Ananas

Storia e indicazioni generali

L'ananas fu catalogato nel 1493 dallo stesso Cristoforo Colombo nel suo secondo viaggio quando sbarcò sull'isola di Guadalupe. Questo frutto fu poi importato nel XVI secolo dagli spagnoli nelle Filippine da dove si diffuse in tutto l'oceano Pacifico fino alle Hawaii. Intorno alla metà del XVII secolo fu introdotto sistematicamente in Inghilterra e nel 1720 iniziò ad essere coltivato nelle serre di tutta Europa. La leggenda vuole che Luigi XIV, per la sua ingordigia, volle addentare il frutto senza sbucciarlo, ovviamente si ferì le labbra e perciò il Re Sole decise di vietarne la coltivazione in tutta la Francia, ma il suo successore riabilitò questo preziosissimo frutto presso la corte di Versailles nel 1733 scegliendolo come suo frutto preferito.

L'ananas è una vera miniera di vitamine e ha importanti proprietà che influiscono sulla densità ossea e sulla digestione, facilitandola.

Tuttavia già le popolazioni indigene dell'America meridionale ne facevano uso: il succo d'ananas veniva usato come tonico dalle donne per donare luminosità alla carnagione del viso.

Ad oggi l'ananas è perlopiù conosciuto e utilizzato come integratore nei regimi alimentari finalizzati alla perdita di peso, grazie alle sue proprietà diuretiche che diminuiscono la ritenzione idrica facilitando lo scioglimento dei grassi in eccesso.

La scienza ha scoperto che in questo frutto c'è molto di più di quanto detto finora. I suoi benefici influiscono sulla cura dei tessuti molli (come vedremo più avanti), sul rinforzamento dell'apparato osseo, ma essendo anche un antiossidante naturale viene utilizzato preventivamente come antitumorale e contro l'invecchiamento cellulare: insomma un frutto portentoso tutto da riscoprire.

ananas

Giallo ananas

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,61€


Proprietà curative

ananas Come accennato, l'ananas è particolarmente efficace come coadiuvante per rinforzare le ossa: il manganese contenuto al suo interno aiuta la sintesi del collagene, una proteina fondamentale per i tessuti ossei, epidermici e per la cartilagine. Per questo l'ananas è particolarmente consigliato alle donne in menopausa che soffrono di osteoporosi e per tutte quelle donne che non vogliono rinunciare ad una pelle giovane e compatta.

L'ananas contiene un'alta concentrazione delle vitamine A e C, quest'ultima in particolare è un antiossidante naturale che previene i tumori e le malattie cardiache. Inoltre negli stati di raffreddamento diminuisce i livelli di istamina, una sostanza responsabile di sintomi fastidiosi come lacrimazione e rinorrea.

Questo frutto possiede inoltre un'azione antinfiammatoria potente contro contusioni e gli edemi dovuti a traumi muscolari o articolari (ad esempio le tendiniti, le distorsioni, gli strappi muscolari), contro stati infiammatori dei tessuti molli (ad esempio le emorroidi, gli ascessi e le ulcere della pelle dopo interventi dentari e ginecologici) e gli stati febbrili.

L'ananas contiene un enzima importante detto bromelina capace di scindere le proteine e facilitare la digestione e risolvere i bruciori di stomaco: per questo una fetta d'ananas è consigliata a fine pasto a coloro che soffrono di cattiva digestione; non vi sono a tal proposito controindicazioni neppure per i soggetti anziani. Oltre alla sua funzione eupeptica, la bromelina contribuisce ad eliminare la pesantezza e sonnolenza postprandiale e l'imbarazzante alito pesante. Questo enzima inoltre è un antitrombotico naturale ed è un ipotensivo, adatto dunque a prevenire gli infarti e i disagi dovuti alla pressione alta.

Questo frutto esotico è particolarmente prezioso in un'alimentazione sana ed equilibrata poiché contiene sostanze fondamentali come lo iodio, il calcio, il ferro, il fosforo, lo zolfo e soprattutto il potassio; essendo anche ipocalorico è il dessert ideale per la fase di crescita e per le donne, ma anche nei periodi di accentuata stanchezza fisica e mentale.

L'ananas non aiuta soltanto il nostro corpo a sentirsi meglio, ma anche la nostra anima: il succo contiene serotonina, un importante neurotrasmettitore responsabile dell'allegria e della tranquillità. Questo frutto può funzionare anche da blando antidepressivo.

  • Ananas bracteatus L'Ananas bracteatus è una pianta epifita originaria dell'America meridionale, in particolare del Brasile e della foresta Amazzonica; viene coltivata come pianta ornamentale, ma anche, nei paesi tropic...
  • L La pianta da cui si ricava il grosso frutto che noi tutti conosciamo è una bromeliacea, originaria dell'America meridionale, e ormai diffusa in molte zone tropicali come pianta coltivata per il consum...
  • Ananas rosso L'ananas rosso è una bromeliacea variegata delle specie terresti e ha una vita limitata (il suo ciclo vitale è infatti solo di 3 anni). È una pianta da interno di grande effetto per forma e colori e r...
  • ananas coltivazione L'ananas è una pianta appartenente alla famiglia delle Bromeliacee che i botanici definiscono anche epifite per indicare quelle piante che pur vivendo alle spalle di altri vegetali non ne sono parassi...

In vino veritas, in scarpe Adidas, in doccia Badedas, in culo un ananas

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,05€
(Risparmi 1,95€)


Proprietà cosmetiche

ananasCome accennato precedentemente, l'ananas è un frutto dalle proprietà cosmetiche e queste gli furono riconosciute sin dalle origini. La sua azione antiossidante ottiene dei risultati sorprendenti sui tessuti epidermici grazie all'alta concentrazione di vitamine anche in caso di desquamazioni.

Negli ultimi anni è stato utilizzato come integratore dell'alimentazione per coadiuvare le diete a basso regime calorico: il suo concentrato di fibre è capace di dare senso di sazietà e le sue proprietà diuretiche sono molto utili per perdere i liquidi in eccesso e dunque per favorire l'uso delle riserve lipidiche del nostro corpo contribuendo alla scomparsa della cellulite e dall'antiestetica "pelle a buccia d'arancia".


Ananas: Controindicazioni e interazioni farmacologiche

Si sconsiglia l'uso dell'ananas in caso di gastrite o ulcera peptica e se ne sconsiglia l'uso a coloro che hanno costatato intolleranze e allergie a questo frutto.

Si suggerisce inoltre di moderare l'assunzione e di confrontarsi con un medico durante la gravidanza e l'allattamento o in caso di assunzione di farmaci anticoagulanti (ad esempio l'aspirinetta, la cardioaspirina, coumadin ecc.) o comunque a fronte di problemi ematici.

Si è infine costatato che l'ananas aumenta l'efficacia di alcuni chemioterapici come ad esempio il 5-fluorouracile e la vincristina.

L'ananas è la miniera gialla dei rimedi, saperne fare buon uso contribuirà ad una vita sana e longeva, non resta che sperimentare tutto il potenziale di questo frutto esotico.



COMMENTI SULL' ARTICOLO