capsule

Le capsule in erboristeria

Innanzitutto vediamo cosa sono le capsule ai fini erboristici. La capsule sono gli involucri all’interno dei quali vengono poste le erbe officinali necessarie a curare alcune patologie, laddove non è possibile usarle sotto forme di tinture, decotti o infusi e tisane. Diciamo pur che i fini sono uguali e le proprietà terapeutiche delle erbe officinali, vengono assorbite dal nostro organismo alla stessa maniera solamente che con le capsule, è molto più comodo ingerire un preparato. Senza contare il fattore che le dosi immesse in una capsula, sono sapientemente collocate, da persone di grande esperienza quali gli operatori delle industrie produttrici di questi validi elementi. La tradizione popolare per quanto riguarda le erbe officinali, è stata ampiamente studiata dagli scienziati della scienza fitoterapica e dopo vaste cognizioni in materia e preparati testati su volontari, si è giunti alla conclusione che le erbe medicinali, curano proprio allo stesso modo della medicina tradizionale e moltissime persone, amano curare le loro patologie con le erbe e ne sono soddisfatte ampiamente. Ovviamente per preparare le capsule, occorre una scienza apposita e le ditte produttrici, raccolgono le erbe con maestria e cognizione di causa, le essiccano tramite complicati processi industriali, le tritano e le incapsulano, rispettando severissimi controlli che vengono imposti dalla legge della farmacopea.
capsule

Hoover Steam Capsule CAP1700D 011 Scopa a vapore, 1700W

Prezzo: in offerta su Amazon a: 88,49€
(Risparmi 71,41€)


Come si producono le capsule

capsule La capsula atta a contenere le erbe ridotte in polvere, di solito sono formate da un unico elemento o da più principi attivi. Frequentemente si usano gelatine alimentari che entrano in simbiosi con agenti plastificati e benefici per l’organismo e la consistenza delle capsule, è ottima. A volte, specialmente quando vediamo quelle capsule colorate, vengono usati quei conservanti e quei coloranti che però sono previsti dalla legge e solitamente le capsule colorate sono formate da due tipi di elementi e cioè il corpo della capsula che contiene la dose di erba medicinale ridotta in polvere ed il coperchio che chiude l’involucro. La capsula durante la sua produzione, passa attraverso quattro fasi ben precise ossia la produzione delle capsule vuote, il momento in cui le capsule vengono aperte, la collocazione della dose di erba medicinale e la chiusura definitiva. Ci sono altre fasi conseguenti a queste che sono il confezionamento in blister farmaceutici e la effettiva confezione nello scatolo di cartone e questo avviene con l’aiuto dell’automatizzazione su nastri trasportatori.

  • compressa effervescente Le compresse effervescenti sono un particolare tipo di compresse molto diffuse che una volta a contatto con l’acqua scatenano una reazione che provoca la formazione di una miriade di piccole bollicine...
  • miglio Il miglio (Panicum miliaceum) è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Graminacee (o Poacee) originaria del Medio Oriente e dell'Asia Centrale. La sua coltivazione risale alle epoche prei...
  • buccia d E' ormai risaputo che uno dei maggiori nemici delle donne è la cellulite, fastidioso inestetismo cutaneo di cui è affetto circa l'80% del sesso femminile; si tratta, nello specifico, di una vera e pro...
  • compresse aglio Può rivelarsi molto utile ed interessante scoprire tutto ciò che riguarda l'aglio in compresse, parlare delle sue capacità, le sue proprietà, i suoi benefici e tutto ciò che se ne può trarre di positi...

Opercolatrice Opercolatore Gr. 00 per il riempimento di capsule

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,95€


Perché si usano le capsule

capsule Oltre ad essere molto comode e a contenere la dose perfetta di polvere di erba medicinale, le capsule danno anche l’agio di poter assumere sostanze che vengono rese inodore come l’aglio. Per quanto riguarda questo ortaggio che ha proprietà terapeutiche di una basilare importanza, le capsule lo contengono in maniera molto concentrata e se noi volessimo farne uso al naturale, dovremmo mangiarne in quantità sproporzionata con tutti gli effetti legati all’alto cattivo e alla sudorazione che come si sa, se si ingerisce troppo aglio, purtroppo diventa piuttosto sgradevole. Le capsule di aglio, hanno una dimensione molto ridotta e sono preparate in modo che donano un’adeguata protezione allo stomaco ed hanno una totale assenza di sapore e di odore. L’uso della capsula quindi, è davvero efficace soprattutto per quel tipo di erbe dal sapore o dall’odore sgradevole ed in più le capsule, sono preparate in maniera tale, che entro un quarto d’ora, riescono a sciogliersi nello stomaco e a fornire all’organismo, tutti i principi attivi dell’erba medicinale.


Il prezzo delle capsule

Il prezzo delle capsule varia di molto ma non perché qualcuna è migliore di un’altra ma semplicemente perché tutto dipende dalla loro grandezza, dal blister nel quale sono state introdotte e dalla confezione di cartone. In alcuni blister troviamo appena sei capsule mentre in altri ne troviamo addirittura sessanta senza contare i flaconi di plastica riciclabile che hanno un costo ancora più elevato. Il prezzo varia da 5 euro fino ad arrivare a 60 euro.


Quando non utilizzare le capsule

capsuleOvviamente le capsule non vanno somministrate ai neonati e ai bambini che non sanno ingoiarle. Alcuni medici consigliano di aprirle e svuotare il loro contenuto su un cucchiaino nel quale vengono aggiunte poche gocce d’acqua. Il loro utilizzo comunque, per quanto riguarda i bambini, deve essere sempre consigliato da una persona esperta meglio se Pediatra o medico curante. Lo svantaggio delle capsule anche per quanto concerne l’assunzione da parte degli adulti, è la loro indivisibilità ma basta effettuare la stessa operazione che si applica per i bambini e si può ovviare a questo problema. Basta cioè collocare tutto il contenuto della capsula o parte, in un cucchiaio e poi aggiungere qualche goccia d’acqua ed infine ingerire il composto. Questo vale anche per quei soggetti che hanno problemi di deglutizione.


Come vanno assunte le capsule

Naturalmente le capsule erboristiche, vanno assunte dietro una prescrizione medica. E’ il vostro medico omeopatico o il vostro medico curante, che deciderà la vostra dose giornaliera a seconda della patologia che accusate. Le capsule vanno assunte come vi consiglia il medico e come è indicato sul bugiardino in dotazione nello scatolo. Di solito la dose è di quattro capsule al giorno da ingoiare con un bicchiere d’acqua ma le dosi possono variare da persona a persona.




COMMENTI SULL' ARTICOLO