Acer saccharum

vedi anche: Acero

Generalità

L'acer saccharum è un albero di grandi dimensioni, originario dell’America settentrionale; gli esemplari adulti possono raggiungere i 20-25 metri di altezza. Ha portamento eretto, con fusto largo, coperto da corteccia grigia, che con il passare degli anni tende a screpolarsi ed a fessurarsi; le giovani piante hanno chioma ovale, allungata, mentre gli esemplari adulti tendono ad avere una chioma abbastanza tondeggiante, molto densa e ben ramificata. Il fogliame è caduco, palmata, caratterizzato dai cinque lobi tipici di molti aceri, con i due lobi vicini al picciolo della foglia più piccoli degli altri; le foglie hanno un bel colore verde scuro sulla pagina superiore, prima di cadere, in autunno, assumono una vistosa colorazione nei toni del rosso, dell’arancio e del rosa intenso. All’inizio della primavera, prima che compaiano le foglie, l’acero produce piccoli fiori giallo-verdi. I frutti sono piccole samare appaiate, dotate di una piccola ala papiracea che permette loro di volare a distanza dalla pianta madre. La linfa di questo acero viene utilizzata in America settentrionale per ottenere lo sciroppo d’acero, utilizzato come dolcificante. Esistono molte cultivar ed ibridi, varietà con colorazione autunnale particolarmente vistosa, dalla chioma fastigiata, o anche varietà nane, di dimensioni contenute.
Acer saccharum - Pianta

Nuova casa giardino di piante 10 semi Northern Sugar Maple Acer Saccharum roccia acero caduta albero colori Seeds

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,57€


Esposizione

Acer saccharum - Fogliame Per quanto riguarda l'esposizione adatta a questa pianta, le piante di Acer saccharum prediligono posizioni soleggiate, o anche semiombreggiate, soprattutto nelle zone con estati molto calde. Non teme il freddo, e può sopportare temperature di moti gradi inferiori allo zero. Nel porre a dimora un acero è bene ricordare che la chioma con gli anni diviene molto ampia è quindi necessario provvedere sufficiente spazio per uno sviluppo equilibrato dell’albero.

L'habitat ideale per questa particolare varietà di acero è rappresentato dalla zona sudorientale del Canada e quella settentrionale degli Stati Uniti grazie alle particolari condizioni meteorologiche ideali per la crescita ottimale dell'acer saccharum.

    Nuova casa giardino di piante 50 semi Northern Sugar Maple Acer Saccharum roccia acero caduta albero colori Seeds

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,79€


    Terreno

    Acer saccharum - Foglie Autunno Gli aceri saccarini si coltivano in un buon terreno ricco di humus, fresco e ben profondo; questi alberi necessitano di avere uno spazio ampio dove allargare il loro apparato radicale dato le dimensioni che possono raggiungere; se piantati in luogo con terreno troppo compatto o asciutto, o in prossimità di fondamenta o altri elementi che possano costringere le radici, possono avere crescita stentata. L'acer saccarhum è comunque una specie di acero particolarmente adattabile e nonostante prediliga terreni umidi e soggetti a ristagni idrici riesce a crescere bene anche in terreni acidi e salini. Una tipologia di terreno che non sopporta invece è quello sabbioso in quanto troppo permeabile. Bisogna inoltre sottolineare che, a differenza degli altri aceri, l'acero saccarino ama la luce e il calore del sole. Per questo l'ambiente migliore per la sua crescita è un terreno completamente soleggiato.


    Moltiplicazione

    La moltiplicazione dell'acer saccharum avviene per seme in primavera; si ricorda che per propagare una varietà particolare è consigliabile utilizzare il metodo dell’innesto, poiché non sempre da seme si ottengono alberi identici all’albero da cui si sono tratti i semi. Per favorire la germinazione dei semi di acero è consigliabile porli per alcune settimane in frigorifero, quindi passarli rapidamente con della carta vetrata, in modo da assottigliare la cuticola coriacea che li ricopre.

    Una curiosità sull'acer saccharum riguarda la linfa zuccherina ricavata dalla pianta. Questa sostanza contiene una piccola percentuale di saccarosio che rappresenta la principale fonte dello sciroppo d'acero. Oggi la linfa viene estratta praticando dei fori nel tronco e inserita in contenitori mediante sistemi di tubazioni moderni; in passato per ricavare la linfa venivano usate delle cannucce e dei recipienti specifici.


    Acer saccharum: Parassiti e malattie

    acero saccarino Parlando di parassiti e malattie, le piante di acero saccarino possono venire attaccati dagli afidi e dagli acari; come molti altri aceri soffrono con facilità di verticillosi, che causa il disseccamento degli apici vegetativi. Nei peggiori dei casi, questa malattia fungina porta addirittura la morte della pianta se il sistema vascolare della stessa viene attaccato profondamente. Il caldo e la siccità estive possono diventare un serio problema che si manifesta dapprima con un accartocciamento delle foglie al quale segue un rapido disseccamento. Le foglie appaiono bruciate ai bordi ed accartocciate, dopo di che iniziano a cadere in maniera importante.

    Un altro problema che può accusare la pianta è l'attacco del coleottero xilofago. Per eliminare il problema il metodo più efficace è la rimozione ed eliminazione delle piante attaccate.


    Guarda il Video
    • acero saccarino L’acero saccarino, denominato anche acero argenteo o acero bianco, appartiene alla famiglia delle Acereacee, al genere A
      visita : acero saccarino
    • albero d acero Gli aceri sono in genere alberi di media grandezza, anche se questo genere, appartenente alla famiglia delle Sapindacee,
      visita : albero d acero



    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta direttamente ai raggi del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Evitare di annaffiare eccessivamente; in genere è sufficiente fornire acqua ogni 15-20 giorni, o anche meno; più il clima è freddo e meno la pianta necessita di annaffiature; si consiglia di sospendere le annaffiature durante i periodi con temperature molto rigide.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Si consiglia di sospendere le concimazioni durante il periodo invernale; un eccessivo apporto di nutrienti infatti favorirebbe lo sviluppo di nuova vegetazione, troppo sensibile alle basse temperature.


    Esigenze della piante a dicembre in un clima mediterraneo.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO