Spino di Giuda - Gleditsia triacanthos

Generalità

La Gleditsia triacanthos, conosciuta anche come Spino di Giuda, è un albero di medie dimensioni a foglie caduche originario degli Stati Uniti; hanno vita abbastanza lunga, ma non superiore ai 100-150 anni, gli esemplari adulti possono raggiungere i 10-15 m di altezza, anche se spesso si mantengono di dimensioni più contenute, soprattutto a causa delle potature. Hanno chioma ampia e vaporosa, il fusto è molto ramificato e spesso i rami hanno andamento disordinato e contorto. La corteccia è grigio-brunastra e presenta numerose spine, sia sul fusto che sui rami; esistono varietà prive di spine. Le foglie sono pinnato-composte, costituite da 15-30 foglioline verdi, ovali, di piccole dimensioni; in primavera inoltrata produce numerose infiorescenze costituite da piccoli fiorellini bianco-verdastri, poco appariscenti; in estate i fiori lasciano il posto ai frutti: lunghi baccelli semilegnosi, di colore rosso-bruno, che contengono numerosissimi semi scuri. Questa pianta resistente al vento e alla salsedine viene spesso utilizzata per le alberature stradali nei pressi del mare.
Spino di Giuda

Abies koreana - 100 semi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Esposizione

Spino di Giuda Per ottenere i migliori risultati nello sviluppo della Gleditsia triacanthos è consigliabile porre a dimora lo spino di giuda in un posto soleggiato, o a mezz'ombra. Non teme il freddo, anche se gli esemplari giovani vanno di preferenza posti a dimora in primavera, in modo che siano già sviluppati e acclimatati all'arrivo dei freddi.

E' una pianta che ben si adatta al clima rigido e anche alle zone inquinate o dove è presente la salsedine. Si è diffuso in zone che arrivano ai 500 metri di altitudine.

    GRÜNTEK Comfort Tagliasiepi LUCCIO TEFLON 560 mm, Cesoie Arbusto con bordo seghettato e rivestimento double-Teflon. Prezzo di lancio con garanzia di soddisfazione di 21 giorni !!

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,49€
    (Risparmi 4,36€)


    Annaffiature

    foglie spino di giuda Per quel che riguarda la fornitura d'acqua è bene ricordare che generalmente le Gleditsia triacanthos si accontentano delle piogge, sopportando senza problemi la siccità estiva.

    Gli esemplari più giovani possono aver bisogno di una maggiore quantità d'acqua, soprattutto durante i periodi più caldi e siccitosi per potersi sviluppare al meglio.

    In primavera è bene fornire alla pianta del concime ricco in azoto, sotto forma di stallatico ben maturo, oppure di concime granulare così da fornire tutti gli elementi nutritivi necessari ad un migliore sviluppo.


    Terreno

    gleditsia L'albero dello spino di Giuda ama i terreni sciolti e ben drenati, anche molto poveri o sabbiosi. ha una buona rusticità e per questo riesce ad adattarsi in situazioni ad esso non congeniali. E' bene comunque controllare che alla base della pianta non si formino ristagni idrici che potrebbero risultare dannosi alla pianta.


    Moltiplicazione

    spino di giuda La moltiplicazione dello spino di Giuda generalmente avviene per seme, visto che la pianta ne produce in quantità, tendendo spesso ad autoseminarsi; in primavera è anche possibile praticare talee semilegnose. Pur essendo una pianta resistente, la messa a dimora delle talee va fatta nel periodo primaverile per consentire alla pianta di svilupparsi prima della stagione fredda.


    Spino di Giuda - Gleditsia triacanthos: Parassiti e malattie

    La Gleditsia triacanthos viene spesso colpita dagli acari e da larve minatrici, che rovinano le foglie, ma generalmente i parassiti non provocano danni irreparabili alla pianta. Quando si notano i segni della presenza di parassiti è opportuno intervenire con tempestività con prodotti antiparassitari specifici che consentano di contrastare efficacemente l'azione distruttiva.





    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Durante i mesi freddi annaffiare saltuariamente, inumidendo il terreno ogni 25-30 giorni, evitando di bagnare eccessivamente il substrato.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Si consiglia di sospendere le concimazioni durante il periodo invernale; un eccessivo apporto di nutrienti infatti favorirebbe lo sviluppo di nuova vegetazione, troppo sensibile alle basse temperature.


    Esigenze della piante a dicembre in un clima continentale.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO