aglio proprietà

L’aglio

Pochi ortaggi possono vantare di avere proprietà medicamentose come l’aglio che nella moderna fitoterapia, è diventato una pianta dalle virtù decisamente eccezionali. Fin dall’antichità infatti, veniva usato per depurare l’organismo e per guarire dalle più svariate specie di malattie. Addirittura i soldati romani, lo utilizzavano largamente in procinto di guerre o combattimenti per fortificare il loro corpo. Il bulbo dell’aglio, è stato annoverato tra quelle piante che contengono più componenti curativi per l’organismo umano e si parla di circa 400 specie di patologie che questo preziosissimo elemento riesce a curare con ottimi risultati. Il suo beneficio, dipende da una sostanza sulfurea presente nel bulbo e l’allicilina è il suo principio attivo che contiene un valido effetto antisettico.
aglio

Atlante illustrato delle piante medicinali e curative

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,3€
(Risparmi 2,7€)


Proprietà curative

aglio I benefici dell’aglio, sono così tanti che neanche immaginiamo. Ha un potere straordinario come battericida tant’è vero che distrugge completamente i microbi e impedisce la loro proliferazione. Viene utilizzato come potente antinvecchiamento e come prevenzione per malattie anche gravi. Il sistema circolatorio ed il cuore, traggono benefici notevoli perché con le proprietà tonificanti ed equilibranti dell’aglio, il tono muscolare del cuore viene aumentato ed in più si puliscono le arterie ed il sangue si fluidifica in maniera eccezionale. Anche se appare strano, l’aglio aiuta molto nella digestione difficile e poi allontana i vermi intestinali specialmente nei bambini che ne sono stati infestati. Gli ematologi e gli oncologi, hanno recentemente appurato e confermato che la presenza di aglio negli alimenti, favorisce la distruzione di batteri e quindi questo prezioso bulbo, dovrebbe essere il condimento essenziale di quasi tutte le nostre pietanze. Purtroppo però ci sono gli effetti olfattivi che si ripercuotono sulla vita familiare e specialmente su quella lavorativa. L’alito diventa molto pesante ed è difficile relazionarsi con il pubblico. A tale scopo e per ovviare a questi spiacevoli effetti, in erboristeria si trovano delle capsule che contengono l’estratto del bulbo e sono sia insapori che inodore. Tuttavia i ricercatori hanno sentenziato che l’aglio agisce meglio se usato al naturale e propongono come alternativa all’alito decisamente troppo pesante, la masticazione di due chicchi di caffè torrefatto appena dopo l’assunzione dell’aglio.


  • passiflora La potatura delle piante rampicanti è strettamente correlata alla fase di crescita delle stesse e al tipo di essenza in esame.Le principali distinzioni sono: esemplari giovani che devono ancora cres...
  • allium Il genere allium conta più di mille specie, diffuse per la maggior parte nell'emisfero settentrionale; a questo genere appartengono anche aglio, cipolla, porro; esistono però varietà coltivate per le ...
  • Aglio  Il genere in cui è compreso l'aglio, la pianta aromatica molto utilizzata in cucina, comprende anche cipolle, porri, scalogni; molti non sanno che oltre a questi agli di utilizzo prevalentemente culin...
  • coltivazione aglio L'aglio è una pianta erbacea, perenne, bulbosa coltivata per i bulbi molto utilizzati in cucina e per le proprietà antisettiche e rinfrescanti. Il suo nome botanico è allium.Può essere coltivata i...

Alimentazione e nutrizione umana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 63,75€
(Risparmi 11,25€)


Quali patologie cura l’aglio

aglio Per specificare tutte le patologie che l’aglio riesce a curare, bisognerebbe sicuramente scrivere un trattato. Elenchiamo le più conosciute e quelle sulle quali si è avuto un effettivo riscontro. L’aglio viene innanzitutto, usato come prevenzione anche nelle malattie da raffreddamento, nelle bronchiti, nella foruncolosi dei giovani e persino nella Tubercolosi , malattia gravissima che ogni anno miete centinaia di persone. L’aglio infatti, è capace di risvegliare e rinforzare l’intero sistema immunitario impedendo ad alcuni batteri di entrare nel nostro organismo e assumendo aglio, le lacrime, il sudore ed altre secrezioni corporee, producono degli elementi chimici che contrastano l’entrata dei virus nocivi. Le tonsille, le adenoidi, la milza e anche la ghiandola timica, attaccano questi batteri facendoli retrocedere ed i soli organismi del corpo umano, sono capaci di distruggere questi germi. L’aglio ha l’eccezionale capacità di agire come “spazzino” e di pulire il sangue che come tutti sappiamo, trasporta l’ossigeno a tutte le cellule del nostro corpo ed è quindi estremamente necessario che le vene siano pulite e prive di agenti contrastanti. Inoltre l’aglio migliora notevolmente la pressione sanguigna permettendo ad essa di abbassarsi e le persone che soffrono di ipertensione, dopo una cura con l’aglio, riescono a regolarizzare la pressione sanguigna anche senza l’uso dei farmaci tradizionali. Utilissimo per la foruncolosi giovanile, l’aglio è utilizzato in cosmesi perché con esso si preparano creme ed unguenti che vengono applicati sulla pelle per liberare i pori dal grasso in eccesso che permette la proliferazione degli antiestetici foruncoli.


Come utilizzare l’aglio per preparati curativi

aglioPer i disturbi del fegato si usa preparare del succo di carota utilizzando una centrifuga, miscelato al succo di un limone. In questo composto si lasciano agire tre o quattro spicchi d’aglio pestati, per 10 minuti e poi si beve il composto la mattina a digiuno.

Per i disturbi renali invece, è necessaria una bevanda preparata con 5 spicchi d’aglio fatti bollire per mezz’ora in un litro di acqua fredda, Si filtra tutto e si beve ad ogni inizio di infezione.

Per le irritazioni della gola, si pestano in un mortaio tre o quattro spicchi di aglio mescolati a succo di limone ben filtrato. Bisogna cercare con molta pazienza, di mandare questo liquido che si ricava, proprio sulla parte della gola indolenzita e se si ingoia, non succede nulla a meno che non si abbiano dei problemi di stomaco.

Per problemi di stitichezza ostinata, si usa pestare 3 spicchi di aglio in un mortaio e poi aggiungerli ad un cucchiaio di miele sciolto in un poco d’acqua. Bisogna però ricordare che, siccome questi due elementi sono incompatibili, potrebbero verificarsi forti attacchi di diarrea che d’altro canto potrebbero aiutare in modo efficace a liberare l’intestino. Se usate questo preparato, osservate attentamente le reazioni del vostro organismo prima di continuare.


aglio proprietà: Come si prepara un infuso ed un decotto d’aglio

Per realizzare l’infuso d’aglio, si lasciano bollire 5 o 6 spicchi di aglio in abbondante acqua fredda. Quando si va a filtrare il composto, si schiacciano gli spicchi nel colino cercando di far scendere tutta l’acqua che hanno assorbito, nel bicchiere. L’infuso si beve dolcificato possibilmente con miele grezzo.

Il decotto di aglio si realizza diluendo dell’acqua con una minima quantità di aceto e poi si lascia bollire questa miscela con 3 o 4 spicchi d’aglio. Dopo circa dieci minuti dal momento dell’ebollizione, si filtra il composto e si usa per fare gargarismi o per lenire il mal di denti provocato dalle carie. Gli sciacqui, vanno ripetuti più volte nel corso della giornata.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO