linguaggio dei fiori rosa

linguaggio dei fiori rosa

La rosa è un fiore originario del continente europeo e del continente asiatico, appartiene alla famiglia delle Rosacee e comprende 150 specie e numerose varietà. L'origine del nome deriva dal sanscrito “vrad” o “vrod”, che significa “flessibile”, oppure dal celtico “rhood” o “rhuud”, che significa “rosso”.
rosa


MITO E STORIA

rosa Il ritrovamento di reperti fossili risalenti all'epoca geologica dell'Eocene testimonia che la rosa era presente in natura già quaranta milioni di anni fa e non c'è dubbio che, fin dall'antichità, la rosa è il fiore più cantato e nominato nelle opere di poeti e scrittori. Se ne parla nell'Antico Testamento, se ne trova rappresentazione nelle tombe egiziane, viene narrato da Omero che Aurora, la dea del mattino, ad ogni alba dipinge il mondo con “dita di rosa”.

Nel mondo greco, la rosa era considerata il simbolo di Venere, dea della bellezza e dell'amore, tanto che le sue statue erano cinte di rose e di mirto; si riteneva inoltre che il colore originario del fiore fosse il bianco e che fu la dea, feritasi per soccorrere Adone, a renderlo rosso con il suo sangue. Durante le feste di Dioniso, era abituale coronarsi di rose poiché si credeva che calmasse i bollori dell'alcol, impedendo agli ebbri di rivelare i propri segreti.

Nel mondo romano, il fiore era legato al culto dei morti: la dea degli inferi, Ecate, appariva talvolta rappresentata con il capo cinto da rose a cinque petali, era usanza portare rose sulle tombe degli avi e vi è testimonianza fin dal I secolo d.C. della celebrazione dei Rosalia o festa delle rose.

Nel Medioevo, la rosa era considerata simbolo di purezza e candore, tanto da diventare attributo delle vergini e dei Santi, ed era anche considerata simbolo di riservatezza, poiché una rosa stilizzata a cinque petali ornava spesso i confessionali con la scritta "sub rosa", a indicare il sigillo della discrezione e del silenzio. Secondo l'iconografia della mistica cristiana, la rosa indicava la coppa che raccolse il sangue di Cristo e veniva identificata come simbolo antichissimo dell'amore e del sacrificio divino, ma anche come emblema sacro dell'elevazione spirituale e della realtà in divenire. La rosa in Occidente e il fiore del loto in Oriente hanno in sostanza il medesimo significato, ovvero la rivelazione, la manifestazione in fieri, la produzione dell'epifania.

Una rosa rossa, stretta nel pugno, è anche il simbolo della socialdemocrazia e del socialismo; nella Germania hitleriana si denominò Rosa Bianca uno dei maggiori movimenti di opposizione al regime nazista.

  • fiori secchi La vita dei fiori può essere, per così dire, "allungata", grazie all'utilizzo di tecniche di essiccazione, che consentono la conservazione di piante e fiori per un lungo periodo di tempo. La bellezza ...
  • Aphelandra squarrosa L'Aphelandra squarrosa o Afelandra è un arbusto sempreverde originario dell'America centro-meridionale, che in natura raggiunge i 2-3 m di altezza, ed in contenitore si mantiene di dimensioni vicine a...
  • Rose acapella Genere che conta numerose varietà di arbusti, eretti o rampicanti, originari di tutti i paesi che si trovano nell'emisfero boreale; da queste varietà nel corso dei secoli sono derivate decine di varie...
  • Rosa  floriunda Fiore nobile, coltivato da secoli in tutta l'area del mediterraneo e in Asia, ormai presente nei giardini e nei parchi di tutto il mondo, la rosa è uno degli arbusti preferiti dagli appassionati di gi...


SIMBOLOGIA

rose A causa delle sue origini, della forma elegante e del soave profumo, la rosa è da sempre simbolo di amore e passione, ma è anche figura di grazia e di perfezione, ammirazione e devozione, emblema sacro di riservatezza, rigenerazione e trascendenza, è l'attributo della spiritualità, degli aneliti superiori. Nei paesi orientali viene identificata con la guarigione dal dolore e dalla perdita ed è simbolo dell'anima, secondo il misticismo sufita.


FLORIGRAFIA E COLORI

rose L'attribuzione di un significato simbolico ai fiori risale all'antichità, ma la florigrafia si diffuse come strumento di comunicazione in Inghilterra in età vittoriana, un'epoca in cui l'utilizzo di fiori, addobbi e creazioni floreali era l'unico modo per esprimere emozioni e sensazioni che, a causa del moralismo imperante, non potevano essere pronunciate. Al colore, alla composizione e al numero dei fiori veniva dunque associato un significato particolare, capace di veicolare un messaggio molto più esplicito di qualunque sguardo o parola.

Una rosa è simbolo dell'amore a prima vista ma anche della persistenza del sentimento amoroso, due rose promettono un'unione durevole, sono speranza di fidanzamento o matrimonio, di affetto continuo. Tre rose vengono regalate tradizionalmente per celebrare un mese d'amore e rappresentano il legame tra una giovane coppia, sei rose trasmettono un messaggio di mancanza, sette rose si regalano se c'è infatuazione, dieci rose attestano una relazione perfetta. Tredici rose sono messaggio d'amicizia, una dozzina sono richiesta di legarsi sentimentalmente per tutta la vita, due dozzine dichiarano la propria appartenenza alla persona amata, venticinque rose presentano le congratulazioni.

Anche a seconda della sfumatura del petalo, la rosa esprime emozioni e significati diversi.

Per esempio, la rosa rosa esprime apprezzamento, gratitudine, ammirazione e felicità, si regala quando si prova un amore innocente.

La rosa bianca rappresenta purezza, lealtà, rispetto, viene associata ai nuovi inizi, agli amori giovanili. Regalare rose dalla corolla sfumata dal bianco al verde è invece il migliore augurio per una vita prospera o una guarigione, poiché quel colore è simbolo di pace, fertilità e tranquillità.

La rosa gialla, in epoca vittoriana era vessillo della gelosia o esprimeva infedeltà, mentre nella cultura moderna rappresenta l'amicizia e l'esuberanza oppure, se dal colore pallido, esprime titubanza e chiede conferme.

La rosa arancione trasmette energia, entusiasmo, fervore; la rosa color pesca è invece simbolo di modestia ma esprime ottimismo per il futuro.

La rosa rossa è messaggera di un amore travolgente, passionale, ma una rosa rossa scurissimo, tendente al nero, segnala la fine del sentimento o l'aspirazione a un cambiamento.

La rosa blu, non presente in natura, incarna l'irraggiungibile, il mistero, ma anche la speranza di nuove possibilità.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO