come fare. Il processo è in realtà molto facile, poco costoso e anche divertente. Per prima cosa occorre raccogliere i fiori, meglio scegliere posti lontani da fonti di inquinamento, infatti l'iperico cresce anche in città ai bordi delle strade, ma gli scarichi delle auto rendono i fiori poco adatti ad essere usati.

I fiori una volta raccolti devono essere lavati e asciugati, preferibilmente al sole. Fatto ciò devono essere messi a macerare in olio preferibilmente di mandorle dolci, infatti in questo caso vengono uniti i poteri di questi due ingredienti e i benefici aumentano. In l'alternativa può essere usato anche olio di semi di girasole o olio d'oliva.

Riponeteli in un vasetto di vetro e coprite i fiori con l'olio scelto, a questo punto mettete al sole il vasetto ben chiuso e mescolatelo di tanto in tanto. L'olio comincerà ad assumere un colore rosso, Passate tre settimane l'olio di iperico è pronto, basta filtrarlo bene con un colino o dei collant, o entrambi, ed il gioco è fatto. Preparato con l'olio di mandorle dolci è più facile da assorbire ed il potere emolliente ed idratante sulla pelle è davvero alto, basta ricordare che l'olio di mandorle dolci è il miglior prodotto naturale contro le smagliature.


  • oli essenziali Gli oli essenziali sono composti oleosi ottenuti estraendo dalle piante le sostanze aromatiche che esse producono; questi oli si ottengono generalmente per estrazione in corrente di vapore, utilizzand...
  • Gli oli essenziali sono dei preparati estratti dalle essenze aromatiche delle piante. Gli oli essenziali rappresentano la parte volatile e profumata delle specie vegetali e pertanto costituiscono una ...
  • olio di mandorla La natura da sempre a servizio dell'uomo. Dalle piante è possibile ricavare un gran numero di sostanze utili alla salute, al benessere e alla bellezza senza effetti collaterali e senza controindicazio...
  • olio di argan Conosciuto da secoli in Marocco e considerato ancora oggi un vero e proprio elisir di benessere e di bellezza dai dermatologi di tutto il mondo, l'olio di Argan costituisce il rimedio naturale più uti...

Olio essenziale di Ylang III. 10 ml di olio essenziale di Ylang III,. Un regalo perfetto - Ottimo per compleanni, Natale......

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,12€


APPLICAZIONI OLIO DI IPERICO

L'olio di iperico è un potente antisettico e antinfiammatorio e quindi adatto a decongestionare e disinfettare bruciature di qualsiasi natura ed eritemi solari. Utile anche per lenire il rossore da pannolino dei neonati e il bruciore delle punture di insetti. Utilizzato sulle ferite aiuta a cicatrizzare prima. L'elevata presenza di tannini inoltre rende l'iperico particolarmente adatto al trattamento di pelli grasse, miste o con problemi di acne in quanto hanno un elevato potere astringente. Sempre in ambito cosmetico viene utilizzato anche per trattare la couperose.

Per quanto riguarda la funzione antidepressiva solitamente viene utilizzato l'estratto secco perché l'olio oltre a non avere un sapore particolarmente gradevole ha effetti più limitati su tali problematiche, pur essendo comunque utile, ma per tale uso è opportuno un consiglio da parte del medico perché le interazioni con altri farmaci possono essere notevoli. Molto più sicuro quindi l'uso in cosmesi e nelle medicazioni topiche.


EFFETTI INDESIDERATI

olio di ipericoSembra che l'olio di iperico possa avere influenza sugli anticoncezionali in particolare che possa limitare l'effetto della pillola e quindi provocare gravidanze indesiderate, questo effetto però ancora non è sufficientemente dimostrato. Deve essere evitata l'assunzione in gravidanza infatti l'iperico va ad interagire con i livelli ormonali e quindi potrebbe causare aborti. Sconsigliato l'utilizzo per via orale anche nei bambini sotto i 18 anni.

Nonostante l'applicazione a livello epidermico possa lenire i rossori da esposizione solare, un uso eccessivo potrebbe al contrario fotosensibilizzare la pelle quindi è opportuno valutare sempre bene l'uso e non eccedere.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO