acari

Domanda : acari

salve mi ritrovo una siepe piena di acari al punto che il fusto è diventato di colore nero.è stata potata un mese addietro ed i nuovi germogli sono ancora puliti,ma altre piante da siepe vicine coinciano a presentare lo stesso problema.come posso risolvere in modo duraturo e non dannoso per il prato e mi sa dire cosa crea queste infestazioni grazie

acari

UV VAC Aspiratore acari

Prezzo: in offerta su Amazon a: 79,9€


Risposta : acari

Gentile Dino,

gli acari sono piccoli aracnidi, di dimensioni quasi invisibili a occhio nudo, che si sviluppano sul fogliame delle piante, soprattutto in condizione di aria asciutta e scarsa ventilazione; il fusto nero e le forti infestazioni di cui mi parli non sembrano indicare lo sviluppo di acari, ma piuttosto di cocciniglie a mezzo grano di pepe, visto anche che dici che non sono presenti sui germogli. Gli acari sono aracnidi, e non insetti e hanno sviluppo tipicamente estivo, perché amano il caldo torrido ed il clima asciutto, in genere in inverno si sviluppano soltanto in appartamento o in serra, e in ogni caso attaccano il fogliame o i germogli ancora verdi e teneri, e non il legno.

Non penso si tratti neppure di afidi, perché questi si sviluppano invece in condizioni di forte umidità, e il 2012 si sta per ora mostrando come un anno dalla primavera abbastanza siccitosa, con scarse infestazioni di afidi, che oltre tutto amano i germogli, e quindi ora li avresti sui rametti nuovi e non sui fusti.

Quindi, ritengo che si tratti di cocciniglia, insetto che sverna tranquillamente sulle nostre piante, fregandosene del freddo, del gelo, della neve.

Questi insetti all’aspetto potrebbero ricordare degli strani afidi, anche se spessissimo, soprattutto a fine inverno, quelli che vediamo sulle piante non sono gli adulti di insetto, bensì dei piccoli sacchetti contenenti uova, centinaia di uova, pronte a schiudersi all’arrivo del caldo, oppure si tratta di larve, anch’esse pronte a svilupparsi all’arrivo del caldo, per produrre centinaia di uova; risulta quindi chiaro quanto sia importante rimuovere tali sacchetti prima che le uova si schiudano, lasciando che le cocciniglie dilaghino per il giardino.

Questi insetti sono decisamente antipatici da debellare, perché formano degli scudetti di vario tipo, scuri e rigidi, bianchi e carnosi, rosati e dall’aspetto ceroso, dipende dalle specie a cui appartiene la cocciniglia che ha deciso di insediarsi nel nostro giardino.

Le cocciniglie scure, dette anche cocciniglie a mezzo grano di pepe, appartengono al genere Saissetia, e formano degli scudetti rigidi e scuri, quasi neri, che nelle forti infestazioni possono essere presenti a centinaia, anche sul fusto delle piante affette da questo parassita.

Contro le cocciniglie si utilizza l’olio bianco, dell’olio minerale purificato, che ha il potere di sciogliere gli scudetti sotto cui si annidano insetti e uova, e ucciderli; si utilizza fine inverno, in genere addizionato a un insetticida piretroidi, e si ,effettua un secondo trattamento con solo olio bianco a fine estate.

Dopo il trattamento capita in genere che gli insetti, seppur deceduti, rimangano in posizione, e quindi capita spesso che si ripetano trattamenti inutili, su piante infestate da insetti ormai morti; per evitare questo evento, prima di praticare il trattamento scalza con l’unghia alcuni scudetti, e vedrai che sotto hanno una consistenza vischiosa. Una decina di giorni dopo il trattamento, scalza qualche altro scudetto, per controllare che all’interno siano secchie morti.

Questi insetti si sviluppano in condizioni di siccità e scarsa ventilazione, quindi tendono a svilupparsi molto a fine inverno e in autunno, se il clima non è molto piovoso, e soprattutto sulle siepi o sugli arbusti molto fitti e densi, dove l’aria non circola bene; una potatura di sfoltimento della chioma tende a diminuire il numero di cocciniglie presenti sulle piante.

  • cocciniglia Quando e' il periodo migliore x combattere la cocciniglia?...
  • cocciniglia Le cocciniglie sono dei rincoti, come gli afidi; questi insetti perforano la lamina fogliare o dei fusti giovani e si nutrono della linfa in essi contentuta, ricca di zuccheri. I parassiti denominati ...
  • cocciniglia Si tratta di un parassita molto diffuso, soprattutto nelle zone e nelle stagioni calde ed asciutte; prolifera particolarmente durante l'estate, e soprattutto tra le piante della serra, dove il ricirco...
  • cocciniglia cotonosa La cocciniglia è un parassita particolarmente diffuso nelle serre, nei giardini, in appartamento, attacca in particolare alcune specie di piante ornamentali, tra cui ricordiamo le succulente in genera...

Radarcan R-502 - Purificatore per aria/repellente per acari, per ambienti interni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,3€




COMMENTI SULL' ARTICOLO