fiori tulipano

Fiori tulipano

Il Tulipano è un fiore molto diffuso e apprezzato, fa parte della famiglia delle Liliacee ed è diffuso in molte aree geografiche. Il suo nome prende origine dalla lingua turca, il suo suono ricorda quello del nome di un copricapo dalle linee semplici e diritte.

Ne esistono quasi una ventina di specie e sebbene sia conosciuto come il fiore che simboleggia l’Olanda in realtà vi è approdato molti secoli dopo la sua massiccia diffusione in Oriente.

Il Tulipano trova le condizioni climatiche adatte per essere coltivato oltre che in Europa e in Asia, anche in Medio Oriente e nell’Africa del Nord per la sua resistenza e per la relativa semplicità di coltivazione.

Tra i fiori a bulbo è certamente il più diffuso in Italia e nel mondo, anche grazie alla varietà di colori che produce e alla solidità del fiore che lo rende adatto a diversi impieghi.

I bulbi del tulipano sono di dimensioni piuttosto grandi, ogni bulbo produce un solo fiore su un lungo stelo e alcune foglie, facilmente riconoscibili per il loro colore molto intenso tra il verde e il blu e per la loro struttura rigida, spessa, quasi coriacea.

I fiori sono molto grandi e i petali restano sempre leggermente socchiusi a creare la tipica forma a coppa. Esternamente i petali che compongono il fiore (in genere otto) sono di un unico colore, mentre all’interno, vicino ai pistilli, i petali hanno un disegno nero o di colore scuro che forma un occhio centrale molto caratteristico.

I petali possono essere sia tondeggianti che appuntiti, così come il colore può essere in tinta unita, screziato, striato, variegato e comprende numerosissime varietà di rosa, rosso, arancione, bianco e viola.

Le varietà più diffuse e apprezzate sono le ibride, sia perché ne esistono a migliaia, sia perché sono le più resistenti.

Il ciclo vegetativo della pianta è piuttosto breve, infatti i tulipani iniziano a germogliare all’inizio della primavera, culminano nella fioritura nei mesi di maggio e giugno e quando il caldo delle giornate estive è al suo apice le foglie e i fiori iniziano a seccare.

tulipani

OFFERTA 100 TULIPANI MIX COLORI BULBI AUTUNNALI AIUOLE GIARDINO BULBS

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


La coltivazione

tulipani I tulipani sono molto diffusi perché la loro coltivazione non richiede molte cure, inoltre possono essere coltivati sia a terra che in vaso e per la maggior parte delle varietà è possibile trattare i fiori come selvatici piantandoli a terra senza spostarli per diversi anni.

La pianta quindi può essere lasciata alloggiare in terreno o in vaso durante tutte le stagioni ma richiede cure attive solamente durante la stagione vegetativa, pertanto si può considerare una pianta stagionale: alla fine della stagione estiva si può lasciare a terra oppure dissotterrare il bulbo, farlo asciugare e riporlo al buio e al riparo per conservarlo per la stagione successiva.

  • agave Sembra quasi una leggenda popolare, ma non lo è. L’Agave, popolarissima pianta diffusa nelle zone del Mediterraneo ed appartenente alla famiglia delle agavacee, produce in tutta la sua vita un solo fi...
  • fiori ciliegio I fiori di ciliegio fioriscono sull'omonima pianta in primavera, anche se si dispone di un piccolo spazio è sempre gradevole piantare un albero di ciliegio per fini ornamentali e per la bellezza e il ...
  • margherita La semplicità che da sempre è legata a questo piccolo fiore di campo, non ha impedito a poeti ed artisti di ispirarsi ad essa nell'elaborazione delle loro opere. Un fiore talmente bello e delicato da ...
  • bocca di leone Le piante con fiori appartengono al gruppo delle Angiosperme, vegetali che racchiudono gli organi riproduttivi all'interno di un fiore.Il fiore, che deriva dalla modificazione dell'apice di un ramet...

100 Bulbi di tulipani "In Mix"- Bulbi da fiore - SPEDIZIONE GRATUITA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 44,95€


Le condizioni climatiche e il terreno

tulipani Questo genere di fiori a bulbo necessitano di un terreno fresco e smosso in profondità, hanno inoltre bisogno di una discreta quantità d’acqua ma il terreno deve essere ben drenato e soffice per evitare che l’acqua dell’innaffiamento e della pioggia ristagni mettendo i bulbi a rischio di esposizione a funghi che ne comprometterebbero in maniera significativa la crescita.

Quando si prepara il terreno per i Tulipani si deve aggiungere alla terra del giardino una abbondante dose di terriccio universale, una piccola quantità di sabbia che renderà il terreno più morbido e ne migliorerà la capacità drenante e infine una discreta quantità di stallatico o di letame maturo che arricchisca il terreno di sali minerali che renderanno la pianta più rigogliosa e i suoi colori più intensi.

I bulbi dei tulipani vanno messi a dimora in genere nel mese di settembre o ottobre, devono essere collocati a una profondità tale che li protegga sia dall’eccessivo caldo sia dalle gelate invernali, pertanto è opportuno interrarli a una profondità che sia circa il doppio della dimensione del diametro del bulbo.

Oltre al concime aggiunto alla terra in fase di preparazione è necessario fornire del concime liquido diluito nell’acqua dell’innaffiatura sia alla fine dell’inverno quando è in atto la ripresa vegetativa sia dopo la fioritura quando il terreno è particolarmente impoverito.

I tulipani non hanno bisogno di annaffiature abbondanti, è sufficiente bagnare il terreno quando è visibilmente asciutto e solamente nel periodo vegetativo della pianta, quando sono visibili i germogli, le foglie o i fiori.


fiori tulipano: La propagazione dei tulipani

tulipani Quando i tulipani sono lasciati ad alloggiare nel corso degli anni nello stesso terreno hanno la tendenza a sviluppare accanto al bulbo originario dei piccoli bulbi secondari che col tempo possono dare vita a nuovi fiori.

Per evitare quindi che il terreno di messa dimora dei tulipani diventi sovraffollato dopo almeno cinque anni è opportuno dissotterrarli durante la stagione autunnale.

A questo punto è opportuno dividere i bulbi per tipo e condizione:

- Si mettono da parte i bulbi grossi che produrranno dei fiori rigogliosi per le aiuole migliori e più visibili

- Si eliminano i bulbi rovinati

- Si mettono da parte i bulbi ancora piccoli che devono essere destinati a una aiuola di coltivazione: essendo piccoli non fioriranno ma produrranno la pianta e nella stagione successiva il bulbo si ingrosserà per raggiungere la maturazione nella annate successive.

Se non si effettua questa operazione di selezione e propagazione e non si spostano i bulbi l’aiuola nel tempo si impoverisce e si riempie di nuovi bulbi che si sottraggono l’un l’altro il nutrimento sviluppando così soltanto fusto e foglie senza avere il giusto spazio e le sostanze utili a produrre dei bellissimi fiori colorati.

La propagazione potrebbe essere ottenuta anche tramite la semina, ma in genere i bulbi che si acquistano presso i vivai sono ibridi e quindi non producono semi fertili in grado di dar vita a nuove piante di tulipani.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO