Abies Koreana

Generalità

L'Abies Koreana è una conifera a crescita lenta lenta, di medie dimensioni, originaria della Korea; gli esemplari adulti possono raggiungere i 9-10 metri di altezza, nell'arco di alcune decine di anni. Questo tipo di albero ha portamento eretto, piramidale, con i rami perpendicolari al fusto; la corteccia rossastra e liscia dei giovani esemplari, diviene con il tempo di colore grigiastro, profondamente fessurata. Le foglie sono aghiformi, lunghe pochi centimetri, generalmente crescono raggruppate; sono di colore verde scuro nella parte superiore, bianco-azzurro nella parte inferiore. Le pigne ovali, lunghe 7-8 cm, sono di colore bianco-azzurro, scuriscono con il passare dei giorni, fino a divenire di colore violetto, spesso macchiate dalla resina biancastra. I semi alati sono scuri, di colore viola-porpora.

Abies koreana - pigne

Abies koreana - 100 semi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Esposizione

Abies koreana - albero Per quanto riguarda la migliore esposizione per l'Abies Koreana si consiglia di porre a dimora in luogo luminoso, anche in pieno sole; questi alberi sopportano temperature molto rigide, ed inoltre si sviluppano bene anche in luoghi con estati torride. Nel mettere a dimora un abies koreana è bene ricordare che sviluppa un apparato radicale molto profondo e cospicuo, necessita quindi di una zona con quantità adeguate di terreno.

Può resistere anche a temperature fino a -25°C e quindi può essere coltivato anche in zone con inverni molto rigidi.

  • Abete di Natale La tradizione dell'Abete di Natale affonda le sue radici nelle più svariate culture europee: i celti e le popolazioni nordiche veneravano le conifere sempreverdi, simbolo di vita eterna, alberi cosmic...
  • abies concolor L'Abete Abies concolor è una conifera sempreverde, originaria dell'America settentrionale; si tratta di un albero a crescita abbastanza lenta, mediamente longevo, che può raggiungere i 15-25 metri di ...
  • tsuga canadensis La Tsuga canadensis è un genere che comprende alcune conifere sempreverdi originarie dell'America settentrionale e dell'Asia. Sono alberi abbastanza longevi, che raggiungono i 10-20 metri, a seconda d...
  • pianta abete Vorrei chiedere un consiglio ai vostri esperti:le radici abete piantato in giardino troppo vicino a i muri perimetrali della casa (circa 1 m. di distanza), possono alla lunga creare qualche problema...

Coreano Abete semi - "Abies koreana" Blue coni. 30 semi D55

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,95€


Annaffiature

abies koreana silver show Gli esemplari giovani vanno annaffiati con regolarità all'epoca dell'impianto, data la loro maggiore fragilità; in genere poi questi alberi si accontentano delle piogge. E' bene evitare di lasciare il terreno molto bagnato vicino alla pianta.

Controllare che il terreno offra un corretto drenaggio, così da evitare possibili ristagni idrici che potrebbero nuocere alla pianta.


Terreno

abies koreana Gli esemplari di questa varietà si sviluppano senza problemi in qualsiasi terreno, preferendo terreni ricchi, profondi e molto ben drenati. Gli abeti in genere preferiscono essere posti a dimora in luogo arieggiato, con una buona quantità di terreno a disposizione, si sconsiglia la coltivazione in vaso degli esemplari già grandi; per questo tipo di coltivazioni esistono ibridi nani, che si mantengono al di sotto del metro di altezza.

Tenere in considerazione che questo tipo di pianta presenta un apparato radicale che si sviluppa in profondità, quindi porre a dimora in uno spazio adeguato alla crescita futura.


Moltiplicazione

La moltiplicazione degli esemplari abies koreana avviene in genere per seme, in primavera; le giovani piantine hanno un apparato radicale molto delicato, è bene coltivarle in vaso per alcuni anni prima di porle a dimora.

Una volta che i nuovi alberi hanno acquisito la necessaria forza, essi posso essere posti a dimora definitivamente e, pur essendo a crescita lenta, essi si sviluppano con facilità.


Abies Koreana: Parassiti e malattie

abies koreana Talvolta questo genere di albero può essere colpito da processionaria o dall'afide del cedro.

In caso si presentino segni di un attacco da parte di questi parassiti è bene intervenire con tempestività utilizzando dei prodotti antiparassitari ad ampio spettro, oppure, se si preferiscono metodi naturali è possibile ricorrere ad un infuso ottenuto con acqua in cui andrà fatto bollire dell'aglio. Il liquido filtrato potrà poi essere vaporizzato sulla pianta, per contrastare la diffusione della patologia.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Consigliamo di annaffiare la pianta solo se il terreno è completamente asciutto, evitando gli eccessi.


Tenere Umido
concimazione
In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO