Prato con poche esigenze

Domanda: Prato con poche esigenze

Buongiorno,

vorrei un consiglio, ho acquistato un appartamento con adiacente un giardinetto realizzato in un terrapieno, visto che l'unico accesso per giungere in giardino è la sala da pranzo e non avendo posto all'esterno per tenere glia attrezzi per il giardinaggio, vorrei piantare un tipo di erba che non necessita tosatura.

Grazie, a dimenticavo scrivo dalle Marche.

Claudia

dichondra repens


Prato con poche esigenze: Risposta: Prato con poche esigenze

Gentilissima Claudia,

La ringraziamo per averci contattato in merito ai suoi quesiti sul prato, tramite la rubrica dell'Esperto di "Giardinaggio.it".

Il prato più adatto alle Sue esigenze è quello di Dichondra in quanto non necessita di tosatura e quindi non richiede alcuno spazio per i comuni attrezzi per la manutenzione. Altezza 2-3 cm, con fusti striscianti sul terreno, che in corrispondenza di ogni nodo, producono radici e piccole foglie, larghe 1-1,5 cm. I fiori, bianchi, imbutiformi, sbocciano nel periodo estivo. L'epoca migliore per la semina della Dichondra è generalmente il mese di aprile maggio e si può piantare anche in terreni profondi solamente 20-30 cm, l’importante è somministrare una sufficiente quantità di nutrimento e di acqua.

La semina deve essere fatta superficialmente.

Trattandosi di seme molto fine è buona norma eseguire l'operazione su terreno in tempera (non troppo umido o secco) e perfettamente amminutato.

Al fine di favorire la distribuzione di questo seme in assenza di macchine di precisione, si consiglia di miscelare il quantitativo di seme previsto per la superficie assieme a torba od altro materiale utile a tracciare le zone seminate ed evitare anche facili sovrapposizioni.

Benchè la Dicondra sia una pianta tollerante alla siccità, questa nelle prime fasi di sviluppo è molto sensibile e pertanto assieme ad una corretta preparazione del suolo, interramento del seme, è bene facilitare la germogliazione con leggere ma ripetute annaffiature (è sufficiente che l'acqua penetri almeno nei primi 5 cm di profondità)

La tecnica consigliata per la concimazione ad un nuovo impianto di un tappeto erboso di Dicondra, è quella di intervenire in pre semina su terreno lavorato in occasione della prima estirpatura cercando di incorporare il fertilizzante a discreta profondità.

In seguito in fase di inizio vegetazione, sarà poi opportuno ripassare con altro fertilizzante per consolidare lo sviluppo delle giovani piantine.

Distinti saluti

  • Margherite La margherita o pratolina è tra le più comuni asteracee, originaria dell’Europa, è diffusa anche in Asia e nel continente americano; sembra che sia l'archetipo della margherita, da cui prendono il nom...
  • erba Il sogno di tutti gli amanti del giardino è di avere un bel tappeto erboso.Le fasi che si devono seguire per la realizzazione del manto erboso sono molteplici ma tutte molto importanti. ...
  • taglio erba Quando l’erba del vostro giardino avrà raggiunto i 7-8 cm si procederà al primo taglio. Data la delicatezza delle giovani piante è consigliabile l’utilizzo di macchine a taglio elicoidale, oppure util...
  • prato Molte persone credono, erroneamente, che per realizzare un bel giardino sia necessario possedere un bagaglio di conoscenze tecniche e specifiche pari a quelle di un agronomo; in realtà è sufficiente s...


Guarda il Video
  • erba dicondra Gent.mo staff di " Giardinaggio ", volevo porvi un quesito, a riguardo il mio prato di dichondra; visto che abito in u
    visita : erba dicondra

COMMENTI SULL' ARTICOLO