come creare un giardino zen

vedi anche: giardino

come creare un giardino zen

Il giardino zen rappresenta un'espressione tipica della cultura Giapponese, ed ha alcuni elementi costitutivi fondamentali (l'acqua, le pietre e le piante) che fungono da rappresentazione allegorica del viaggio dell'uomo attraverso le successive fasi della vita e verso l'eternità.

A seconda della disposizione degli elementi, il giardino zen genera un flusso di energia spirituale che aiuta l'uomo ad avvicinarsi alla contemplazione.

Esistono molti punti di contatto con la spiritualità Buddista.

Per creare un giardino zen bisogna disporre di uno spazio abbastanza ampio da poter alloggiare sia piante che pietre che corsi d'acqua, spesso attraversati da ponti.

Prima di allestire un giardino di questo tipo è sempre consigliabile documentarsi sul significato simbolico e sul posizionamento degli elementi.

I vegetali che vengono scelti sono principalmente di natura arbustiva o erbacea e soltanto in alcuni casi di natura arborea.

giardino zen

Fontana solare a cascata con vasi su quattro livelli

Prezzo: in offerta su Amazon a: 99,99€
(Risparmi 13,87€)


FELCE

FELCE Si tratta di una pianta erbacea sempreverde o semi sempreverde a seconda delle varietà.

Trova una collocazione ideale in zone del giardino zen vicino a corsi d'acqua in quanto la pianta necessita di un alto tasso di umidità per potersi sviluppare al meglio.

Presenta rizomi sotterranei da cui si erigono fusti erbacei di media altezza.

Le foglie sono costituite da lamine intere, pennate o bipennate, provviste di numerose nervature, slanciate o arcuate, talvolta con portamento ricadente, di colore verde intenso.

Forma ciuffi di dimensioni variabili e dipendenti dalle condizioni ambientali.

Richiede un terreno umido, ricco di torba e sabbia che ha lo scopo di evitare i ristagni idrici.

Predilige un clima mite, con temperature che non dovrebbero mai scendere al di sotto dei 10 gradi.

Vive bene in zone ombrose ed umide e non deve essere esposta ai raggi diretti del sole.

Deve venire annaffiata abbondantemente durante i mesi primaverili ed estivi, mentre nei mesi freddi non richiede irrigazioni, ma unicamente nebulizzazioni della chioma.

E' consigliabile utilizzare dei sottovasi forniti di ciottoli o di ghiaia per assicurare un'adeguata umidificazione del terriccio.

La concimazione dovrebbe essere ripetuta una volta al mese mediante fertilizzanti preferibilmente liquidi.

  • I giardini orientali si ispirano alla millenaria tradizione asiatica, dove lo spazio esterno viene concepito come un luogo di meditazione e di pace. Con il progressivo incontro tra le culture occident...
  • giardino roccioso Nei manuali di giardinaggio, per un lungo periodo, il giardino roccioso ha rappresentato la riproduzione in piccolo di un paesaggio, di uno spaccato, di un'atmosfera alpina e di montagna. Quindi per d...
  • giardino zen La creazione del perfetto giardino zen richiede una buona conoscenza della cultura giapponese, o quantomeno almeno un'infarinatura di base. Il vero giardino giapponese non ha infatti una mera funzione...
  • giardino giapponese Il giardino giapponese si differenzia moltissimo dai nostri usuali spazi verdi sia per quanto riguarda gli arredi, sia per quanto riguarda le coltivazioni ma una volta allestito, risulta di notevole b...


BAMBU'

BAMBU'Si tratta di una pianta sempreverde ornamentale che può formare dei piccoli boschetti intorno ai corsi d'acqua, è originaria del Giappone e ben si ambienta nell'allestimento di un giardino zen.

Vive bene sia in terra che in vaso.

Presenta radici rizomatose da cui hanno origine dei fusti cilindrici, robusti ma flessibili, che possono raggiungere altezze considerevoli.

Le foglie sono molto sottili, somiglianti a grossi fili d'erba, lanceolate, dai colori variabili tra le diverse tonalità del verde.

Richiede terreni profondi, ben drenati, possibilmente arricchiti con torba, sabbia di fiume e corteccia di pino finemente sminuzzata.

Deve essere alloggiata in zone ben illuminate dal sole ma non sotto i raggi diretti.

Predilige i climi caldi e umidi e non sopporta il vento o le correnti d'aria.

Necessita di annaffiature regolari durante i mesi primaverili ed estivi, affiancate da frequenti nebulizzazioni.

La concimazione è raccomandata almeno una volta al mese, mediante fertilizzante liquido povero di azoto.


GINEPRO

GINEPRO<p /> Si tratta di un arbusto sempreverde aghifoglie, ornamentale, che forma cespugli di medie dimensioni, molto profumati e decorativi.

Presenta un fusto semi legnoso di altezza dai 2 agli 8 metri.

Le foglie si presentano lineari, aghiformi, di colore verde scuro.

Essendo una pianta dioica, ha infiorescenze maschili (con fiori piccoli, di colore giallastro) oppure femminili (con fiori grandi, di colore verdastro)..

I frutti sono bacche brunastre, chiamate galbuli, commestibili per l'uomo, che possiedono anche alcune proprietà officinali.

Si sviluppa bene su quasi tutti i tipi di terreno, anche su terreni incolti.

Prolifera sia in zone salmastre sia in zone montane, fino a 2500 metri di altitudine.

Predilige un clima temperato e umido, preferibilmente con soleggiamento indiretto, e con temperature che non dovrebbero mai scendere al di sotto dello zero.

Richiede un terreno possibilmente umido, anche se non troppo bagnato, motivo per cui si consiglia di alternare alle annaffiature anche frequenti nebulizzazioni.

Deve venire concimato almeno una volta al mese con fertilizzanti granulari a lento rilascio, ricchi di azoto e di potassio.


AZALEA

AZALEASi tratta di una pianta erbacea da fiore sempreverde (varietà per interni) oppure caducifoglie (varietà per esterni), che appartiene al gruppo dei rododendri.

E' indicata per allestire aiuole colorate, ma può anche rimanere invasata, sempre a scopo decorativo.

Presenta un fusto sottile e semi legnoso, di altezza compresa tra 30 e 70 cm. a seconda delle varietà, molto ramificato.

Le foglie hanno una forma ovale, di consistenza ruvida e cuoiosa, di colore verde scuro.

I fiori sono riuniti in gruppi disposti apicalmente sui rami, presentano una forma allungata simile ad una trombetta, con colorazioni bianca, rosa o rossa.

Richiede un terreno soffice, ben drenato, ricco di sostanze organiche e con tendenza acida ( pH del valore di 5,5).

Predilige un clima mite e soleggiato in quanto teme il freddo e le correnti d'aria.

Le annaffiature sono consigliabili soltanto durante i mesi caldi, mentre possono essere sostituite con nebulizzazioni durante i mesi freddi.

Si consiglia di utilizzare fertilizzanti per piante acidofile.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO