Nespolo Giapponese - Eriobotrya japonica

Generalità

L'Eriobotrya japonica è un piccolo albero sempreverde originario della Cina, che può raggiungere i 5-6 m d'altezza. Ha corteccia scura, rami sinuosi e chioma tondeggiante, spesso aperta ad ombrello. Le foglie sono molto grandi, 25-30 cm di lunghezza e 8-10 cm di larghezza, ovali, cuoiose, di colore verde scuro sulla pagina superiore e grigio-marrone sulla pagina inferiore. In tardo autunno produce grappoli di fiorellini bianchi, delicatamente profumati, ricoperti da una sottile peluria biancastra. In primavera i fiori vengono sostituiti da frutti tondeggianti, carnosi, di colore gialo-arancione, commestibili, contenenti 3-5 semi marroni. E' una pianta coltivata ormai da secoli anche sul territorio italiano, soprattutto nelle zone del sud Italia, dove le temperature sono più adatte.
nespolo giapponese


Esposizione

pianta di Eriobotrya japonica L'Eriobotrya japonica preferisce posizioni in pieno sole o parzialmente ombreggiate; all'ombra totale si sviluppa senza problemi, ma produce pochissimi frutti. Gli esemplari adulti non temono il freddo, mentre quelli giovani vanno protetti per uno o due inverni dopo la messa a dimora; i fiori del nespolo giapponese potrebbero venire danneggiati da inverni troppo rigidi, quindi si consiglia di piantarli in posizioni riparate dai venti e dal freddo intenso. Spesso, per la coltivazione di esemplari di questo tipo, si utilizzano degli appezzamenti di terreno protetti con barriere frangivento, così da evitare che le piante di Eriobotrya japonica possano essere danneggiate.

  • nespola Il Mespilus germanica è un arbusto o piccolo albero originario dell'Europa e dell'Asia, a foglie caduche, non molto longevo, che in età avanzata può raggiungere i 4-6 m d'altezza. La corteccia è grigi...
  • nespolo giapponese Il nome latino è eriobotrya japonica, a testimoniare che effettivamente si tratta di una pianta dalle origini giapponesi; il nome comune deriva dal fatto che i piccoli frutti, che ricordano vagamente ...
  • Nespolo Ho una pianta di nespolo in zona di mare ad un'altitudine di m.300 che non ha mai portato frutti commestibili a causa di uno strato di "ruggine" che soffoca il frutto senza farlo maturare ed ingrossar...
  • noce Pianta di origini antichissime, proveniente dalle regioni dell' Asia sud-occidentale. È un albero molto vigoroso, che può raggiungere anche i 30 metri d'altezza. Ha foglie caduche, ogni foglia è compo...


Annaffiature

fiori nespolo giapponese Le piante adulte non necessitano di annaffiature, si accontentano solitamente dell'acqua ricevuta dalle piogge; si consiglia di annaffiare regolarmente gli esemplari appena messi a dimora e le giovani piante. In autunno e in primavera interrare del concime organico ben maturo ai piedi della pianta. La fornitura d'acqua deve essere più costante durante i periodi con temperature particolarmente elevate. Nel caso di piantumazioni con parecchi esemplari, la tecnica preferita per l'annaffiatura è quella a conca, che prevede la formazione di avvallamenti, alla base della pianta, per consentirle di assorbire l'acqua, senza però provocare la presenza di ristagni idrici, dannosi perchè provocano l'insorgenza di marciumi.


Terreno

nespolo giapponese Si sviluppa senza problemi in qualsiasi tipo di terreno; un terreno sciolto, ben drenato e ricco di materia organica porterà certamente a maggiori produzioni di frutti. La pianta di Eriobotrya japonica è piuttosto rustica e resistente e riesce ad adattarsi anche a terreni scarsamente fertili. Il substrato ideale dovrebbe essere neutro, con una buona quantità di sostanze organiche, che consentano un migliore sviluppo dei frutti e un buon grado di drenaggio, fattore fondamentale per evitare la formazione di ristagni.


Moltiplicazione

Avviene per seme, in autunno, ma le piante così originate non sempre produrranno frutti identici a quelli della pianta madre, infatti esistono in commercio numerose varietà in estate selezionate per la qualità e la quantità dei frutti; si consiglia quindi di acquistare una piccola pianta. Se la qualità dei frutti non è una priorità si può procedere alla semina, anche direttamente a dimora; le piante di nespolo giapponese crescono abbastanza rapidamente, ma quando sono piccole necessitano di annaffiature regolari e concimazioni almeno mensili, in 4-5 i si otterranno i primi frutti.


Nespolo Giapponese - Eriobotrya japonica: Parassiti e malattie

frutti nespolo Le piante di nespolo giapponese vengono talvolta colpite da una particolare malattia batterica, chiamata generalmente colpo di fuoco batterico, le parti della pianta colpite da questa malattia vanno prontamente potate e bruciate, per impedire che i batteri si diffondano. Anche cocciniglie e afidi possono colpire parti della pianta e vanno eliminati per evitare il propagarsi del problema. In commercio esistono numerosi prodotti specifici da vaporizzare sulla pianta, facendo attenzione a non eccedere con le dosi, visto che i frutti sono per consumo alimentare.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


Tenere asciutto
concimazione
Prepariamo le nostre piante all'arrivo dell'inverno; possiamo praticare una concimazione a base di concime organico, da interrare nei pressi della pianta, in questa maniera miglioreremo l'impasto del terreno stesso e forniremo alla pianta una fonte a lunga durata di azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO