Eugenia in crisi

Domanda : Eugenia in crisi

Le mie piante di Eugenia improvvisamente si sono tutte rinsecchite. Le innaffio ogni settimana e ogni 3 mesi ho aggiunto del concime che mi ha consigliato il mio vivaio. Staccando un rametto le piante mi sembrano ancora vive. Che mi consigliate di fare? Vi ringrazio anticipatamente
agarista sempreverde

Semente americana Replay - La Rigenerazione del Prato - 1 Kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,2€


Risposta : Eugenia in crisi

Gentile Niamaro,

l’Eugenia myrtifolia è una pianta, della stessa famiglia del mirto che cresce spontaneo in Sardegna, poco diffusa in coltivazione in Italia; si tratta di un grande arbusto, o piccolo albero, sempreverde, con una bellissima fioritura primaverile, seguita da bacche rosse, commestibili, con cui ni altre parti del mondo si preparano salse e marmellate.

Questo arbusto è ben resistente al freddo, anche se forse lo scorso inverno è stato decisamente rigido, quindi le tue piante potrebbero aver subito dei danni a causa del freddo.

Si tratta di una pianta sempreverde, che in teoria non ha periodi di riposo vegetativo; in realtà, come avviene per molti altri sempreverdi, quando il clima diviene poco favorevole, anche queste piante entrano in un periodo di semi riposo vegetativo.

Durante i mesi invernali quindi le piante non vanno annaffiate, se non sporadicamente, e solo quando il clima è decisamente mite, con temperature superiori ai 10-12°C; nella tua mail non ci indichi dove vivi, quindi è difficile comprendere le condizioni in cui sono state coltivate le tue piante.

Sicuramente una annaffiature a cadenza settimanale non è una indicazione valida, per nessuna pianta esistente sulla terra: le piante sono esseri viventi, e in quanto tali le loro esigenze colturali variano al variare delle stagioni.

ero è che queste piante non sopportano benissimo la siccità, ma le annaffiature si forniscono soltanto se e quando il terreno è ben asciutto; ciò significa che in luglio dovremo annaffiarle anche ogni due o tre giorni, mentre in gennaio potremo evitare completamente di fornire acqua; anche le concimazioni si forniscono soltanto nei mesi caldi, da marzo a settembre, poiché nei mesi freddi le piante non crescono, non producono fiori, non producono nuove foglie, e quindi non necessitano di Sali minerali nel terreno. Se ne forniamo, questi o restano nel terreno, accumulandosi fino a divenire dannosi per l e radici, oppure vengono dilavati via da annaffiature e acqua delle piogge, divenendo dannosi per l’ambiente.

Le tue piante stanno soffrendo quindi, con buona probabilità, per gli eccessi di annaffiature; ora dovrai cercare di far ben asciugare il terreno, e regolare le future annaffiature seguendo la regola sopra descritta: quando il terreno è ben asciutto, si annaffia nuovamente.

Per stimolare lo sviluppo di nuovo fogliame è conveniente accorciare leggermente tutti i rami delle tue piante, in modo da rimuovere le foglie secche e favorire lo sviluppo di germogli.

  • Chiodi di garofano L'Eugenia caryophyllata (chiamata anche Syzygium aromaticum) è un albero di media o piccola grandezza, sempreverde, originario delle isole Molucche; viene coltivato, per utilizzarne la spezia, in Afri...
  • eugenia Ho due alberelli di eugenia in vasi di circa 80/90 cm. di diametro sono in giardino e dalla posizione in cui si trovano prendono il sole solo nel pomeriggio. Il nostro clima non e dei migliori mi trov...
  • Particolare dei frutti dell Il nome completo in latino scientifico della pianta è Eugenia myrtifolia e ha origini australiane. Arbusto sempreverde, ha una folta chioma rotonda e raggiunge i 5 metri di altezza. Fiorisce in primav...

Swanley villaggio Nursery 20 x Fragoline Bare Rooted Marshmellow

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,5€



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO