giardini zen giapponesi

vedi anche: giardino

Giardini zen giapponesi

Il giardino zen è tipico della cultura Giapponese, a cui si ispira utilizzando i tre elementi caratteristici che sono: acqua, pietre e piante.

Il suo allestimento ha la finalità di ricostruire una rappresentazione allegorica del viaggio dell'uomo verso l'eternità e presuppone una profonda meditazione personale.

La differente disposizione dei tre elementi costitutivi scaturisce da una forma di contemplazione spirituale che trova molti punti di contatto con la cultura religiosa dei buddisti.

Il giardino zen rappresenta anche il fluire dell'energia vitale attraverso il tempo.

Oltre alla presenza di rocce e di zone d'acqua (ferma o corrente, come ad esempio piccoli ruscelli), generalmente attraversate da ponti, una componente basilare è costituita dalle piante, che devono essere di determinate specie, sempre per ottemperare alla finalità dell'allestimento zen.

giardino zen giapponese

Zen Minded-Scacciapensieri giapponese in vetro, fatto a mano-Sonaglio a vento, Bluefish

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,07€


BAMBU'

bambu' Si tratta di una pianta sempreverde, ornamentale, originaria del Giappone e per questo particolarmente indicata per venire alloggiata nei giardini zen.

Presenta un fusto alto fino a 20 metri, che si innalza da radici rizomatose, di forma cilindrica, robusto e flessibile, con evidenti nodi che si intervallano a zone lisce, di colore verde chiaro.

Le foglie sono allungate e lanceolate, estremamente sottili, simili a fili d'erba, di colore verde chiaro.

Richiede un terreno profondo e ben drenato, fertile per la presenza di torba e corteccia di pino sminuzzata finemente.

Deve essere piantato in zone luminose del giardino, anche se è preferibile non esporlo direttamente ai raggi solari.

Predilige un clima caldo e umido e teme le correnti d'aria fredda.

Le annaffiature dovrebbero essere frequenti ed alternate con abbondanti nebulizzazioni della chioma.

Bisogna concimare la pianta almeno una volta al mese in primavera ed in estate, utilizzando dei fertilizzanti liquidi ricchi di azoto.

  • I giardini orientali si ispirano alla millenaria tradizione asiatica, dove lo spazio esterno viene concepito come un luogo di meditazione e di pace. Con il progressivo incontro tra le culture occident...
  • giardino roccioso Nei manuali di giardinaggio, per un lungo periodo, il giardino roccioso ha rappresentato la riproduzione in piccolo di un paesaggio, di uno spaccato, di un'atmosfera alpina e di montagna. Quindi per d...
  • giardino zen La creazione del perfetto giardino zen richiede una buona conoscenza della cultura giapponese, o quantomeno almeno un'infarinatura di base. Il vero giardino giapponese non ha infatti una mera funzione...
  • giardino giapponese Il giardino giapponese si differenzia moltissimo dai nostri usuali spazi verdi sia per quanto riguarda gli arredi, sia per quanto riguarda le coltivazioni ma una volta allestito, risulta di notevole b...

Zen Minded-Scacciapensieri giapponese in vetro, fatto a mano-Chimes-(pesce)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,34€


FELCE

FELCE Si tratta di una pianta erbacea, sempreverde o semi sempreverde a seconda delle varietà, che vive bene in zone umide ed ombrose e che trova un impiego ottimale nell'allestimento dei giardini zen.

Presenta un rizoma sotterraneo da cui si diparte un fusto erbaceo di media altezza (fino ad 1 metro) con foglie a lamina pennata o bipennata, attraversate da evidenti nervature, di colore verde intenso.

Hanno un aspetto slanciato che può diventare arcuato o ricadente.

Richiede un terreno soffice, ben drenato ed arricchito con torba e sabbia.

La pianta deve essere annaffiata abbondantemente soprattutto in primavera ed in estate, alternando le irrigazioni con abbondanti nebulizzazioni della chioma, per mantenere sempre costante il tasso di umidità.

Necessita di una esposizione in zone luminose, ma non troppo calde, e ama l'ombra ed il fresco.

La concimazione dovrebbe venire eseguita almeno una volta al mese mediante dei fertilizzanti a lenta cessione.


ACERO

acero Si tratta di un albero latifoglie e caducifoglie, ornamentale.

Presenta un fusto imponente e slanciato, alto fino a 30 40 metri, caratterizzato da una crescita piuttosto rapida e coltivato spesso nei giardini zen.

La chioma è folta, ampia e rotondeggiante.

Le foglie si presentano con forma palmata o lobata a 5 lobi dai bordi arrotondati e con i margini dentati.

Hanno grandi dimensioni e sono di colore verde scuro a livello della lamina superiore, e di colore biancastro a livello di quella inferiore.

I fiori ermafroditi si riuniscono in infiorescenze a forma di grappolo pendulo di colore verde giallastro.

I frutti sono samare doppie.

Richiede un terreno fresco, ben drenato, a componente neutra e mai acida.

La pianta deve essere alloggiata in zone non particolarmente soleggiate in quanto ama i climi freschi ed i luoghi ombrosi.

Bisogna effettuare almeno 2 cicli di concimazione annuali, preferibilmente con stallatico maturo.


ERICA

Si tratta di una pianta arbustiva perenne, di varietà rustica, molto ben adattabile, ornamentale.

Presenta un fusto ramificato, con portamento cespuglioso, alto fino a 1 metro.

Le foglie sono piccole ed aghiformi, verticillate e di colore verde tendente al ruggine.

I fiori sono riuniti in infiorescenze a racemo o a spiga, di colore bianco o rosso tendente al violaceo.

La fioritura è stimolata dalle temperature miti e comprese tra i 7 ed i 15 gradi.

Ama la luce indiretta del sole in quanto predilige gli ambienti freschi e ben areati.

Richiede un terreno soffice, ben drenato ed areato, arricchito con sabbia e torba e con componente acida; non tollera dei terreni a componente calcarea.

Non deve venire annaffiata, ma preferibilmente nebulizzata a livello della sua chioma, e deve essere concimata frequentemente, almeno 2 volte al mese, con fertilizzanti ricchi di sostanze minerali.


giardini zen giapponesi: AZALEA

AZALEASi tratta di una pianta fiorita di varietà sempreverde o caduca a seconda della specie.

Presenta un fusto sottile e semi legnoso, di altezza fino a 40 80 cm., molto ramificato.

Le foglie si presentano di forma ovale ed allungata, di consistenza cuoiosa, ruvide al tatto, di colore verde scuro.

I fiori sono riuniti in gruppi posti all'apice dei rami e presentano colorazioni vivaci che variano dal bianco, al rosa, al rosso.

Richiede un terreno soffice e ben drenato, a componente acida (pH di 5.5), ricco di sostanze organiche.

La pianta dovrebbe venire annaffiata mediante nebulizzazioni in quanto teme il ristagno idrico del terriccio e si dovrebbe concimare con fertilizzanti specifici per piante acidofile.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO