che albero scegliere

vedi anche: Alberi

Domanda : che albero scegliere

Salve sono quà a chiedere a chiunque sia in grado di illuminarmi sulla scelta di uno o più alberi da mettere a dimora nel mio giardino.

Chiedo consiglio perchè girando in lungo e in largo in internet mi sono reso conto che ci sono molti fattori ad incidere sulla crescita rigogliosa o meno di una pianta.

Infatti ho scoperto che molti alberi soffrono il vento di mare o comunque provenienti dal mare e soffrono terreni argillosi se poi le cose si mettono insieme la scelta diventa veramente ardua,soprattutto quando come nel mio ci sono alcuni paletti da rispettare.

Vengo al dunque dicendo che avrei desiderio di un albero che perda le foglie in autunno ma che mi faccia un bel fresco d'estate possibilmente piacevole da vedere.

Mi ero indirizzato su alcuni tipi al quale ho dovuto rinunciare,tipo l'acero rosso,liquidambar,l'ippocastano dai fiori rossi.Spero di aver reso l'idea e soprattutto spero di ricevere delle idee.Scusate per le troppe pretese!

Vi ringrazio anticipatamente e un saluto da Max.

Tamerice

lederTEK alimentata solare impermeabile luci leggiadramente della stringa 4.8M 20 LED 2 Modalità Crystal Globe Natale lampada decorativa per scoperta, giardino, casa, Matrimonio,Albero di Natale Partito Nuovo Anno(20 LED Colore Multi)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,97€


Risposta : che albero scegliere

Gentile Max,

viste le particolari condizioni climatiche del tuo giardino, che mi sembra di capire sia situato in un luogo vicino al mare, quindi caratterizzato da vento salmastro, ritengo che tu ti debba affidare alla “tradizione” nella scelta dell’albero da porre a dimora. Tipicamente, nelle zone di mare, sono pochi gli alberi che vengono posizionati nei giardini, ma anche nelle aiole cittadine; questo perché il clima, pur essendo caldo e mite per tutto l’anno, è anche caratterizzato da forti venti. Alcune piante non amano il vento, soprattutto quando questo è anche salmastro, ovvero ricco di sale, che disidrata fogliame e cortecce. Tipicamente, le piante che vengono poste a dimora nei luoghi di mare, sono caratterizzate da un fogliame spesso, che permette loro di venire sottoposte anche al vento più forte, senza subire danno alcuno. In Italia, la pianta più utilizzata al mare, che veniva anche posizionata per bonificare le zone con acqua salmastra, sono le tamerici; si tratta di un piccolo albero, che di solito non si sviluppa più di 3-5 metri in altezza, ma forse può fare al caso tuo. Altro tipico albero di mare il leccio (quercus ilex), ovvero una specie di quercia, con foglie spesse, sempreverde. Molto coltivato anche il carrubo (ceratonia siliqua) o l’acacia saligna; non sono alberi enormi, con chiome ampissime, questo perché il vento di mare tenderebbe a rovinarne il fogliame. Altri alberi tipici delle zone di mare, alcune varietà di conifere, a foglie aghiformi molto allungate, che tendono però con gli anni a divenire molto alte. Puoi anche pensare al cercis, l’albero di Giuda, che non diviene altissimo, ha uno sviluppo abbastanza rapido, e produce un bel fogliame in primavera, che forma una ampia chioma tondeggiante. Oppure le catalpe, che tendono a non svilupparsi molto in altezza, pur producendo una bella chioma tondeggiante, molto adatta all’ombra.


  • Carrubo pianta La Ceratonia siliqua, conosciuta comumenemente come carrubo, è un piccolo albero sempreverde, originario dei paesi che si affacciano sul mediterraneo. Ha fusto eretto, largo e tozzo, molto ramificato,...

Sistema di fissaggio Travelax per appendere l'amaca con 11 lacci prefabbricati di ottima qualità per un appensione facile e veloce

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€
(Risparmi 20€)



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO