Alberi giapponesi

Alberi giapponesi

Se nella cultura occidentale il giardinaggio viene spesso considerato un’attività manuale e pertanto un hobby di scarso valore, nella cultura giapponese invece è considerato non soltanto un momento rilassante ma anche un’attività nobile, in quanto porta beneficio sia a chi la pratica sia all’ambiente.

Il giardino creato secondo la tradizione giapponese possiede un grande valore ornamentale, l’impegno che si dedica alla cura delle piante produce piante belle e sane che si riproducono al loro meglio e mettono in mostra i loro colori valorizzando in modo naturale anche tutto l’ambiente che le circonda.

Gli alberi giapponesi hanno uno stile molto essenziale ed equilibrato, mai ridondante, pertanto la loro collocazione ideale è in una casa dallo stile essenziale, pulito, lineare, non troppo ricercato ma bello nella sua semplicità.

Il tipico giardino giapponese nasce non solo dalla scelta del tipo di piante da far crescere ma anche dalla loro specifica collocazione, studiata in modo tale da creare un ambiente con una precisa atmosfera.

La caratteristica fondamentale dei giardini giapponesi è l’equilibrio, che deve trasparire e poter essere interiorizzato: in pratica il giardino giapponese deve essere un luogo adatto ad essere osservato ma allo stesso tempo deve dare la possibilità a chi vi si trova di chiudersi in un luogo di contemplazione dove trovare l’armonia con se stessi, l’armonia tra il corpo e la natura, in maniera spontanea e naturale.

ciliegio giapponese

Cesoie di potatura di Gelindo con tagliente lama in acciaio al carbonio SK-5 - meno sforzo - Anti maniglie in gomma antiscivolo - meccanismo di sblocco semplice - perfetto per gli alberi di mele, Rose & siepi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€
(Risparmi 24€)


Come collocare le piante

rododendro Ancor più importante della scelta degli alberi giapponesi è la scelta della collocazione delle piante nel giardino in modo da poter ottenere un risultato armonioso ma che allo stesso tempo sia il più vicino possibile alla spontaneità della natura. Un’altra caratteristica molto importante da realizzare è quella di avere spazi che sembrano ampi anche se non lo sono, questo per dare la possibilità di immergersi nella natura in contemplazione senza sentirsi costretti entro spazi limitati ma proiettandosi verso gli spazi aperti e le infinite possibilità del pensiero.

Ecco le indicazioni fondamentali per allestire un giardino giapponese:

- Le piante devono essere collocate in modo asimmetrico per trasmettere una sensazione di naturalezza, non si devono mai seguire linee rette ma piuttosto linee sinuose, più spontanee e disordinate “quanto basta”

- Le piante non devono essere collocate senza nessun tipo di disposizione ordinata, quindi si deve evitare di metterli in ordine di grandezza o di colore

- La varietà deve essere una caratteristica fondamentale, meglio alternare tra loro piante con caratteristiche diverse, come se si trattasse di un ambiente dominato dalla natura che ha imposto le proprie leggi alla crescita delle piante

- Le piante devono essere posizionate in modo naturale ma equilibrato, il risultato finale deve essere un ambiente sobrio, vario e in equilibrio, non si deve capire che la collocazione “casuale” delle piante è stata studiata.

  • alberi All'interno di ogni scheda sulla singola pianta, troverete alcune generalità, e le principali caratteristiche dell'albero in relazione a:- Esposizione- Annaffiature- Terreno- Moltiplicazione...
  • Eritrina L'eritrina è un arbusto o piccolo albero caduco appartenente ad un genere che comprende più di 100 specie di alberi originari dell'America centrale. Questa pianta presenta un portamento eretto, molt...
  • abies concolor L'Abete Abies concolor è una conifera sempreverde, originaria dell'America settentrionale; si tratta di un albero a crescita abbastanza lenta, mediamente longevo, che può raggiungere i 15-25 metri di ...
  • Cipresso alberi Il Cupressus sempervirens è una conifera sempreverde di dimensioni contenute, proveniente dal nord America, dall'Europa mediterranea, dall'Africa settentrionale e dall'Asia, solitamente di forma colon...

TERRICCIO PER LA COLTIVAZIONE DEI BONSAI CONFEZIONE DA 7 Litri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,75€


Le specie adatte per creare un giardino giapponese

prunus Non tutte le piante sono adatte a creare un giardino giapponese, vediamo quali sono le specie più adatte e suggestive.

- Il Rododendro è un arbusto della famiglia delle Ericacee originario di Europa, Asia e America. Ne esistono moltissima varietà di cui buona parte sono costituite da specie che crescono spontaneamente e da incroci: l’arbusto può raggiungere l’altezza di un metro e la sua chioma si estende verso l’esterno della pianta in maniera fiera. Le foglie sono ovali e di grandi dimensioni, scure e lucide nella parte superiore, più chiare in quella inferiore, ruvide al tatto. I fiori del Rododendro hanno la caratteristica forma a campana e presentano colori vari ma sempre molto vivaci e allegri, talvolta si presentano in gruppetti alle estremità dei rami e la loro fioritura si verifica tra la tarda primavera e l’estate. In Italia il Rododendro cresce anche spontaneamente, in particolare a quote relativamente alte, preferibilmente in montagna anche se si può trovare anche in pianura dove la temperatura è più mite.

- Il Prunus è un albero con fusto alto e appartiene alla famiglia delle Rosacee, è generalmente conosciuto in numerose delle sue varianti con il nome di ciliegio giapponese. Il Prunus conta due centinaia di specie diverse che sono molto diffuse nell’emisfero boreale, in particolare dove il clima è mite, in Italia ne crescono in maniera spontanea meno di una ventina di specie. Raggiunge un’altezza anche di sei metri, le sue foglie sono fitte, di colore intenso e dalla forma molto semplice e allungata, sono poste in posizione alternata sul ramo. I fiori sono piuttosto delicati così come il loro profumo, possono assumere una colorazione bianca oppure rosa. Il ciliegio giapponese in ogni sua varietà è la pianta che meglio simboleggia i giardini giapponesi, pertanto è necessario dedicargli molto spazio, anche in considerazione delle dimensioni che raggiunge.


L'Eriobotryajaponica

pianta giapponese L' Eriobotryajaponica è un albero dal fusto imponente, appartiene alla famiglia delle Rosacee ed è comunemente conosciuto col nome di Nespolo giapponese. E’ una pianta sempreverde originaria di Cina e Giappone dove si è sviluppato in due diverse varianti che si differenziano in particolare per le dimensioni dei frutti. E’ un albero che quando viene lasciato crescere selvaticamente può raggiungere i dieci metri di altezza e altrettanto di estensione della chioma, quando invece viene coltivato si può riuscire a mantenerlo entro dimensioni più contenute. Le sue foglie sono allungate e molto grandi (circa 25x10 cm), molto robuste e di colore intenso. I suoi frutti gialli o arancioni (le nespole) maturano all’inizio dell’estate e sono commestibili. I noccioli del frutto possono essere piantati se le nespole sono state colte da poco tempo oppure essere impiegati per produrre un liquore noto come “nespolino”. Questa pianta è imponente e può da sola allestire un giardino giapponese, grazie alla sua forma e all’atmosfera che crea.




COMMENTI SULL' ARTICOLO